Varianti per I Coloni di Catan: possono ringiovanire questo titolo?

Sapete che I Coloni di Catan è stato uno dei primi giochi in Volpe Giocosa, quando ancora doveva nascere in realtà. Vi proponiamo ora per l’appunto delle Varianti per i Coloni di CatanIn realtà non è tutta farina del nostro sacco.
Abbiamo infatti trovato un articolo interessante su Dicebreaker e abbiamo deciso di riproporvelo con le nostre considerazioni.
Nel finale vediamo se abbiamo “rinfrescato” I Coloni di Catan.

Un classico che ormai tutti conoscono

Coloni di Catan è un gioco uscito nel 1995.
All’epoca considerato un german, poi a causa di elementi di casualità passato ad american.
I più pragmatici hanno abbondonato questa logora definizione da un po’.
Andando invece nella sostanza, I Coloni di Catan è un gioco dove si crea un’isola con esagoni e ci appone sopra un numero da 2 a 12.
Si costruiscono poi degli insediamenti nei vertici delle tessere e delle strade connettono i vari villaggi e città.
Per costruire tutto ciò si lanciano i dadi e le tessere con il numero uscito producono risorse agli insediamenti confinanti.
Tutti i numeri tranne che il 7. In questa occasione i banditi sono spostati su una tessera, che diventerà improduttiva fintanto vi permangono.
Un po’ come la tessera Deserto da cui partono, che non produce niente.
Si va avanti fino a che non si totalizza un certo numero di punti.
Questi vengono fuori in base all’insediamenti costruiti, al premio “strada più lunga” e ad altre sfaccettature.

catan-il-gioco

Giocabile sono a partire da 3 giocatori, senza l’ultimo regolamento

Non sappiamo quanto in realtà servano varianti per I Coloni di Catan.
Come dicevamo è un titolo molto amato in Volpe Giocosa, a cui sono legati anche di versi ricordi.
Ha il neo di poter essere giocato solo in 3-4 giocatori e anche le numerose espansioni non scalano verso il basso.
Tuttavia il sito ufficiale del gioco ci proponeva un regolamento per 2 giocatori, che abbiamo avuto il modo di proporvi.

Una partita dall'archivio storico di Volpe Giocosa

Una partita dall’archivio storico di Volpe Giocosa

Le 10 varianti per I Coloni di Catan

1. Iniziare con le tessere esagonali che nascondono cosa producono ✔️

Due parole sul setup.
In ordine ciascun giocatore sceglie dove porre i suoi primi villaggi che, come abbiamo visto, produrranno risorse in base alle tessere confinanti.
Questa variante suggerisce di tenere i numeri scoperti, in modo che ognuno sappia quanto è probabile quella tessera sia produttiva, ma senza sapere cosa.
In effetti legna e argilla all’inizio sono i motori del gioco e chi controlla, magari con 6 o un 8, una di quelle tessere, avrà una strada spianata verso il successo.
Attenzione però.
Anni fa trovammo un app che creava setup bilanciati per I Coloni di Catan.
Andrebbe ritrovata.

2. Corrompere chi vi mette i banditi sotto casa ✔️

Quando esce un sette potete, abbiamo visto, spostare i banditi in un’altra tessera.
Potete anche rubare una carta a caso tra quelle della mano di un giocatore confinante ai banditi.
Casualmente.
Con questa regola, il malcapitato può offrire di sua sponte una risorsa affinché i banditi non finiscono vicino a un suo insediamento o magari non vengono mossi proprio.
Insomma, in senso più lato, si può mettere una regola addizionale o diversa per l’uscita del 7.

Cavalieri o la strada più lunga danno punti extra. I giocatori, con la regola King od the Hill, possono coalizzarsi per strappare la vittoria a chi ha già raggiunto i punti richiesti

Cavalieri o la strada più lunga danno punti extra. I giocatori, con la regola King od the Hill, possono coalizzarsi per strappare la vittoria a chi ha già raggiunto i punti richiesti

3. Nessuna vittoria a sorpresa ✔️

Aron Garst chiama questa regola King of the Hill. Fra le varianti per I Coloni di Catan è l’unica che agisce sul punteggio.
Il gioco termina infatti, nella sua versione standard, a 10 punti. Si può portare a 12 o 15 secondo l’autore dell’articolo.
L’aspetto più interessante è però evitare “vittorie a sorpresa”.
Chi arriva a 10, o al valore prestabilito, dovrà mantenere tale punteggio per un turno.
Nel corso di questo turno gli avversari possono coalizzarsi e, a seconda del metodo con cui il vincitore in pectore sta vincendo, cercare di sabotarlo.

4. Ritenta sarai più fortunato ❌

Sono diversi i giochi nei quali si può ri-lanciare i dadi. L’articolo cita il famoso Yahtzee, di cui dovremmo sicuramente parlarvi un giorno di questi.
Generalizzando, un giocatore ha un certo numero di possibilità durante la partita per ritirare i dadi, qualora il risultato non gli convenga.
E’ la variante che ci ha convinto di meno. Il lancio di due dadi dà un numero di possibilità note a priori.
Che il giocatore si arrangi con quelle.

