Il Ballo in Maschera delle Coccinelle: un gioco che ha della magia

Nel weekend si può trovare quel tempo che a volte non riusciamo a dedicare alle volpine giocose.
Il titolo di oggi è davvero pensato per i giocatori più giovani. Ci riferiamo a Il Ballo in Maschera delle Coccinelle di dV Giochi.



Tempo di lettura 6 minuti

E’ in effetti un gioco la cui uscita vi avevamo annunciato tempo fa.
Anche a causa della pandemia, solo adesso siamo riusciti a giocarlo abbastanza con le nostre esperte volpine giocose.
Adesso abbiamo tutti gli elementi per presentarvi questo titolo.
L’appuntamento è alle conclusioni per pappare le leccornie della tavola imbandita.

3D_IlBalloInMascheraDelleCoccinelle

Il Ballo in Maschera delle Coccinelle
di Peter-Paul Joopen
dV Giochi

Da 2 a 6 giocatori. Età 4+

Durata: 20-30 minuti
Costo: 25 eur circa


Materiale in legno ed elementi magici

Il Ballo in Maschera delle Coccinelle si presenta in una classica scatola quadrata, un po’ più piccola dei tradizionali 27 cm.
Una menzione di merito va a i tre illustratori, Barbara Kinzebach, Anne Pätzke e lo stesso autore Peter-Paul Joopen.
Sul coperchio della confezione vediamo già due buffe coccinelle, dove una aiuta l’altra colorando i puntini sulle sue proverbiali ali rosse.
L’editore sottolinea come all’interno della scatola il materiale, Coccinelle e Formiche, sia in legno.
Non c’è infatti nessun componente in plastica.
Solo la freccia che si installa nel tabellone. E’ una di quelle che fa perno sul centro e gira con una schicchera.

Coccinelle magiche

Le Formiche, seppure simpatiche, sono pedine in legno antropomorfizzate.
L’effetto wow del gioco sono le Coccinelle. Sono 8 e sul dorso hanno 5 fori ciascuna.
Ci sono in effetti Cilindretti di diversi colori che si alloggiano in questi fori.
Ad inizio partita, ogni Coccinella avrà i Cilindretti, i pois sulle sue ali, tutti dello stesso colore.
Non vi diciamo ancora perché questi buffi insetti siano magici per fare un po’ di suspense.

Il tabellone

Il tabellone

Un collaborativo davvero semplice

Siamo di fronte ad un gioco cooperativo. Questo è un plus secondo noi, considerando l’età dei giocatori ai cui è rivolto.
In questo modo si evitano litigi e pianti.
Sempre nell’ottica del pubblico di riferimento, a pagina 3 del regolamento che dv Giochi rende disponibile c’è una piccola storia.
Se ad un adulto può fare sorridere, i bambini penderanno dalle vostre labbra.

La tavola imabindat dove tutti gli animali del prato vogliano arrivare per primi

La tavola imbandita dove tutti gli animali del prato vogliano arrivare per primi

Antefatto

Pare sia stato organizzato un ballo in maschera dove tutti gli animali del prato si presenteranno agghindati.
Le coccinelle non vogliono sfigurare e decidono di presentarsi all’evento ognuna con i propri pois di colore diverso.
Dal momento che in principio ognuna ha pois tutti dello stesso colore, dovranno mettersi d’accordo con le amiche per scambiarseli.
Non tutte poi potrebbero essere d’accordo, magari non amando un particolare colore.
C’è poco da cincischiare però! Anche le Formiche sono invitate al ballo e se arrivano prima alla tavola imbandita non lasceranno niente.

Le formiche si arrampicano sulle foglie per arrivare prime

Le formiche si arrampicano sulle foglie per arrivare prime

La meccanica di gioco

Nel mezzo del tabellone c’è un grande fiore a 8 petali di colori diversi.
Su ogni petalo ci sono due posizioni libere.
Su quella più esterna ci va la Coccinella con i Cilindretti di quel colore e il musino verso il centro.
Nel turno del giocatore, si fa ruotare la freccia che permette di selezionare una Coccinella quando si ferma.
La Coccinella viene raccolta e messa di fronte ad un’altra.
Se si attraggono si scambiano un Cilindretto del loro colore originale.
Può essere però che la Coccinella non ami il colore di quella che avete scelto. Inizierà così a ruotare offrendo le spalle alla vostra Coccinella. Siete stati sfortunati (oppure avete avuto poca memoria) e non succede niente, se non concludere il turno.
Se a fine di questa procedura la Coccinella ha 5 Cilindretti di colore diverso, allora vola su un dente di leone.
Sono questi 8 spazi sul tabellone dedicati ad ospitare le Coccinelle pronte per il ballo.

