Bake & Sale: gestire un forno roll & write

Oggi vi proponiamo un altro di quei giochi che non costano niente, se non una stampa di un singolo file PDF.
E’ un roll & write, come altri visti in passato (la serie xx72 o più recentemente April, 14th 1865, ad esempio).
Nel gioco di oggi dovremo gestire un panificio durante una settimana, alla fine della quale andremo a calcolare gli incassi.
Il gioco di oggi è Bake & Sell.

Tempo di lettura 7 minuti

Bake & Sale lo abbiamo trovato nelle nostre periodiche scorribande su BGG alla ricerca di giochi rapidi, gratuiti e con poco art attack per avere il gioco disponibile.
Bake & Sale incontra tutte queste caratteristiche e, infatti, lo abbiamo giocato diverse volte nelle scorse settimane.
Ottimo per le pause pranzo.
Alle conclusioni un bilancio e i link che vi permetteranno di giocare.

Per chi va di fretta
  • Fare i fornai per 8 ore per 7 giorni
  • Un roll & write per qualsiasi numero di giocatori
  • Molte possibilità di strategia diverse
  • Molto rapido: meno di quanto indicato

Bake & Sale
di Themistoklis Dakanalis

Da 1 a 100 giocatori. Età 8+

Durata; 30-45 minuti
Costo: scaricabile gratuitamente


La durata indicata di 40 minuti è forse eccessiva.
E’ bene comunque non andare di fretta, perché sbagliare gli acquisti o perdere tempo in attività poco lucrose, può compromettere la partita.
Certo che dopo un paio di fogli riempiti avrete preso una certa smanicatura e andrete molto più spediti dei 40 minuti riportati.

Un singolo foglio con molte attività da svolgere

Bake & Sale, lo dicevamo nell’introduzione, ha bisogno di un singolo foglio per giocatore a partita.
Già, perché sebbene lo abbiamo giocato per lo più in solitario, è un gioco che si può giocare con qualsivoglia numero di giocatori.
Questo è reso possibile dall’interazione praticamente nulla al tavolo, un po’ come avviene in Paper Dungeons e Welcome To…New Las Vegas.
Di vostro servono 6 dadi, 3 neri e 3 bianchi (o comunque di colore diverso).
Proviamo ad analizzare invece il singolo foglio.

Fare acquisti di materie prime è un passo fondamentale

Per prima cosa, per fare il pane, servono gli ingredienti.
Il Mercato è rappresentato nella parte superiore del foglio, il cui utilizzo vedremo a breve.
Sono previsti due tipi di farine, ad alto contenuto di glutine (high-gluten flour, HG) e farina generica (all-purpose flour, AP).
Altri ingredienti sono il lievito (yeast), l’olio d’oliva (olive oil), le uova (eggs) e il burro (butter).
Dovrete procurarvi gli ingredienti a seconda del tipo di prodotto da forno che avete intenzione di produrre.
Questo aspetto ci porta invece a 3/4 della pagina, alla sezione Bakery.

Diverse specialità per il vostro forno

I prodotti che potete sfornare sono 6.
Ad inizio partita sapete produrre solo Baguette e Ciabatta, che infatti hanno già l’icona del mattarello cerchiata.
Gli altri prodotti, come Focaccia e Brioche, necessitano di un pochino di studio, dove le Specialità sono invece solo per esperti.
Ogni tipo di prodotto, oltre alle capacità tecnica di produrlo, richiede gli ingredienti riportati nel riquadro e una clessidra indica il tempo che dovrete dedicargli per impastarlo e sfornarlo.
La produzione aggiorna il tracciato sotto lo specifico prodotto.
A prescindere da quello che sfornate, seppure è importante tenere separate le produzioni, useremo il termine pagnotta (loaf) per tutti i prodotti da forno.

Buona parte della meccanica sta nel Mercato.
I dadi indicano cosa è disponibile quel giorno.
Più si avanza con gli acquisti, più clessidre servono.

Non è solo questione di sfornare prodotti

Per avere un panificio di successo, ed anche redditizio, non è sufficiente andare al mercato, comprare gli ingredienti, e chiudersi in bottega.
Tocca in qualche modo interagire anche con altre realtà.
Le trovate a metà foglio, disegnate come casette.
Visitare questi edifici costa sempre tempo, a volte anche denaro. Tuttavia l’aiuto che possono darvi questi specialisti può essere davvero interessante.
Senza scendere nella singola descrizione, c’è la possibilità di allargare il vostro panificio (aumentare la Business Size) , di andare a scuola (Rolling Lab) per nuove ricette, oppure aumentare la qualità dei vostri prodotti (le stelle rosse prese alla Bakery Academy),
Insomma ci sono date tante possibilità, ma le giornate sono sempre troppo corte.

Pronti alla settimana lavorativa

Una giornata da fornai

Senza spiegare ogni voce del regolamento, che tanto è qui condiviso, simuliamo la prima giornata di lavoro.
Ad inizio turno si lanciano i dadi e il risultato ci dice cosa è disponibile al Supplies Market per quella giornata.
Potete recarvi quante volte volete al mercato, ma per quel giorno i dadi non cambiano e sono uguali per tutti i giocatori.
Ogni volta portate a casa quanti prodotti quanto permesso dalla vostra Business Size.
La regola generale, valida per qualsiasi “oggetto spendibile”, è che un cerchio indica che lo avete a disposizione.
Quando lo usate, perché lo vendete o lo utilizzate, poi lo sbarrate.
In principio ogni visita al mercato costa 2 clessidre delle otto disponibili: segniamole nell’angolo in basso a destra.

