Virus: corsa per l’antidoto

Oggi vogliamo proporvi un progetto Kickstarter (dai ormai avete capito di cosa si tratta), che partirà il 3 Maggio. Stiamo parlando di Virus, un’idea di Giochix.

La trama

La trama è sostanzialmente questa: il terribile Virus Q miete vittime. Se ti becchi questo malanno, ti trasformi, aldilà che sei un uomo o un animale, in un mostro bruttissimo. Tocca di andare dove è stato sviluppato l’agente patogeno, un laboratorio militare ora popolato da mostri, e cacciare fuori l’antidoto. Una volta entrati rimarrete chiusi dentro e due della squadra, i runner, dovranno andare in due apposite stanze per sbloccare la porta. Ovvio che, se non ce la fanno, il laboratorio esplode e tanti saluti a tutti. In questa storia c’è anche il fatto che il Virus Q è ovviamente contagioso a bestia: siate prudenti.

Meccaniche innovative

Virus sarà un gioco da 90 minuti circa, da 1 a 4 giocatori. Sostanzialmente è un gioco di tipo tedesco, con contaminazioni all’americana. A parte l’ambientazione, che ci è piaciuta, si evidenziano 4 aspetti che ci fanno pensare sia un progetto da sostenere:

  1.  Azioni in tempo reale
    Il gruppo farà le sue scelte in 60 secondi, dopodiché si proseguirà alla sua risoluzione. Ci aspettiamo questo meccanismo renda il tutto concitato e coinvolgente
  2. Diverse possibilità di gioco
    Virus può essere giocato in diverse modalità: cooperativo, semi-cooperativo e competitivo. Sono presenti tre livelli di difficoltà, nonché la modalità solitario. Interessante l’opzione dove un membro della squadra in realtà è un infiltrato che vi remerà contro.
  3. Sistema di risoluzione dadi innovativa
    “Roll te cube”. Questo è il nome del sistema. Sulla propria plancia si avranno dei quadrati colorati. Quando si lanciano i dadi, solo quelli che cascano nei riquadri sono risultati validi.
  4. Dove si nasconde il l’antidoto?
    Già. Dove lo tengono nascosto. In ogni stanza il team raccoglierà informazioni sulle caratteristiche della stanza (es: ha 3 porte). Una volta raccolti gli indizi, l’ubicazione dell’antidoto darà univoca. A noi ricorda, piacevolmente, Cluedo e crediamo sia azzeccata.

Per quanto riguarda componentistiche e materiali, tutto dipende da quale versione si vuole supportare e che livello raggiungerà la raccolta. Ovviamente non mancano miniature 3D ed altri accessori da acquolina in bocca. A noi ha convinto, e voi che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code