Pet Shop: un negozio di animali ricco di servizi

Il print & play (PnP) che vi proponiamo oggi è un po’ diverso da quelli che di solito trovate sul blog.
A causa delle nostre pessime capacità di “Art Attack” prediligiamo giochi semplici.
Generalmente i roll & write hanno questa caratteristica (la serie xx72, Decathlon, Bake & Sale).
Un po’ più complesso Austerity, che ha anche delle carte, ma abbiamo tenuto botta.
Diversa la questione di oggi, con Pet Shop, che ha una componentistica di un gioco da tavolo “da negozio”.

Tempo di lettura 7 minuti

È venuto in nostro soccorso Tabletop Simulator (TTS) dato che questo piazzamento lavoratori economico è disponibile in questo formato.
Inoltre, Pet Shop è un solitario, caratteristica che aiuta a “digerire” la proposta online.
Per carità, non che il nostro simulatore sia il massimo della comodità, ma per noi era l’unica scelta per provarequesto gioco.
Alle conclusioni riassumiamo tutti i modi per procurarsi il gioco (in maniera gratuita, legale, o anche pagando).

Per chi va di fretta
  • Un print & play dove bisogna gestire un negozio di animali
  • Un piazzamento lavoratori a tema economico
  • Un pezzo originale per la sua categoria
  • Il regolamento necessità qualche rilettura
  • Se amate il bricolage, sarete accontentati. Per gli altri esistono anche altre soluzioni

Pet Shop
di Joseph Propati
libera distribuzione

Per 1 giocatore. Età 12+

Durata: 45-60 minuti
Costo: gratis nella versione PnP


Un sacco di componenti per un PnP

Come anticipavamo, Pet Shop ha davvero tanta componentistica per essere proposto in do it yourself.
Questo solitario ci vede nelle vesti di gestore di un negozio di animali.
Un negozio molto ambizioso, non un supermercato che vende solo cibo ed accessori.
La vostra struttura offre diversi servizi, come l’addestramento (training) e toelettatura (grooming).
I servizi offerti, come reparti del negozio, li trovate nel tabellone, che è double face per offrire esperienza di gioco diversa.

Un’immagine del gioco.
(credits: BGG, profilo dell’autore)

Costruire una squadra di specialisti

Per far funzionare al meglio la struttura, sarà indispensabile assumere personale.
Oltre ad una persona che vi aiuti nella gestione, ogni reparto appena visto può essere “coperto” da personale con diversa abilità.
Sono previsti tre livelli di abilità, ognuno con un livello di ingaggio diverso.
Nel gioco sono proposti con il classico stand in cartoncino.
In base a come gira il business, la vostra reputazione potrà scendere o salire, tenendo aggiornato il tracciato.
A livello tabellone un tracciato di 30 caselle, i giorni e turni di gioco, funge da cornice.
Alcune caselle sono speciali: può accadere che vi vengano consegnati nuovi animali da compagnia oppure che sia il giorno di paga dei vostri dipendenti.

Ogni tanto arriveranno nuovi animali al negozio

Carte per ogni esigenza

La dotazione di Pet Shop “da elaborare” si completa con le carte.
Ci sono le Carte Cliente che, come in Supermarchè, rappresentano i clienti con le loro richieste.
In mezzo al mazzo sono nascosti anche degli Eventi, come la malattia di un dipendente che vi farà saltare la pianificazione.
I mazzi Delivery e Animali sono connessi: rappresentano la casualità delle consegne con cui è rifornito il negozio e le caratteristiche del singolo animale.
Alcuni dadi, che hanno il ruolo di conta turni e non di elemento aleatorio, dovrete procurarveli voi.
Sono comuni dadi a sei facce, che il gioco suggerisce in colori diversi, ma è una caratteristica che potete evitare.

Un cliente ha richiesto che il suo cane venga addestrato.
Un dipendente in formazione sta svolgendo la task

Un regolamento molto articolato

Il regolamento di Pet Shop è corposo e un po’ avaro di esempi. Sono 25 pagine dove alcuni concetti sono ribaditi.
Dopo qualche lettura, tuttavia, riuscirete a capire il senso di tutto il gioco.
In effete l’autore si incasina un po’ nel dettagliare passaggi che in realtà possono essere intuibili, una volta capito l’aspetto anche simulativo del gioco.

Un nostro dipendente è già all’opera

Il cuore dell’azienda: il cliente

Siete nel vostro ufficio, con due dipendenti in formazione, uno dei quali si occupa di accudire due degli animali pescati a caso dal mazzo e con il rispettivo token nella cuccia.
Avete anche un piccolo budget e nel quartiere vi considerano senza lode e senza infamia.
Avete scoperto due carte Cliente, potrebbero essere anche Eventi, ma nell’esempio facciamo di no.
Il cliente vi richiede un servizio che può essere svolto nella vostra attività e un lasso di tempo per portarlo a termine.
La soddisfazione del cliente migliora la vostra reputazione, viceversa se prendete il contratto ma qualcosa va storto.
Ovviamente il Cliente aprirà anche il suo portafoglio e offrirà 3 valori diversi di ricompensa economica, a seconda del livello di esperienza di dipendente che compie il task.
Se accettate, mettete un animale nella stanza richiesta per l’attività e il dipendente che svolge l’incarico.
C’è poi un po’ di bookkeeping da fare con i cubetti per tenere traccia delle azioni svolte, ma nemmeno troppo.