Gli specialisti richiedono tempo.
Tuttavia possono fare del bene al vostro panificio.

E dopo il mercato qualche visita agli specialisti

Come spendere il tempo restante?
Le altre ore potrebbero essere spese proprio per andare al Rolling Lab per iniziare a imparare nuove ricette.
La tabella Wholesale Orders ci indica il prezzo a cui vendere ogni singolo prodotto, che dipende anche dal numero che ne produrremo entro fine partita.
Il prezzo dipende anche dalla qualità del prodotto.
Spendere due clessidre alla Bakery Academy permette di cerchiare una stella rossa (+1$ a loaf) ad un prodotto.
A questo punto abbiamo speso 6 clessidre delle 8 disponibili.

Per attivare il forno, dovete avere tutti i mattarelli richiesti (indicano conoscete la ricetta).
Indipendentemente dal numero di pagnotte prodotte, il tempo richiesto è lo stesso e indicato dalle clessidre.
Ad ogni infornata barrate dal basso verso l’alto le caselle 2/4/6

E’ ora di accendere i forni

Supponiamo che abbiamo preso AP e yeast al mercato.
Possiamo quindi fare delle Baguette, ricetta che conosciamo già ad inizio partita.
Barriamo tante coppie di ingredienti quante ne vogliamo spendere e cerchiamo altrettante pagnotte dell’area Baguette.
Ogni volta che si “attiva” il forno, si segna la visita alla sua destra: saranno proficue a fine partita.
A questo punto avanza solo un’ora prima di tirare giù la serranda: il Baking Network farà crescere la nostra notorietà (Fame).
Andiamo a letto e ci prepariamo per il giorno dopo.

Una nostra settimana di duro lavoro

Fare i conti a fine settimana

Finita la settimana, conterà solo una cosa: i soldi che avete fatto.
Le banconote, nella versione a colori, sono quei rettangolini viola.
In base al numero di loaf prodotte per singola specialità, il valore della singola pagnotta ha un suo prezzo di vendita, maggiorato dalla Qualità.
Anche accendere più volte lo stesso forno dà punti (astuzia di design, come vedremo).
Durante la settimana avrete l’opportunità di vendere loaf anche al “mercato secondario” (Retail Orders).
Ci sono anche altri tracciati, come quello della notorietà che danno punti/denaro, nonché i Premi di fine partita (Awards).
Questo è un po’ l’unico punto di confronto nella partita multigiocatore, mentre i Premi sono diversi se si gioca da soli.

Alla fine questo il nostro punteggio, con il nostro foglio scoresheet personalizzato.
(Clicca per ingrandire)

In conclusione

>> Regolamento
>> Foglio di gioco a colori
>> Foglio di gioco B/N
>> Foglio segnapunti di Volpe Giocosa

Bake & Sale è un print & play gratuito che potete scaricare da Internet.
Col permesso dell’autore abbiamo raccolto i file necessari che potete scaricare dal nostro sito (la versione 2.7 è la più aggiornata ad oggi).
Il regolamento è in inglese, ma il gioco è indipendente dalla lingua.
Sebbene la versione a colori possa sembrare più carina, oltre a consumare più toner, alla fine confonde un po’.
Soprattutto dopo le prime partite quando vi accanirete per far girare al meglio il vostro panificio.

Più ambientazione di quello che credete

Le ricette, o meglio gli ingredienti, per ogni singolo prodotto da forno sono reali.
L’autore ha fatto una ricerca in merito.
Poco conta che uova e burro vadano sempre insieme, mentre altri ingredienti sono più eclettici.
Comunque abbiamo preso contatto con l’autore: ormai la sua esperienza come fornaio è tala che non esclude una rivisitazione di Bake & Sale.

Attenzione ai prezzi, ma non ci andate in fissa.
Se gli ingredienti per il prodotto più caro, ad esempio, non fossero disponibili, meglio cambiare strategia

Attenzione a pianificare le vostre mosse

Bake & Sale è molto severo.
Le ore sono poche e i dadi cattivi. Però nel suo essere spietato è comunque giusto.
Uova e burro sono gli ingredienti più rari, ma permettono di produrre prelibatezze costose.
Tuttavia bisogna studiare per essere capaci a produrle.
Meglio forse produrre semplici Ciabatte, ma alzando il prezzo con la Qualità?
O meglio produrre un po’ di tutto e vendere al Retail Store?
Potrebbe non essere saggio produrre ad ogni giornata, una vera spesa di ore visto che i forni consumano clessidre “a visita”, non in base alle pagnotte sfornate.
Certo che per ogni infornata si avanza nel tracciato visite di quel prodotto…
Insomma, Bake & Sale offre diverse opportunità e strategie.
Quella migliore, ammesso esista e non dipenda comunque dai dadi, noi non l’abbiamo trovata.
I nostri punteggi ne sono la prova.

Qui di seguito vi proponiamo una lista di giochi che possono piacerti se hai gradito l’articolo.
Acquistandoli dal nostro partner Get Your Fun attraverso questi link non ti costa nulla, anzi, e aiuterai a sostenere Volpe Giocosa:

29 Luglio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code