Le Coccinelle si sono piaciute: si scambieranno un Cilindretto

Le Coccinelle si sono piaciute: si scambieranno un Cilindretto

Le antipatiche e voraci Formiche

Se la freccia si ferma fra due petali, ovvero su una piccola fogliolina, allora le Formiche avanzano alla Festa.
Carina la storiella che giustifica questa meccanica col fatto che le Formiche vengono da più lontano.
In sintesi, come le Coccinelle “preparate” vanno sui denti di leone, così le Formiche vanno sulle foglie di una pianta rampicante a lato del tabellone.
La squadra che riempie per prima i suoi spazi, ovvero le Coccinelle dei giocatori o le Formiche della Scatola, vince la partita.

Tutti gli elementi per far divertire le volpine giocose

La grafica de Il Ballo in Maschera delle Coccinelle ricorda quella del celebre cartone animato l’Ape Maia, che ha cresciuto generazioni di bambini.
Come dicevamo, sebbene possa sembrare una stupidaggine, la storiella pensata dall’autore è efficace nel catturare l’attenzione dei bambini e nel “motivarli” ad accettare la sfida.
Nella scatola vi è anche una piccola plancia, la tavola imbandita, abbastanza inutile ina fredda ottica di meccanica, ma simpatica per i bambini.

Una Coccinella pronta per il ballo

Una Coccinella pronta per il ballo

Simpatia e antipatia

Il pezzo forte è però da cercare nelle Coccinelle.
Vi siete chiesti come fanno a scegliersi?
Sì, sono calamitate. Quando due poli uguali si trovano vicini si respingono e la forma delle Coccinelle le rende adatte a ruotare.
Vale invece il principio per cui gli opposti si attraggono, così che che quando polo positivo e polo negativo si incontrano le Coccinelle si attirano.
La scatola contiene 4 Coccinelle con una polarità e altre 4 con un’altra, sebbene detto così sia fisicamente scorretto.
Tuttavia quello che conta è che i bambini vedranno le Coccinelle muoversi senza nessun contatto, come mosse da una magia.
Siamo nel 2021 e ne abbiamo viste di tutti i colori, ma il vedere pezzetti di legno che si muovono mossi da una mano invisibile, intenerisce anche gli adulti.

Coccinella scontrosa

Coccinella scontrosa

E’ davvero adatto a bambini così piccoli?

E’ abbastanza ambizioso il fatto che sia per i 4+. In qualche modo è comunque veritiero.
Ovviamente funziona se un adulto accompagna i bambini.
Ad esempio, la meccanica “si piacciano” e “non si piacciono” è facilmente comprensibile.
Quello che ci gira intorno, come le Formiche, necessità un po’ di pazienza o di semplificazione.
Come avrete intuito il gioco ha una componente memory, ovvero si richiede di ricordarsi quali Coccinelle vanno d’accordo tra loro.
Una meccanica che ai bambini piace sempre.

wp-1614463792272.jpg

In conclusione

Il Ballo in Maschera delle Coccinelle è un gioco di dV Giochi davvero per i più piccoli.
Uscì per la prima volta nel 2002, non in Italia, ma ancora può dire la sua.
Probabilmente non divertirà un gruppo di soli adulti, che invece potrebbero sorridere nel vedere i bambini sorpresi.
L’autore ha un’idea geniale nell’inserire un effetto wow non a latere del gioco, ma nel centro della meccanica.
Il sistema delle calamite funziona sicuramente bene, ma bisogna fare attenzione.
Se non si seguono bene le regole, può accadere che “matematicamente” non si riesca a raggiungere l’obiettivo.
Evento raro, perché i magneti sono abbastanza potenti da far sì che la “reazione” delle Coccinelle non dia adito ad equivoci.

I bambini e la competizione

Giocare a giochi competitivi con bambini piccoli può essere complesso.
A volte non sono pronti ad elaborare la sconfitta, sebbene sia una capacità importante.
Gli adulti giocando con loro sono portati a farli vincere, con un valore educativo che non sappiamo se sia corretto.
Lasciandoli giocare da soli però si rischiano litigi.
Con un collaborativo si dovrebbe aver evitato il problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code