Le proabilità dei dadi, specialemente se due, sono facilmetne calcolabili. Non vediamp la necessità di modifche in questo senso

Le probabilità dei dadi, specialmente se due, sono facilmente calcolabili. Non vediamo la necessità di modifiche in questo senso

5. Costruire ponti ❌

Con questa variante, oltre alla strade si possono costruire ponti.
Durante le partite a I Coloni di Catan, specialmente se in 4 giocatori con solo il set base, qualcuno avrà un insediamento in un angolo della mappa.
Completamente tagliato fuori, sarà difficile essere in lizza per la vittoria.
Con questa variante, con un costo in risorse da definire a inizio partita, si crea un ponte che taglia in due una tessera.
Bisogna accordarsi sui ponti disponibili per partita.

6. Annaffiare il deserto ❌

Per considerazioni strategiche o perché il tabellone è stretto, a volte si costruisce su un vertice del deserto non producendo niente.
Perché non sostituire il deserto con un’altra produzione?
A dire il vero questa variante non ci ha entusiasmato.
A volte costruire lato deserto lo si fa per interrompere la predominanza avversaria nell’area, creando di fatto un danno ad un altro giocatore.
Non produrre niente può essere il corretto prezzo da pagare.

Ogni tessera produce quacosa, tranne il deserto, che non piace anessuno (credit: egledujeu.fr)

Ogni tessera produce qualcosa, tranne il deserto, che non piace a nessuno (credit: egledujeu.fr)

7. Ritirare i doppi ❌

Anche questa variante ci entusiasma poco.
Si basa sul fatto che chi ottiene un numero doppio, ritira.
Ok, dà una scossa al gioco, rendendolo anche più veloce, ma aumenta forse il livello di casualità che è proprio odiato da molti giocatori.
L’idea è anche di accorpare 2 e 12, risultati rari, e ottenere una risorsa da entrambi numeri sia che esca uno o l’altro risultato.

8. La regola di Robin Hood ✔️

Come la regola 2, è diretta verso l’uso dei banditi.
In sostanza si definisce un punteggio minimo e i giocatori sotto questa soglia non possono essere oggetto dei tormenti dei banditi.
Il giocatore che ha fatto 7, insomma, dovrà andare a infastidire qualche d’un altro.
Regola giusta, anche se indirizzare i 7 contro il giocatore in fuga dovrebbe essere scontato.
Variante interessante, soprattutto presso tavoli illogici.

Su Get Your Fun si trova l'espansione per 5-6 giocatori. Per 2 giocatori bisogna ricorrere al regolamento base

Su Get Your Fun si trova l’espansione per 5-6 giocatori. Per 2 giocatori bisogna ricorrere al regolamento scaricabile

9. Delitto e Castigo ❌  / ✔️

Ancora un’altra azione rivolta a gestire meglio i banditi.
Nel primo caso si tolgono proprio. Quando esce in 7 tutti i giocatori ottengono una risorsa del tipo stabilito ad inizio partita.
Può essere che i banditi vi piacciano: allora perché non proibire, nel caso un i banditi controllino una tessera, qualsiasi costruzione sul suo perimetro e vertici

10. Firmare cambiali ✔️

E’ una variante che in Monopoly è largamente sconsigliabile.
Fra le varianti de I Coloni di Catan è forse l’unica che prova a regolare lo scambio di risorse tra i giocatori.
La nuova regola propone di fare un patto vincolante dove qualcuno scambia con un altro giocatore una risorsa che non ha, impegnandosi a pagarla qualora la produca o ne venga in possesso.
Regola carina.

I banditi sono un altro elemento del gioco che a tutti non piace (credit: wikihow.com)

I banditi sono un altro elemento del gioco che a tutti non piace (credit: wikihow.com)

In conclusione

I Coloni di Catan è un gioco che ha fatto la storia dei giochi da tavolo.
Alcuni lo propongono come entry level, ovvero come titolo per avvicinare al tavolo chi ancora non è pratico con i cosiddetti giochi moderni.
Molti in realtà continuano a giocarci, altri ancora pensano esistano entry level migliori e che quindi I Coloni di Catan siano un gioco superato in toto.
In Volpe Giocosa siamo convinti sia un entry level, ma godibile non solo per “allenarsi” a titoli più impegnativi.
Per coloro che invece vogliono rinfrescare il gioco, proponiamo queste varianti, riadattate dall’articolo originale apparso su Dicebreaker.
Ci siamo permessi con dei simboli di riportare quelle che si sembrano buone idee e quelle no.

Catan: Il Gioco

Da oltre 15 anni milioni di persone in tutto il mondo competono commerciando e costruendo nel classico gioco creato da Klaus ...

31,99 €

In ogni caso per partire a giocare a I Coloni di Catan serve almeno la scatola base.
I ragazzi della community di Get Your Fun hanno questo titolo e molte espansioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code