5-Minute Mystery: ritrovare il MacGuffin

Due giochi che si giocano in, quasi, 5 minuti: 5-Minute Mystery e 5-Minute Dungeon.
Entrambi i titoli sono editi in Italia da dVGames e ve li presenteremo proprio in questo ordine.
Partiamo quindi alla scoperta di 5-Minute Mystery.


Tempo di lettura 5 minuti

L’audio Podcast

5-Minute Mystery è un gioco deduttivo dove, attraverso delle informazioni che si raccolgono durante la partita, i giocatori collaborano per arrivare ad identificare il ladro del MacGuffin che era esposto al museo di Tuttologia.
Vi facciamo sapere alle conclusioni se siamo riusciti a mettere le cose a posto.

Per chi va di fretta
  • 5-Minute Mystery non dura 5 minuti ma poco ci manca
  • Un gioco deduttivo dove bisogna individuare i 4 elementi che caratterizzano il Colpevole
  • Davvero family: adatto ai bambini, ma non solo a loro.
  • Poteva esserci un problema di longevità, ma l’autore ha trovato una soluzione
  • Divertente anche l’applicazione, sebbene non indispensabile

5-Minute Mystery
di Connor Reid
dV Games

Da 2 a 6 giocatori. Età 8+

Durata: 5 minuti
Costo: lo trovate su Get Your Fun


Il decoder è l’elemento wow

5-Minutes Mystery si presenta nella classica scatola quadrata.
All’interno, nel preformato di plastica, troviamo per lo più carte.
Ci sono di fatti le carte dei Sospettati, che sono tutti animali ben abbigliati e accessoriati.
Tipologia di pelle, cappelli, occhiali ed altri oggetti, per un totale di 4, servono a creare un identikit univoco di ciascun personaggio.
Questi oggetti, quattro per ognuna delle 4 categorie, li ritroveremo tra poco spiegando il gioco.
Le altre carte invece, di dimensione maggiori, rappresentano gli Scenari.
Sono ambienti del museo di Tuttologia, come una sala espositiva o un magazzino.
Ogni immagine nasconde 5 simboli.
Sono forme geometriche, ciascuna di colore diverso.
Ogni forma geometrica è declinata in 5 versioni (per 25 simboli in tutto, se volete).
Per capirci, il quadrato può essere proposto nella sua semplicità dei 4 lati, oppure con altri dettagli.

Il Decodificatore ha 5 cilindri dove ognuno può avere 5 posizioni possibili.
Mettete l’azzurro alla vostra sinistra e siate rapidi

Il decoder

I simboli nascosti dello Scenario sono le stesse che trovate sul decoder.
Ha la forma, sebbene in dimensioni più grandi e comode, del Cryptex del codice da Vinci.
Trovare i simboli nello Scenario e riproporli nel decoder, girando i vari tamburi per avere la stessa combinazione, è la strada per risolvere il caso.
È così infatti che si accede agli indizi che permettono di far partire il processo deduttivo all’Indovina Chi.
Questo dettaglio ci porta a spiegare il gioco.

Ogni Sospettato è caratterizzato da 4 elementi.
Ogni elemento proviene da un gruppo diverso.

Pochi minuti per individuare uno o più colpevoli

Quattro gruppi di Indizi, gli accessori e le caratteristiche che definiscono ciascun Sospettato

Ogni caso è leggermente differente

Ad inizio partita si sceglie un Fascicolo.
Ognuna di queste carte indica l’obiettivo della missione.
Lo scopo finale è sempre quello di individuare il colpevole del furto del MacGuffin, ma a volte sarà necessario anche trovare il suo complice.
Inoltre ogni Fascicolo indica qualche piccola variante al regolamento, alzando o abbassando il livello di difficoltà, e riporta il tempo a disposizione per concludere la missione.
E’ possibile scaricare un app dedicata che lavora offline, oppure si può usare uno smartphone, per tenere traccia del tempo trascorso.

I Fascicoli sono divisi i 3 livelli di difficoltà.
16 Fascicoli in totale

Trovare i 4 elementi che individuano il colpevole

Ad ogni modo 5-Minutes Mystery non funziona come un investigativo.
Non c’è connessione fra Fascicolo e Colpevole, che invece viene sorteggiato casualmente ogni volta, un po’ come a Cluedo.
È un token quadrato che durante il setup è posato sul tavolo a faccia in giù, nascondendo l’identità del colpevole. Come dicevamo ogni Sospettato è identificato da 4 accessori ciascuno proveniente da 4 gruppi diversi, nel gioco pile distinte di token.

