Sheriff of Nottingham: commercianti ladri!

“Quanti siete? Sì, ma cosa portate? Un fiorino” Ve lo ricordate questo tormentone del capolavoro “Non ci resta che piangere”? Bene, in poche parole riassume l’intera logica di Sheriff of Nottingham. Quindi abbiamo finito la recensione. Non siete soddisfatti? Ok, allora andiamo avanti.


Sheriff of Nottingham
Asterion

Da 3 a 5 giocatori. Età 13+ (ma forse meno)
Durata di una partita: 1 ora
Prezzo: 35-40 eur

 

In Sheriff of Nottingham un giocatore, a turno, ricopre il ruolo del negativo sceriffo di Nottingham, un po’ come la Disney ce lo ha raccontato. Questo losco figuro ha il compito di sorvegliare i mercanti che accedono al mercato, in modo che portino al suo interno solo merci dichiarate e, soprattutto, non siano vendute merci di contrabbando. Il ruolo dei mercanti viene svolto dai restanti giocatori, ma procediamo con ordine.

Dura la vita in assenza di Riccardo Cuor di Leone

Come dicevamo i giocatori sono mercanti che portano in piazza le proprie merci da vendere, mentre una persona a turno impersona lo sceriffo. I giocatori pescano da una pila di carte e da due mazzi degli scarti le merci. Queste possono essere, ad esempio, merci del tutto comuni, come mele, formaggio, pollo e pane. Ogni merce ha un suo valore, che poi rappresenta i punti a fine partita e un valore di penalità, di cui vedremo l’utilizzo dopo. Inoltre i mercanti possono giocare le carte “merci di contrabbando”, come ad esempio archi e alcolici, che valgono ovviamente di più. Come vengono giocate le carte?

Corruzione ai tempi del Medioevo

Come prima fase, tutti i mercanti si procurano in un certo modo un set di carte merce. Dopo avere fatto ciò, ne mettono un certo numero in una propria busta e denunciano il contenuto. I mercanti sono obbligati a dichiarare il numero di carte inserito, sul quale non possono mentire, e il tipo di carta (teoricamente le carte dovrebbero essere tutte dello stesso tipo.
Una dichiarazione valida è ad esempio “Ho 5 mele”.

A questo punto il maledetto sceriffo può scegliere di fidarsi o di fare un controllo. Se si fida, il mercante in questione apre il sacchetto e mette le sue merci sulla bancarella: alla fine della partita otterrà i punti del valore delle merci. Attenzione: metterà tutte le carte, a prescindere che corrispondano al dichiarato o no.
Se lo sceriffo preferisce fare un bel controllino, beh..la cosa si fa seria. Se effettivamente le cose stanno come diceva il commerciante, lo sceriffo paga le penalità riportate sulle carte al mercante e dovrà farlo con delle monete, che a inizio partita sono state date a tutti i giocatori. Se invece le cose stanno diversamente, tutte le merci non dichiarate sono confiscate e allora sarà il mercante a pagare una multa al tutore dell’ordine.

Si fanno tre giri di tavolo e chi fa più punti vince.
Semplice vero? Sheriff of Nottingham è semplice e divertente. In particolare è interessante il momento in cui il mercante, per non subire il controllo, prova a corrompere lo sceriffo allungando qualche moneta, passando qualche merce o promettendo favori. E già. Se volete vincere, qualche magheggio tocca di farlo. Questa parte rappresenta la parte più interattiva del gioco ed è davvero spassoso vedere giocatori che spergiurano di vendere mele, ma sono disposti a pagare pur di non subire il controllino dello sceriffo.

Sheriff of Nottingham è dal nostro punto di vista un buon party game. Forse il fatto che sia uscito di recente fa sì che sia un po’  in sovrapprezzo. Voi lo conoscete? Cosa pensate? Se vi abbiamo incuriosito, alla pagina di Asterion Press trovate il regolamento da scaricare per avere le idee più chiare. Altre foto sono invece disponibili sul sito di BoardGameGeek, dove abbiamo preso anche quelle proposte.

2 commenti

  1. Hello, I think your site might be having browser compatibility issues. When I look at your blog site in Safari, it looks fine but when opening in Internet Explorer, it has some overlapping. I just wanted to give you a quick heads up! Other then that, fantastic blog!

  2. The insurance themselves have put them all on youtube, lol, if you want to see them all user aamiinsurance …(eh, not working for them, but I knda liked the theme actually, especially the casting)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code