Chronicles of Stampadia : ogni giorno un’impresa diversa

“Di buone intenzioni è lastricata la via dell’Inferno”. Quanto è vero.
La nostra buona intenzione era quella di fare un video mentre affrontavamo una delle avventure proposte da Chronicles of Stampadia.
C’è da dire che l’opzione è ancora valida, ma meglio intanto buttare giù due righe.

Tempo di lettura 5 minuti

I dungeon crawler sono un genere molto in voga.
Sia che siano supportati da miniature, sia che siano puramente cartacei come Paper Dungeons.
Lasciamo stare le operazioni nostalgia che hanno portato alla ristampa di Hero Quest.

Per chi va di fretta
  • Un roll & write in solitario
  • Ogni giorno un dungeon da stampare ed esplorare gratuitamente
  • Se non hai modo di stampare, puoi giocare su schermo con un’immagine fissa
  • Abbiamo raccolto tutti i link per voi

Chronicles of Stampadia è un progetto più che un gioco. Al sito internet kesiev.com trovate tutto il materiale che serve.
Potremmo dire che di vostro servono due dadi, una matita e una gomma.
Tuttavia, se mancate anche di questo, le avventure di Stampadia sono giocabili interamente online.

Il progetto Kesiev Norimaki

Prima di addentrarci in Chronicles of Stampadia, diamo uno sguardo al contenitore.
A questo link si presenta Francesco, quarantunenne amante dell’informatica e dei giochi, sia da tavolo che videogames.
La sua passione per l’elettronica la ritroveremo nel suo dungeon crawler.
Detto questo, alla pagine indicata trovate anche una miriade di link verso altri progetti e una lista di contatti.
Da non perdere.

L’avventura proposta oggi

Ogni giorno un’avventura nuova

Il sito di Stampadia offre ogni giorno un dungeon nuovo da esplorare, un personaggio da interpretare e una missione da portare a termine.
Una nota: è tutto in inglese.

Ambientazione classica fantasy

L’ambientazione è quella fantasy di quelle che per anni ci ha coinvolto nei sotterranei di DnD.
Nonostante siamo di fronte a un roll&write che sta in un pagina, meglio A3, l’autore fa del suo meglio per caratterizzare i personaggi, con equipaggiamenti diversi.
La storia è un po’ leggera, ma credibile, e probabilmente non il fulcro centrale del progetto.

E’ possibile usare lo schermo come uno foglio di carta, se non volete stampare nulla.
(credits: kesiev.com)

Un meccanismo semplice, un po’ da informatico

All’interno del sito di Chronicles of Stampadia c’è il regolamento che permette di affrontare l’avventura di giornata.
In realtà apprese le regole una volta, sono valide per ogni avventura.
La logica è molto semplice. Il foglio che si ha davanti non è il classico dungeon con già disegnati stanze, corridoi e trappole.
Ci sono solo numeri disegnati qua e là e accenni di mostri.
Ogni stanza è infatti numerata e, se fate caso, due numeri differenti sono divisi da una porta.
Scorrendo una tabella a margine del foglio, come in una battaglia, navale sono indicate le dimensioni lunghezza per larghezza.
Potreste dover prendere una scelta o comunque assistere ad un evento che prova ad inserire un po’ di storytelling nel gioco.
Altri dettagli indicano il contenuto e, soprattutto, se le linee tracciate vi rinchiudono in una stanza con un mostro, sono dolori.

Mostri con tattiche diverse

Anche i combattenti sono semplici e, se vogliamo, meccanizzati in modo ingegneristico.
Anche qui con pochi elementi, si riesce a mettere dentro tutto quello che si può trovare in un RPG di grido.
Ci sono cioè mostri di forza differente e con strategie differenti di combattimento.
Il personaggio comunque non è uno sprovveduto: attraverso l’esplorazione nel dungeon guadagnerà punti esperienza (XP) che gli permetteranno di crescere e aumentare le proprie abilità.
Insomma, c’è tutto quello che i sacri testi RPG/dungeon crawler prevedono.

Possibilità di giocare a schermo

Come da introduzione, potete giocare anche senza stampare nulla.
Soluzione se volete ecofriendly o da adottare in mancanza di dadi e altro.
Giocare a schermo, difficile da smartphone, ripropone la stessa esperienza del gioco stampato.
Non aspettatevi difatti nessun automatismo, nessuno script che faccia qualcosa per voi.
L’unica cosa la gestione del dado, ok.
Per il resto è un’immagine a schermo fissa dove usate la freccia del mouse sia come pennarello che come gomma.
E sapete una cosa? Meglio così che se fosse un videogioco.

Lo stesso Francesco ci insegna a giocare

L’aspetto più magico e più nerd

The Chronicles of Stampadia ha sicuramente qualcosa di magico. Lo abbiamo detto all’inizio: ogni giorno è proposta un’avventura diversa.
È chiaro che ciò non sarebbe possibile senza l’ausilio di un supporto informatico.
All’indirizzo fornito trovate anche un link a GitHub, dove si trova il codice per la generazione dei dungeon.
Ci fermiamo qua: troppo specialistico per noi.
Ci piace solo pensare che per magia ogni mattina siamo catapultati in un nuovo sotterraneo.
Come ciò accada va bene sia coperto da un’aurea di mistero e magia.

In conclusione

The Chronicles of Stampadia lo abbiamo trovato quasi per caso.
Forse uno dei nostri scout era alla caccia di un buon roll & write gratuito.
Facemmo un buon lavoro trovando la serie XX72 e fummo felici quando l’autore vinse il contest su BGG.
Ed ecco che ci siamo trovati in un dungeon.

Come passare una pausa pranzo

Le avventure di Chronicles of Stampadia sono generalmente ben fatte e godibili.
Bisogna prendere la mano col sistema di tracciamento delle stanze.
Unica pecca, più che altro organizzativa, non c’è una sezione dove è possibile scaricare le avventure passate.
Da una parte c’è un effetto 50 volte il primo bacio, dove ogni mattina ricominciamo da capo.
Dall’altra la sensazione di svago senza impegno che si aveva nel fare il cruciverba all’ultima pagina del quotidiano.

Lista dei link

Vi proponiamo qui la lista dei link, fermo restando che è sufficiente andare a kesiev.com per trovare tutto (fra cui l’avventura di giornata).

> > Istruzioni di gioco

💾 Manuale

>>Avventura del giorno

💾 da stampare (potrebbe non funzionare. Nel caso passare dal link “generale”.
💾 da giocare a schermo

>> Pagina su BGG

>> Repository Git Hub

Qui di seguito vi proponiamo una lista di giochi qui citati o inerenti questo articolo.
Acquistandoli dal nostro partner Get Your Fun attraverso questi link non ti costa nulla, anzi, e aiuterai a sostenere Volpe Giocosa.

10 Febbraio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code