Senza Giacca: il calcio parlato

Da qualche giorno abbiamo ricevuto una comunicazione da Haedu circa un loro nuovo progetto.
Anzi, mentre scriviamo, queste righe, Senza Giacca è già disponibile per l’acquisto.
Andiamo a scoprire questa nuova proposta.


Tempo di lettura 5 minuti

Quanto andiamo scrivendo si basa solo sul comunicato stampa che abbiamo ricevuto.
Non abbiamo difatti né il regolamento né una copia fisica da provare.
Ci sarà probabilmente tempo per un approfondimento sul campo.
Tuttavia, già quanto ci scrive Headu è sufficiente per fare delle riflessioni.

Senza Giacca e Fabio Caressa

👥 2-4
🎂 8+
⏲️ 45 minuti circa
🗓️ Sarà presentato a Lucca Comics 2022 (già presente nei negozi)

Sicuramente uno degli elementi che fa parlare di Senza Giacca è il fatto che è proposto come il gioco di Fabio Caressa.
Se seguite il calcio, anche solo nel caso delle grandi circostanze come i Mondiali, questo nome non vi è nuovo.
Caressa, per rimanere nel campo ludico, è stato per lungo tempo uno dei due cronisti di FIFA, insieme al Beppe Bergomi.
Alcuni loro interventi, forse complice una IA un po’ “assopita”, sono passati alla storia per la loro comicità.
Caressa oltre ad essere un commentatore “si occupa anche di formazione nell’ambito del coaching e della gestione della leadership nelle organizzazioni.”
Ora, non sappiamo quanto Caressa abbia contribuito allo sviluppo del gioco.
Però le sue attività extra-calcistiche ci fanno da gancio per il prossimo paragrafo.

Una sintesi dei migliori commenti di Caressa e Bergomi in FIFA

Non un trivia sul gioco del calcio

I giochi sul calcio, andando a memoria, si dividono in due tipi.
Ci sono quelli simulativi, più o meno complessi (Foo Table, Counter Attack) o altri, dove magari il calcio occupano una parte del gioco, è un trivia.
In realtà andremo probabilmente fra poche settimane a proporre un gioco sul calcio, Eleven, che ci è stato presentato a Play 2022.
Senza Giacca è una cosa diversa, da quanto possiamo vedere.
Sebbene ci sia una prima parte, dove i giocatori rispondono a domande, la parte centrale del gioco si basa sull’ars oratoria dei giocatori.
Dei cartoncini riportano un’affermazione e sarà compito del giocatore di turno sostenere con convinzione e logica la tesi proposta, facendo meglio dell’avversario.

(credits: profilo Facebook di Paolo Caressa)

Una forma di assertività

Chiaramente, per sostenere che “il fuorigioco nel calcio dovrebbe essere abolito”, si richiede che il giocatore sappia per lo meno in cosa consiste questa regola e cosa comporti.
E va bene.
Probabilmente per giocare a Senza Giacca bisogna sicuramente avere una visione d’insieme del calcio.
Almeno quindi conoscere le sue regole e i suoi protagonisti, che si siano ritirati oppure siano all’apice della carriera.
Vorremmo, con umiltà, adesso spostare per la concentrazione dal dito alla luna.

L’arbitrarietà, o futilità se volete, delle argomentazioni

E il bello di sostenerle, oseremmo dire.
Cosa c’è di più rilassante di una chiacchierata che non porta a niente e le cui conclusioni non avantaggiano nessuno?
Torneremo sulle meccaniche varie quando avremo almeno il regolamento.
Adesso cerchiamo però di fare passare il concept del gioco, prendendo spunto dal virgolettato di Caressa nel comunicato (che arriva anche all’iperbole e ci sta).
Senza Giacca promuove il confronto dove i giocatori sono portati a confrontarsi su argomenti arbitrari.
Se Messi sia meglio di Ronaldo, o Maradona meglio di Pelé, è difficile da stabilire in termine assoluti.
Un po’ come si fa in certi giochini da Risorse Umane, si affrontano temi che portano a una discussione senza conclusione.
All’interno del gioco non dubitiamo della correttezza delle persone, ma quante volte nei “contesti comuni” si vedono accapigliare persone per temi calcistici?
Caressa nel comunicato sottolinea come dibattere di calcio sia appassionante, purché nei limiti dell’educazione e della cordialità.

Un tema attuale

Chi non si interessa di calcio, e nel mondo dei giochi da tavolo sono (siamo) in tanti, è propenso a pensare che certe discussioni, a volte anche violente, siano frutto di una “subcultura calcistica” e siano eventi confinanti a tale mondo.
Beh, ne siamo certi?
In realtà, e forse qui sì è retorica, i social spesso trasformano i confronti in scontri.
Il semi-anonimato di un nickname e la scarsa qualità del tempo che dedichiamo quando entriamo in queste arene, rende spesso difficile uno scambio di vedute che non sia teso.
L’invito quindi di Caressa andrebbe preso a 360 gradi con un affaccio anche sul mondo del gioco da tavolo, spesso non così inclusivo come vorremmo.

Un minuto passato alla storia con protagonista Fabio Caressa

In conclusione

Ignacy Trzewiczek nel suo libro “Giochi da tavolo che raccontano storie” riflette sul fatto che forse non ama i giochi da tavolo.
Quello che lo appassiona è forse ciò che gli sta attorno: gli altri giocatori, il tè, gli stuzzichini e parlare dei giochi.
Probabilmente questo approccio per molti vale anche per il calcio, dove per 90 minuti di partita ce ne sono 10 volte tanti per le discussioni.
C’è da dire che i giochi sul calcio, o comunque a tema sportivo, sono sempre prodotti coraggiosi in un mondo dei giochi da tavolo pantofolaio.

Non sono caduti nel banale

Su questa linea Headu ci propone Senza Giacca, un gioco di Fabio Caressa, ma come potete immaginare, un lavoro sinergico della loro squadra di sviluppo.
Team che non cade nella tentazione di proporci “Il Monopoli di Caressa” o “Trivia Soccer”.
Del resto, basta vedere Parole in Gioco o Easy Coding per capire la cifra stilistica di questo editore.
Il gioco proposto si colloca infatti nella loro serie “Headu Intelligenza Linguistica” ed è pubblicato con il loro marchio Ludic Family.
Non un gioco enciclopedico sul calcio, ma che, anche visto il numero di giocatori, può essere un party game interessante.
Beninteso, come detto, avere una minima padronanza dell’argomento.
Dopo qualche partita, riusciremo a vendere il ghiaccio agli eschimesi?

Qui di seguito vi proponiamo una lista di giochi che possono piacerti se hai gradito l’articolo.
Acquistandoli dal nostro partner Get Your Fun attraverso questi link non ti costa nulla, anzi, e aiuterai a sostenere Volpe Giocosa:

4 Ottobre 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code