April 14th 1865: come salverete Lincoln dal suo destino

Il gioco che andiamo a proporre oggi è stato preparato per uno dei contest che Board Game Geek organizza.
Christopher Bilbao, che ringraziamo per il supporto dato per questo articolo, partecipò al concorso con il suo April 14th 1865.
Questa data dirà poco a molti giocatori italiani, se non fosse per lo spoiler del titolo.
Vediamo di capirne di più, sia del gioco che degli eventi ad esso correlati.

Tempo di lettura 7 minuti

Per chi va di fretta
  • Gioco roll & write gratuito in solitario
  • Dovete fermare l’assassino di Abraham Lincoln
  • Tutto il gioco in un singolo foglio: aggiungete solo penna e un dado
  • Nonostante la semplicità ha due modi per arrivare alla vittoria
  • Vi deve piacere gestire il rischio

Per completezza di informazione, Christopher offre il suo roll & write in formato print & play gratuito.
Tra l’altro è un formato davvero ridotto: una pagina per giocare e una di regolamento.
Essendo anche riportata una sintesi delle regole nel foglio di gioco, probabilmente potreste imparare a giocare direttamente dal PDF.
Alle conclusioni un piccolo ritaglio con il link ai files che l’autore ci ha gentilmente concesso di ospitare e condividere.

April 14th 1865
di Cristopher Bilbao
libera pubblicazione

1 giocatore. Età 8+

Durata: 5-15 minuti
Costo: gratuito (file alle conclusioni)


Pronti a salvare Lincoln

La polemica del Redattore

Come accennato nell’introduzione, la data nel titolo non accenderà nessuna lampadina nella testa di molti giocatori italiani.
Questo è dovuto principalmente al sistema scolastico.
A meno di insegnanti illuminati, 25 anni fa ma temo anche adesso, la Storia era un susseguirsi di date e nozioni.
I re di Roma, vassalli e la piramide feudale e alcune date sull’Unità di Italia e il Risorgimento.
Insomma, un iperspecializzazione su Europa e magari su ciascuna delle tribù barbare che invasero l’Impero Romano.

Una rappresentazione assassinio di Lincoln da parte di Booth

E il resto del mondo?

Cosa è accaduto nel frattempo in America, fatta eccezione per Colombo e le civiltà precolombiane, non è dato saperlo.
L’Asia? Altro buco nero dove spuntano i giapponesi nel 1945 con Hiroshima, ma non è chiaro come ci siamo arrivati.
In tutto questo il villaggio globale, come si chiamava la nostra società già a cavallo di questo secolo e il precedente, è più un miraggio globale.
Anche molti fatti di cronaca che i media ci passano costantemente sarebbero più comprensibili, e meno manipolabili, se non ci fosse quel divario di formazione storica di cui sopra.
Tornando ad April 14th 1865, sapere che quella data coincide con l’assassinio del presidente Lincoln, alla fine della Guerra di Secessione, potrebbe aiutare a capire certe conflittualità non ancora risolte.

La Polizia ha fatto perdere tempo a Volpe Giocosa: Lincoln è spacciato

Come si gioca a April 14th 1865

Torniamo al gioco.
Oltre ai fogli da stampare, dovete dotarvi di un comune dado a 6 facce e un mezzo per scrivere (anche una penna va bene).
Il regolamento è molto semplice, ma è in inglese e alcuni passaggi sono dati per scontati.
Queste omissioni non si riferiscono tanto al regolamento in sé, quanto all’ambientazione.
Vi chiederete chi è questo Booth che viene spesso citato. Spiegare il contesto semplificherà l’apprendimento del gioco.

La guerra è finita, ma il Sud cova rancore

Gli Stati del Sud hanno perso la guerra.
Il vostro personaggio in qualche modo ha capito di essere stato dalla parte sbagliata.
Tuttavia, in patria è visto come un eroe e si trova a far parte della cospirazione che ha l’intento di assassinare il presidente degli Stati Uniti.
Abraham Lincoln, nella realtà, morì il 14 Aprile del 1865 per un colpo di pistola sparato da John Wikes Booth.
Quella sera il presidente stava assistendo a una rappresentazione al Ford’s Theater (tuttora esistente e operante).
Il vostro scopo, come doppiogiochisti, è di evitare che ciò accada.

