It’s a Wonderful Kingdom: sarà in Italia con Studio Supernova

Quando è uscito It’s a Wonderful World molti lo hanno etichettato come il nuovo 7 Wonders. Con il bestseller di Bauza condivide il tema di civilizzazione, ma anche alcune meccaniche, come il drafting.
Noi di Volpe Giocosa crediamo che sia un gioco a se stante e che il paragone si fermi giusto qui, essendo invece una realtà diversa.
In particolare, abbiamo giocato anche ad una sua espansione, Guerra o Pace.
E’ chiaro che la notizia che Studio Supernova localizzerà It’s a Wonderful Kingdom non può che farci piacere.

Tempo di lettura 4 minuti

Avevamo avuto modo di darvi qualche anticipazione quando intervistammo l’autore Frédéric Guerard.
Abbiamo “giocato con lui” anche con Meeple Land, un titolo completamente diverso dalla serie It’s Wonderful, ma che ci aveva ugualmente convinto.
Non resta quindi che darvi più dettagli su It’s Wonderful Kingdom e alle conclusioni fare un punto.

Un’operazione commerciale?

Beh…ogni qualvolta un editore propone un gioco è per forza di cose un’operazione commerciale.
Quello che intendiamo verificare in questo paragrafo è che non sia una mera operazione commerciale, ovvero un gioco nato solo sull’entusiasmo per la serie It’s Wonderful.
Iniziamo col dire che siamo di fronte a un gioco diverso, come si evince dal regolamento.

Differenze col predecessore

It’s Wonderful World poteva essere giocato fino a 5 giocatori, mentre It’s a Wonderful Kingdom solo in 2 (e in solitario).
Segue un po’ l’evoluzione di 7 Wonders. Bauza pubblicò solamente dopo la versione Duel.
Come da titolo cambia anche l’ambientazione. Se World era ambientato in un futuro distopico, Kingdom ci porta nel Medioevo.
Le carte che prima indicavano agglomerati geopolitici, adesso si chiamano Feudi, ad esempio.
Con la serie originale ha in comune la complessità, la durata e la età minima per giocare, anche se per noi sovrastimata.

Flusso di gioco che permette di dividere le carte dai giocatori (Split & Trap)

Come si conquista un regno

Se in It’s a Wonderful World le carte giravano con un sistema di drafting (dove le carte girano tra i giocatori e ne scelgono una), in It’s a Wonderful Kingdom il sistema assomiglia a quello de La Spedizione Perduta.
Anzi, con un po’ di elasticità, possiamo dire di averla vista in Coloretto.
Con questa meccanica si creano 2 vetrine pubbliche e ad ogni turno ciascun giocatore ne sceglie una e ne prende in carico le carte.
Un sistema prevede anche di creare vetrine con carte celate (trappole), ma è un dettaglio che potete vedere da soli nel regolamento.
Il sistema di produzione non si discosta molto da quanto vista nell’altro titolo.
Il nome delle risorse è però ambientato allo scopo, con Popolazione ed Oro, ad esempio.
Ritroviamo una risorsa jolly invece, il Krystallium.
Non ci sono più né Generali né Banchieri, ma solo Soldati.
Come in It’s Wonderful World è prevista una modalità solitario e un modulo Missione.
Ci attendiamo, come sempre, che questi concetti trovino spazio poi in espansioni, così come la pagina del Kickstarter proponeva.

Cosa propone Studio Supernova

A fine, poco dopo l’invio dei Kickstarter, Studio Supernova si occuperà di It’s a Wonderful Kingdom.
Parliamo orientativamente dell’Autunno / Inverno 2021.
La confezione avrà un costo di circa 35€

In conclusione

Abbiamo giocato a It’s Wonderful World e provata la campagna di Guerra o Pace.
L’esperienza ci era piaciuta tanto da intervistare l’autore Frédéric Guerard.
Ci è stato mostrato un sistema quasi ingegneristico nel progettare un gioco, con un bilanciamento quasi maniacale dei suoi titoli tramite l’uso di fogli di calcolo e simulatori.
Giochi che hanno dietro molte ore di lavoro quindi, un po’ come sempre, ma che poi si vedono nei risultati.
E’ chiaro che It’s a Wonderful Kingdom fosse attesissimo, così che la campagna Kickstarter ha raccolto quasi mezzo milione di euro.
L’autore ha provato una nuova meccanica per far “girare le carte”.
Abbandonato un tradizionale drafting, Guerard si è orientato verso uno Split & Trap, una sorta di “spacca e dividi”.
E’ un sistema che si usa anche nella divisione dei dolci tra bambini: uno fa le parti, l’altro sceglie.
Inoltre l’autore in It’s Wonderful Kingdom mette un pizzico di pepe in più.
Dopo la campagna Kickstarter, Studio Supernova si occuperà di portarlo in Italia.
Non vediamo l’ora.

Cosa possiamo acquistare

Ovviamente è presto per un pre-ordine.
Tuttavia potreste allenarvi con It’s a Wonderful World, il “padre” di questo nuovo gioco.

It's a Wonderful World

Sei il capo di un impero in via di sviluppo. Favorirai il percorso di Finanza, Guerra, Scienza o forse un percorso completame...

44,99 €

Guerra o Pace

Se avete già il gioco base, potrebbe invece interessarvi la campagna Guerra o Pace.
Tante buste da aprire ad ogni nuovo avanzamento per una campagna rigiocabile.

Corruzione o Ascesa

It's a Wonderful World: Corruzione & Ascesa

Sei ancora a capo di un impero in crescita. Mentre continui a esercitare la tua influenza, dovrai affrontare nuove sfide come...

34,99 €

Questa è l’espansione che l’autore ci ha indicato prediligere.
Anche nelle varie community abbiamo riscontrato commenti positivi.
Peccato non averla ancora giocata. In questo caso potreste essere voi ad aggiornarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code