Bag Man: spedizioni, legali e non, in tutta Italia

Abbiamo già conosciuto Emanuele Cancelliere, il vulcanico fondatore di Torinoys. Oggi scendiamo nei dettagli di Bag Man.




Bag Man è un gioco che viene dall’esperienza stessa dell’autore, in una certa misura come quanto visto in Yukon Airways dell’amico Al Leduc.
Tutto un altro tipo di gioco tuttavia, per un gioco che pesca a pieni da titoli evergreen con aggiunte di meccaniche moderne.
Ci vediamo alle conclusioni se non spifferate cosa abbiamo nel nostro van.

scatola_nagman_review

Bag Man
Torinoys

Da 2 a 6 giocatori. Età 8+

Durata:  60-90 minuti
Costo: 39.90 eur


Tanto materiale in un formato inusuale

La scatola che contiene Bag Man è di grandi dimensioni 41 x 31 x 6 cm.
Un formato abbastanza inusuale, come l’apertura del coperchio con due alette che lo bloccano nei lati.
Le dimensioni sono giuste per ospitare il tabellone pieghevole in 4 che crea una mappa dell’Italia.
Le città principali sono collegate tra loro da tracciati e le Isole sono collegate da tratti marittimi, tra l’altro a pagamento.
I collegamenti sono pallini-caselle che contemplano anche Autogrill (BagSnack) e Benzinai (BagOil).

Un sacco di carte

Sotto la scatola un inserto di cartone ospita gli spazi di molte tessere e banconote.
Le Tessere Missioni sono gli ordini, legali, che i fornitori incaricano e pagano attraverso le Tessere Compenso.
Durante il percorso, quando si finisce su una casella “intermedia”, se è bianca si pesca una Whitecard, mentre se è nera c’è l’opportunità di acquisire un’interessante Blackcard.
In stile Monopoly, ogni giocatore ha una dotazione di banconote iniziali, un furgone e una sede aziendale.
Questi ultimi componenti sono in 3D, col tipico stand in cartoncino che sta in piedi con un “piedino” di plastica.
Non mancano i dadi per muoversi lungo l’Italia.

Un pick-and-delivery in salsa Monopoly?

Filosofia del gioco

In Bag Man dovremmo scegliere un colore al quale si abbina una sede sulla mappa. Pagate le tasse per quella sede all’Erario (la Banca) e un Mini Van.
Questa è la vostra piccola azienda iniziale che dovrà raccogliere pacchi in qualche punto dell’Italia e consegnarli in un altro (che poi è la definizione di pick-and-delivery).
Lo scopo del gioco è essere l’azienda di consegne più ricca alla fine del tempo stabilito, oppure aver fatto fallire i concorrenti.

Su e giù per lo stivale

Le Tessere Missioni indicano dove recarsi per ritirare un pacco e dove deve essere trasportato.
In realtà non è così banale, perché alcune consegne richiedono di passare dalla propria sede o da una Filiale che nel frattempo avremmo aperto.
Generalmente dovete pagare per ritirare la merce e alla consegna pescherete casualmente una Tessera Compenso che indicherà quanto incasserete.
Il compenso dipende dal mezzo di trasporto usato e dal numero di filiali che si hanno, nonché da una componente casuale.
Questo sistema di pagamento giustifica il potenziamento (upgrade) del proprio mezzo di consegna, da Mini Van a Truck, passando per un Van base.

Non solo consegne per fare soldi

In Bag Man non è il sistema di consegna l’unico modo per fare soldi.
Lungo il tracciato trovate Autogrill e Benzinai. Generalmente si risolve con un pagamento all’Erario, ma c’è anche la possibilità di comprare la catena di servizi.
Autogrill e Benzinai sono infatti raggruppati per colore e ogni colore rappresenta una catena, un marchio se preferite.
Se la catena è vostra, voi percepirete gli incassi.

Se i soldi non bastassero, potete ricorrere al Nero

Consegne per clienti onesti e servizi quindi. Ma non solo.
A Bag Man se si finisce su una casella-pallino nera si pesca una Blackcard.
Ci viene offerto un lavoro remunerativo, ma poco legale.
Merce illegale, o rubata, da consegnare in qualche città oppure semplicemente recarsi in qualche posto per un compenso.
In questo modo la vostra azienda si arricchirà in fretta, ma se lungo il percorso, pescate Whitecard con controlli…beh, può finire male.
Per fortuna le missioni delle Blackcard sono facoltative.
Le Whitecard, oltre a controlli anti-Nero, rappresentano tutti gli eventi e inconvenienti che un corriere può incontrare nel suo lavoro.
Che ci si qualcosa di autobiografico?
Si può trovare un portafoglio, ma anche prendere delle multe. O addirittura perdersi e finire in tutt’altra città rispetto a quella prevista dal nostro itinerario.

Un gioco con diverse componenti aleatorie

Bag Man è un gioco dove conta molto la fortuna (se esiste). Dopo uno scambio di e-mail con l’autore ci conferma che è una cosa valuta, nello spirito di avere un gioco imprevedibile.
Può infatti capitare di essere spazzati dall’altro capo dell’Italia per avere pescato solo una Whitecard sfortunata.
La componente aleatoria influisce anche sulle ricompense. Infatti, non c’è una collegamento diretto fra Tessera Missione e Tessera Ricompensa.
Tuttavia l’autore ha fatto revisionare il sistema di ricompense ad un matematico.
Il sistema è diventato un push-your-luck, ovvero dove la gestione del rischio è a carico del giocatore.
Con un Mini Van difficilmente si faranno guadagni importanti, che invece sono garantiti con l’uso di Truck.
Questo spinge a fare missioni a nero (Blackcard) che permettono una crescita più rapida, ma più rischiosa.
I proventi possono essere usati per migliorare i mezzi aziendali, comprare Autogrill o Benzinai e abbandonare l’illegalità (forse).

In conclusione

Bag Man è il primo gioco della Torinoys e del suo fondatore Emanuele Cancelliere.
Il mondo delle consegne Emanuele lo conosce bene e prova a trasmetterlo con questo gioco (qui il sito ufficiale).
Ne è è uscito un pick-and-delivery con una gestione economica molto accurata.
Diversi criteri di fine gioco permettono di adattarlo a chi si siede al tavolo.
Sebbene indicato a partire dagli 8 anni, alcune missioni a Nero potrebbero essere diseducative. Fatte capire ai bambini che è un gioco, ma non è che la TV sia più educativa.
I materiali sono inusuali per un gioco da tavolo, anche perché la Torinoys non si è affidata ai soli produttori.
Il gioco risulta curato comunque, anche se in un formato a cui non siamo abituati.

Amanti del rischio e della gestione del denaro

Speriamo di avermi trasmesso un’idea di come Bag Man funzioni.
C’è sicuramente un’attenta gestione delle finanze aziendali e della pianificazione dei viaggi da compiere lungo l’Italia.
Spesso un’attenta pianificazione si dimostra inutile, in quanto vanificata da una Whitecard.
Sarà anche frustrante vedere un avversario avvantaggiato solo perché la sua Tessera Missione indica due località a lui più vicine o favorevoli.
Se siete amanti della logica ferrea dei german, Bag Man forse vi farà storcere il naso.
Tuttavia questi elementi casuali rendono il gioco accessibile a tutti, anche se non esperti pianificatori o giocatori, diventando un gioco adatto per le prossime vacanze di Natale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code