Anche questa volta è andata male. All’incontro con Booth manchiamo il lancio del dado, nonostante la possibilità di ritiro. Iniziamo a pensare che essere troppo veloci possa essere un male: meglio guadagnare qualche re-roll

Prendete dado e penna e andate a Washington DC

Il foglio che avete tra le mani rappresenta il quartiere dove si trova il Ford’s Theater.
Ci sono diverse palazzine, semplici caselle, che andrete a visitare nel corso del gioco.
Non è richiesta alcuna pedina: quando si visita un edificio si disegna un tratto.
Sarà importante il modo con cui si traccia, ma procediamo con ordine.

Diversi modi per sventare l’attentato

Ci sono due modi per salvare Lincoln.
Il primo è mantenere la copertura ottenendo la fiducia dei congiurati. Vi affideranno due compiti. Una volta portati a termine, basterà fermare Booth.
Se il vostro ruolo di sabotatori fosse scoperto, niente paura. Siete ancora in grado di salvare il presidente, ma questo approccio più diretto è sicuramente più difficile.

Google Map può mostrare l’isolato riportato nel foglio di gioco

Il tempo non gioca a vostro favore

Per niente.
Abraham Lincoln fu assassinato alle 22.30, mentre lo spettacolo iniziò circa due ore prima.
Durante il gioco mi sarà chiesto di tenere traccia del tempo.
Prima arrivate a fermare Booth più semplice sarà l’operazione. Arrivare comunque dopo un certo orario farà sì che troverete Lincoln già vittima del suo destino.

Christopher Bilbao spiega il suo gioco

La meccanica del gioco

perdonateci se ci dilunghiamo nel regolamento, ma lo facciamo per le ragioni riportate poc’anzi.
Una partita è divisa in 4 fasi (Step nel gioco).
Nella prima dovrete raggiungere una delle case sicure (safe houses) dove i congiurati si stanno organizzando.
Raggiunto l’edificio dovete svolgere i due compiti, uno alla volta, che i cospiratori vi affideranno.
Queste task sono selezionate da un lancio di un dado, così da dare al gioco una buona longevità.
Mentre state compiendo queste attività, alcuni Impedimenti vi faranno perdere tempo.
Tenete traccia del tempo trascorso.
Concluse le attività alla Fase 4 in base all’ora che si è fatta Booth sarà in un edificio diverso.
Attenzione, se avete superato le 21:00 (9 nel foglio), lo spettacolo al Ford’s Theater è iniziato e ormai la macchina che ucciderà Lincoln è stata avviata.
In questo caso non avete cambiato la storia.

Un piccolo schema che riporta il flusso di gioco in modo semplificato

Un piccolo inciso sul movimento

Piccolo inciso. È una parte con cui prendere dimestichezza.
Ad ogni turno lanciamo un dado che ci dice quanti edifici visiteremo.
All’interno del singolo turno un edificio non può essere visitato più volte e ci si muove fra palazzine vicine.
Un edificio è vicino ad un altro se il suo “numero civico” è in un intervallo +/- 2 rispetto al proprio.
Accade così che le caselle 4, 5, 2, 1 sono contigue alla 3.
Non è espressamente dichiarato, ma abbiamo supposto che “i numeri civici” siano circolari: 1, 2, 22 e 21 sono vicini all’edificio 23.
Fate attenzione che allo Step 1: dovete per forza muovervi su numeri dispari.
C’è poi una scorciatoia, Alley, un vicolo, che si attiva come bonus e permette di arrivare con una singola mossa ad edifici più lontani.