Nelle carte Scenario si cercano i simboli da mettere nel Decodificatore

Il succo del gioco

È un po’ complesso e inutile scendere nel dettaglio, ma la sequenza di gioco è all’incirca questa.
Si avvia il cronometro, si gira una carta Scenario, si scovano i simboli nascosti e un giocatore li seleziona nel decoder.
Confrontando la soluzione sul retro della carta i giocatori capiscono se ci hanno preso e, nel caso, rivelano un Indizio a caso fra le quattro categorie disponibili.
Affiancando il token Indizio alla tessera Colpevole, un sistema di codice a barre (fidatevi o vedete l’immagine) permette di capire se il Colpevole possiede o no quell’oggetto.
Carte con l’immagine dei Sospettati sono state distribuite in parti uguali ai giocatori ad inizio partita.
Dopo la rivelazione dell’indizio ogni partecipante può “scartare” le carte che non rispettano l’informazione appena appresa.
Andando avanti in questo modo il cerchio dovrebbe restringersi attorno al colpevole.

Ad inizio partita è sorteggiato un Colpevole o più (a seconda dalle istruzioni del Fascicolo).
Supponiamo di avere ottenuto due Indizi, Peli e Ventaglio.
Il sistema di codice a barre ci dice che il Sospettato ha sì i Peli, ma non il Ventaglio.
Restringete il campo dei Sospettati usando le carte

La longevità di 5-Minute Mystery

Gli investigativi e le escape room, per quanto si impegnino gli autori, hanno poco o nullo replay value.
In altre parole non sono rigiocabili: alcune scatole si possono rivendere, altre è più onesto regalarle, altre si possono solo buttare.
5-Minutes Mystery, anche se come ricordiamo è un deduttivo, poteva soffrire della stessa problematica.

In effetti Colton, gatto di grande esperienza, ha i Peli ma non il Ventaglio

Impossibile affidarsi alla memoria (almeno per noi)

L’anello debole potevano essere gli Scenari.
In effetti buona parte del tempo, soprattutto tra novellini, si perde nel cercare i simboli nascosti nell’immagine.
È chiaro che dopo un po’ si potrebbe imparare a memoria la carta, ricordandosi dove sono nascosti i simboli o addirittura quali sono.
Adesso, a parte il fatto che non è che siamo queste Volpi, però nonostante davvero un buon numero di partite questo non è successo.
L’autore ha trovato un ottimo escamotage.
Come dicevamo ogni carta rappresenta una parte del museo, che funziona un po’ da sfondo.
Ecco: gli “sfondi” si ripetono.
Lo stesso magazzino viene riproposto in diverse carte e in ciascuna di esse la “cinquina” di simboli è differente. Un bel boost alla longevità del gioco, che comunque dispone anche già di un’espansione.
Comunque le carte Scenario sono ben 32.

Gli “sfondi” degli Scenari si ripetono.
Questo artificio inganna la memoria, così da dare longevità al gioco

Potrebbe sembrare un gioco solo per bambini

Gli animali sospettati, l’enigmatico MacGuffin del museo di Tuttologia, con un Tricheco come direttore, rendono tutto surreale.
Quasi infantile.
Beh, sebbene 5-Minute Mystery possa essere un gioco adatto anche a volpine giocose, non è pensato solo per loro.
Noi lo abbiamo giocato fra adulti e, complice la durata ridotta di una partita, si è portati a giocare più volte di fila. Tra l’altro alcuni Fascicoli, ad esempio quando bisogna trovare due Colpevoli, richiedono un processo deduttivo più articolato di quello illustrato.
Imparerete con l’esperienza come, oltre alla velocità nel risolvere gli Scenari, è opportuno scegliere la categoria di Indizi al momento più utile per cercare di eliminare dal cerchio dei sospettati quante più carte possibile.

In conclusione

>> Link al regolamento

5-Minute Mystery è un uno due giochi 5-Minute che dVGames ha da poco proposto.
Un collaborativo basato sulla deduzione dal taglio decisamente family.
Tutta la “coreografia” attorno al gioco stesso contribuisce a circondare il gioco con un’atmosfera fresca e scanzonata.
In questo senso fa il suo lavoro anche l’applicazione, alla fine un semplice cronometro, ma che ripropone la carta Fascicolo in maniera buffa: la parlate del direttore-tricheco è imperdibile.

Il foglietto riassuntivo: un vostro grande amico

In quanti si può giocare?

Per quanto riguarda la scalabilità, lo abbiamo giocato con un numero diverso di persone al tavolo.
In due giocatori diventa complicato gestire il decoder e trovare i simboli negli Scenari, ma è ugualmente divertente.
La carta Scenario è abbastanza grande, secondo noi, per supportare il gioco di 3-4 giocatori.
Per numeri maggiori di partecipanti, un giocatore potrebbe fare dal collegamento fra chi cerca i simboli e chi ha il decoder.
E’ presente anche una versione in solitario, ma perde quella giovialità e frenesia che circonda 5-Minute Mystery.
Se siete amanti dei deduttivi e cercate qualcosa di rapido da intavolare, 5-Minute Mystery e’ la vostra scatola che può coprire diversi ruoli, dal family al party game al gioco per bambini.

Qui di seguito vi proponiamo una lista di giochi di questo editore, che possono interessarvi se avete apprezzato questo titolo.
Acquistandoli dal nostro partner Get Your Fun attraverso questi link non ti costa nulla, anzi, e aiuterai a sostenere Volpe Giocosa:

23 Settembre 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code