Kingswood: quando il Re dice abbasta

A un certo punto il Re dice abbasta. La Foresta è impestata di Mostri, in realtà alcuni sono anche buffi.
Però la Foresta del Re, Kingswood in effetti, deve essere ripulita. Little Rocket Games vi chiama.

Tempo di lettura 5 minuti

Il gioco che oggi vi proponiamo richiede che voi gestiate una Gilda.
Lo scopo della Gilda è gestire i 3 Avventurieri del villaggio e guadagnare Fama agli occhi del Re.
C’è un rifugio al fine della foresta: ci vediamo per le conclusioni.

kingswood

Kingswood
di Henry Audubon
Little Rocket Games

Da 1 a 5 giocatori. Età 10+

Durata: 30 minuti
Costo: 30 eur circa


Tutto in ordine nell’inserto in plastica

Kingswood non si presenta nella tradizionale scatola quadrata, ma ha forma e dimensioni di un libro.
All’interno trovate un inserto in plastica pre-formata che permette di tenere in ordine il materiale.
Due aspetti che possono sembrare banalità: all’interno della confezione trovate già alcuni ziplock, le bustine con chiusura a pressione, e una fustella con elementi bianchi.
Lì per lì penserete a un errore di stampa, ma una scritta vi solleverà.
Sono elementi pensati per sostituire eventuale materiale perso, crediamo.
C’è anche una plancia Luogo bianca, che può essere usata, se vogliamo, per creare un luogo personalizzato.

Il villaggio è pronto

Il villaggio è pronto (gli Avventurieri e la Guardia del Re sono in posa per la foto)

Luoghi Comuni e Speciali

Un po’ come in Targi non c’è un tabellone. L’area di gioco è costituita da mini plance che rappresentano i luoghi del Villaggio.
I Luoghi Base li ritroverete ad ogni partita, mentre si aggiunge una sesta plancia Luogo Speciale fra un set di 8.
Mescolati tutti insieme, vengono poi disposti in cerchio, con al centro il tabellone segnapunti.

Alcuni Luoghi Speciali

Alcuni Luoghi Speciali

Un sacco di mostri

Come da introduzione, lo scopo del gioco e far fuori dei mostri.
Sono rappresentati da un mazzo di carte formato da due Capitoli.
Nel Capitolo Due ci sono mostri più coriacei e vengono difatti incontrati più avanti nel gioco.
Per sconfiggerli bisogna attivare risorse che in precedenza la Gilda ha accumulato, e se serve pagare anche delle Monete. Ogni mostro sconfitto permette di avanzare sul tabellone segnapunti in base alla Fama che porta.
Alcuni mostri hanno poi anche effetti dedicati sul punteggio finale o immediati.

L'avventuriero non è un classico meeple, ma questa figurina spessa con un adesivo già incollato

L’avventuriero non è un classico meeple, ma questa figurina spessa con un adesivo già incollato

Gilde che crescono attraverso le missioni

La vostra gilda parte a inizio partita con una certa dotazione di Cuori, Libri degli Incantesimi, Spade e Monete d’oro.
Le prime tre risorse hanno un lato colorato e uno in bianco e nero.
Infatti, quando sono utilizzate, devono essere voltate su questo secondo lato.
Come abbiamo visto, servono per uccidere i mostri e si acquistano e ricaricano, riportandole sul lato colorato, nei Luoghi del villaggio a fronte di pagamenti in monete.
Ogni giocatore infatti ingaggia solo per quel turno uno dei tre Avventurieri che preferisce e lo muove sul Luogo che desidera.
In questo modo compie sia l’azione del Luogo di partenza che di destinazione.
La Guardia del Re va poi ad occupare il Luogo di partenza renderlo indisponibile ne turno seguente.
Ci sono diverse varianti da questo flusso base, ma sostanzialmente di va nella Foresta per sconfiggere i mostri e negli altri Luoghi per procurarsi le risorse per farlo.

Le Monete d'oro si pagano e basta, mebntre le risorse si aquiscano, ma l'uso non causa lo scarto. Semplicemente andranno ricaricaricate

Le Monete d’oro si pagano e basta, mentre le risorse si acquisiscono, ma l’uso non causa lo scarto. Semplicemente andranno ricaricate

Alcune idee rendono questo gioco non banale

L’idea di avere degli avventurieri che sconfiggono dei mostri non è così innovativa.
La buona idea di Kingswood e di non avere il proprio Avventuriero, ma di gestirne di volta in volta uno da un set comune a tutti.
La Guardia del Re, occupando il Luogo di partenza dell’Avventuriero, diventa un’arma tattica per i giocatori, che possono mettere in difficoltà gli avversari.
Allo stesso modo, dal momento che spostare un Avventuriero in un Luogo non attiguo costa denaro, anche la scelta di che Avventuriero muovere può essere importante.
Secondo aspetto interessante, ma che ormai si vede in tutti questi giochi, è la caratterizzazione delle Gilde.
Ogni giocatore parte difatti con un set di risorse iniziali diverse da quelle dei suoi avversari e con abilità speciali (asimettria).
Infine, ci sono ben 8 Luoghi Speciali e se ne usa solo uno a partita. Tra l’altro l’ordine dei luoghi nel cerchio è casuale e anche le Gilde sono sovrabbondanti, così da avere un setup sempre diverso.