La probabilità di fermare Booth in base all’ora in cui lo intercettate

A faccia a faccia con Booth

Se tutto va bene arriverete a faccia a faccia con Booth.
Qui molti di voi storceranno il naso: attentatore viene fermato in base a un tiro di dado.
Tuttavia le probabilità di successo, per quello vi consigliavamo di essere svelti, aumentano in base all’anticipo con cui vi presentate.
Inoltre, nel corso del gioco, potreste aver ottenuto l’abilità di rilanciare il dado. Questa abilità può essere ottenuta tre volte.
Se non siete degli sprovveduti dovreste riuscire a gestire questa casualità.

Gameplay dello stesso autore

Gli Impedimenti

La prima volta si visita un edifico si fa un tratto. La seconda volta si segna un altro tratto in modo da avere una X.
Insomma, ogni numero pari di volte che andate in una casella avrete su quella costruzione una X addizionale.
Per ogni X che avete sull’edificio che visitate, dovrete far fronte ad un Impedimento.
Gli Impedimenti, come anticipato, fanno perdere tempo e possono, al limite, far saltare la copertura.
A questo punto il sistema visto in precedenza per conquistare la fiducia di Booth & Co perde di senso e si avvia un altro meccanismo.
Questa seconda procedura simula il battere il quartiere per intercettare i cospiratori.
Ottenuta una sequenza di lanci da 1 a 6, non per forza consecutivi ma anche intervallati da altri numeri, arriverete direttamente a confrontarvi con Booth.

Questa volta il piano è stato sventato!

In conclusione

>> Regolamento di 14th April 1865 (in inglese)
>> Ultima versione del foglio di gioco (in inglese 8 MB)
>> Versione del foglio di gioco B/N più leggera (in inglese)
>> L’ultima versione in anteprima per Volpe Giocosa con un ottimo artwork
>> Una versione esclusiva dopo uno scambio di email fra Volpe Giocosa e l’autore
14th April 1865 è un gioco che abbiamo scoperto quasi per caso.
Su BGG non c’è una pagina dedicata, a dire, il vero, ma se ne parla all’interno del 11th Roll and Write Design Contest.
Se ricordate è un tipo di competizione che spesso seguiamo e una volta ve ne abbiamo parlato.
Se amate questa tipologia di giochi è un’ottima fucina dove trovare giochi, tra l’altro gratuiti.

Il periodo storico

L’ambientazione di 14th April 1865 la conosciamo per qualche film di Hollywood che ci mostra la statua al Lincoln Memorial.
Un esempio può essere anche il Pianeta delle Scimmie.
La Guerra di Successione invece è qualcosa legato a Clint Eastwood o ai western di Sergio Leone.
Magari pure nei Simpson si trovano riferimenti alla sera del Ford’s Theater.
Dal punto di vista scolastico il Proclama di Emancipazione non lo troverete su nessun sussidiario.

Forse la migliore configurazione di gioco: Regolamento da una parte e foglio di gioco dall’altra

Com’è andata

All’inizio tocca prendere un po’ la mano con gli spostamenti.
Acquisita questa abilità 10 minuti a partita sono sufficienti.
Le missioni per entrare nel giro di Booth sono più o meno equivalenti in termini di difficoltà.
Si nota un buon bilanciamento: se siete veloci, evitate probabilmente qualche Impedimento di troppo.
Tuttavia, se visitate pochi edifici, non acquisite il bonus reroll che può essere utile nella resa dei conti.
Anche gli Impedimenti ci stanno. Forse il fermo di polizia è un po’ ansiogeno e aspettare un 1 o un 6 per uscire fa un po’ prigione del Monopoly.
Cristhopher ci mette tutta l’ambientazione possibile che può stare in un foglio di carta.
Come, ad esempio, il fatto che più l’ora X si avvicina, più Booth sarà vicino al luogo del delitto.
Sono cose piccole, chicche, ma piacevoli.

Qui di seguito vi proponiamo una lista di giochi che possono piacerti se hai gradito l’articolo.
Acquistandoli dal nostro partner Get Your Fun attraverso questi link non ti costa nulla, anzi, e aiuterai a sostenere Volpe Giocosa:

5 Luglio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code