Prestare attenzioni a questo cane, ne aumenterà il valore.
La vendita sarà più lucrosa (un po’ cinico…)

Migliorare i propri animali

In Pet Shop potete vendere anche gli animali che avete all’interno del negozio (ecco perché c’è un sistema di Delivery).
Il numero di animali che potete ospitare all’interno del Kennel (le gabbiette se volete) dipende dall’esperienza di chi li accudisce.
Ad ogni modo, gli animali destinati alla vendita hanno ognuno un valore.
Con la stessa meccanica con cui servite i clienti, potete accudire gli animali di vostra proprietà.
Quando il task è completato, non riceverete un immediato compenso in denaro.
In questo caso un cubetto bianco segnerà che il vostro cane o gatto è migliorato in una caratteristica, aumentando il suo valore per la vendita.

Per quanto possiate pianificare, un imprevisto potrà sempre sconvolgere i vostri piani

Non solo animali, ma anche scartoffie da macinare

In Pet Shop è simulato anche il back office, come il tabellone faceva intuire.
Le fasi finali del turno riguardano proprio l’assunzione di dipendenti, il pagamento degli stipendi e cose di questo tipo.
Se siete da soli è un po’ un problema. A maggior ragione se non siete in ufficio, ma siete andati da qualche parte altra parte.
Assumere un Direttore semplificherà le operazioni di gestione del negozio.

L’autore presenta Pet Shop

Come si vince a Pet Shop

Stavamo per chiudere l’articolo quando ci siamo accorti che mancava l’informazione più importante: come si vince a Pet Shop?
Già, perché in realtà il gioco ha altre sfaccettature e anche le carte Cliente presentano diverse tipologie.
Su questi tecnicismi possiamo sorvolare.
Ma sulle condizioni di vittoria no.
Sebbene ci sia un commercio di beni e servizi, non è il solo fattore economico a decretare la vittoria.
Il vostro negozio, alla fine del mese, dovrà avere dei soldi sul conto, essere rinomato nel quartiere e avere almeno 5 Specialisti nel proprio organigramma.
Del resto sono le persone che assicurano la stabilità di un’azienda.

Un nostro dipendente si sta occupando della toilettatura di un nostro cane.
Aumenterà il suo valore

In conclusione

>> Link alla pagina dove scaricare il PnP
>> Link alla versione per Tabletop Simulator
>> Link alla versione acquistabile

Pet Shop è un print & play anomalo, perché costringe il giocatore a fare un grosso lavoro per avere la sua copia.
Da parte sua, alla pagina di BGG relativa al gioco, l’autore mette a disposizione una guida che ci orienta nello stampare i file.
Questo lavorio per alcuni può essere una noia, per altri un valore aggiunto del gioco.
Per il primo gruppo di persone, un po’ più impacciate, c’è il modulo per TTS, lo stesso che abbiamo usato noi per provare Pet Shop.
È gratuito, potete risparmiare toner, ma ha altre scomodità tipiche di questo software.
L’ultima possibilità che potete considerare è quello di ordinare una copia del gioco.
Aperta la pagina di The Game Crafter, abbiamo letto qualcosa che va sugli 85$.
Il prezzo è giustificato dal fatto, secondo nostra supposizione, che le copie di Pet Shop sono prodotte on demand.

Una vista d’insieme da TTS.
Se non avete una buona manualità questo software offre un’alternativa

A chi può piacere

Il gioco, una volta interpretato il regolamento, ha tutte le carte in regola.
Chi ama i gestionali, oppure anche solo gli animali, potrebbe essere interessato a Pet Shop.
Un gioco forse più complesso del peso 2.5 che BGG riporta.
Può essere comunque un family+ ed è sicuramente originale trovare un gioco con queste caratteristiche per un solitario.
Pet Shop ha la dignità per trovare spazio in una versione retail ufficiale.
Magari si potrebbe lavorare sulla grafica e per renderlo indipendente dalla lingua, dal momento che c’è molto testo nelle carte ed ora è disponibile solo in inglese.
L’autore, dopo aver limitato un po’ la presentazione, potrebbe proporre il gioco tramite crowdfunding.
Chi sa che non incontri la fortuna di altri suoi illustri predecessori.

Qui di seguito vi proponiamo una lista di giochi che possono piacerti se hai gradito l’articolo.
Acquistandoli dal nostro partner Get Your Fun attraverso questi link non ti costa nulla, anzi, e aiuterai a sostenere Volpe Giocosa:

11 Ottobre 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code