I tre mostri oggetto del gioco in solitario.

I tre mostri oggetto del gioco in solitario.

Un gioco in solitario diverso dal multigiocatore

Il modo più semplice di creare un gioco in solitario è quello di predisporre un automa.
Senza denigrare questa scelta di design, ne esistono di molto efficienti con autori specializzati nella loro progettazione, sono abbastanza facili da realizzare.
Almeno una volta che uno c’è dentro, of course.
Molti di questi sono del tipo “Se si verifica una cosa, fai quest’altra” con qualche regola a favore dell’automa per renderlo più competitivo.
In Kingswood viene invece offerta una modalità solitario che offre un gioco differente.
Il fatto che tale sistema sia raccomandato persino dai palati fini di BGG la dice lunga.
Messo da parte il discorso della Fama, lo scopo del gioco è quello di sconfiggere due dei tre mostri più cattivi della Foresta.
Se poi nel modo multigiocatore la Foresta “si ricarica” di mostri ad ogni turno, nella versione solitario ne esce uno nuovo ad ogni turno.
Se però superano il numero di quattro, allora prendono il sopravvento e la partita è persa.

wp-1614669567260.jpg

In conclusione

Kingswood è uno degli ultimi giochi di Little Rocket Games ad essere pubblicati.
Tante le meccaniche all’interno, dalla gestione degli Avventurieri (piazzamento lavoratori), alla collezione di mostri uccisi (collezione di set di oggetti).
Già il Kickstarter fu un successo, con quasi 1500 sostenitori e 48000$ raccolti (non una cifra sbalorditiva, ma considerate il costo ridotto della scatola).
Il gioco secondo noi ha una buona longevità, data dall’asimmetria delle Gilde, ognuna con le sue abilità e risorse iniziali (giocatori a poteri diversi).
A questo si aggiunge un meccanismo che permette di avere ogni volta un “tabellone” sempre diverso.
Il regolamento è davvero semplice, ma le azioni disposte in circolo e la Guardia del Re lo rendono tattico.
Il gioco in solitario, a volte messo a forza dall’autore su pressioni dell’editore, è invece qui curato e segue una sua logica.

Ci era preso un colpo...invece era voluto

Ci era preso un colpo…invece era voluto

Se volete varietà ma non complicazioni inutili

Kingswood piacerà sicuramente a chi si annoia facilmente, essendo ogni volta il setup diverso così come la sequenza di mostri che vengono proposti nella Foresta.
L’unica ripetizione può essere vista nella spola “acquisisci risorse” – “vai nella Foresta”, ma capirete giocando che non è così banale.
Non ci sono elementi di casualità, se non nella proposta dei mostri, e questo farà felici quanti odiano i dadi.
E’ un buon solitario, come quelli che sono uscita anche presso altri editori, e visto il costo contenuto può essere acquistato anche solo per questo. La meccanica implementata infatti lo merita.

Ogni mostro, alcuni si ripetono per creares et da collezzionare, si sconfigge usando certe risorse e comporta una certa Fama. Ci sono anche abilità speciali

Ogni mostro, alcuni si ripetono per creare e da collezionare, si sconfigge usando certe risorse e comporta una certa Fama. Ci sono anche abilità speciali

Altri annunci da Little Rocket Games

Little Rocket Games ci ha anche informato che prenderà in carico la cura di Creature Comforts per le vendite italiane.
Chi ha sostenuto la campagna Kickstarter (da 350.000€) riceverà il gioco tradotto in italiano, grazie ad un accordo siglato con Kids Table Board Gaming.
Sembra molto carino questo titolo, destinato ad un pubblico a partire dagli otto anni, dove gli animali preparano la casa per l’inverno.
Speriamo di potervene riparlare presto, anche perché in Autunno sarà disponibile nei negozi italiani.

Se volete acquistare questo gioco, vi consigliamo di rivolgervi a Get Your Fun.
Arrivarci attraverso questo link a te non costa nulla, anzi, ed inoltre aiuterai a sostenere Volpe Giocosa.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code