The Great Race: una folle corsa agli inizi del XX secolo


The Great Race ci porta fra giungle e deserti del Sud America e dell’Africa, in una pazza corsa. Una gara piena di imprevisti e sorprese. Venite con noi o rimanete in pantofole?

The Great Race è un progetto Kickstarter che verte su un’epica gara automobilistica negli Anni 30. Un gara che in realtà è più una spedizione: niente autodromo o macchine aerodinamiche. Vi proponiamo una corsa fra le pendici delle Ande, i deserti dell’Africa e giungle varie. Il vostro mezzo è un mezzo camioncino parzialmente cingolato (half-truck) equipaggiato ad ogni evenienza.

The Great Race La confezione che vi verrà recapitata

The Great Race
La confezione che vi verrà recapitata

Un progetto ambizioso

The Great Race è un progetto ambizioso. La stessa pagina lo riporta come un gioco di “gestione risorse, pianificazione strategica e ottimizzazione”. Beh…tanta carne al fuoco.
E’ richiesto un pledge (il contributo che ci si impegna a pagare a campagna conclusa) di 50 Eur per la scatola base, 65 Eur per avere anche ADD-ON Duel, che permette il gioco in 5 giocatori.
Verificate voi le spese di spedizioni. Arrivo previsto Marzo 2021.
Entrambi i set conterranno anche tutte le migliorie sbloccate (stretch goals) durante la campagna. Sapete infatti che a seconda dei fondi raccolti, il proponente si impegna ad aggiungere altre componenti.
A Volpe Giocosa sembrano sempre abbellimenti che più o meno non cambiano la sostanza, ma a molti piacciono.

L'italico mezzo affronta selvagge distese

L’italico mezzo affronta selvagge distese

Al momento la campagna ha raccolto 26.000 Eur a fronte del minimo richiesto di 20.000 Eur. Funded!

Vedo difficoltà nel team inglese: quel pendio non dice niente di buono

Vedo difficoltà nel team inglese: quel pendio non dice niente di buono

Comparto grafico e materiale

Purtroppo non abbiamo niente di “fisico” sotto mano, anche se ci stiamo organizzando.
Il proponente, François-Gilles RICARD, ci ha messo a disposizione materiale digitale.
Lui ne cura anche l’aspetto grafico, mentre Maxence Vaché ne è il designer.
La grafica è davvero curata, con immagini e stile che ci riportano all’epoca e ambientazione proposte.

Il campo di gioco

Il campo di gioco

Già la confezione base propone carinissimi meeple personalizzati. In particolare ci ha colpito il camioncino.
Le banconote sono anch’esse curate e non per niente dozzinali, riproducendo stampe dell’epoca.
Ad ogni giocatore è poi affidata poi una plancia personale, simulante il cruscotto di un veicolo. Una buona trovata, che abbiamo già visto Yukon Airways.
Sempre nelle dotazioni personali troviamo un cartoncino per nascondere le proprie risorse, che riporta una stampa azzeccata.
Non sappiamo invece giudicare la plancia, che deve essere coperta da tesserine tonde: vorremmo vederla dal vivo.
Sappiamo essere fronte-retro, con Africa e America del Sud.
Un sacchetto di tela consente di contenere le tessere.
Non manca un mazzo di carte da condividere.

Un team tutto rosa per il 5° giocatore

Un team tutto rosa per il 5° giocatore

Uno sguardo al regolamento

Il regolamento è disponibile in inglese qui. E’ disponibile anche in francese, ma il proponente sta arruolando appassionati per tradurlo in varie lingue.
Siamo di fronte a un libretto di 16 pagine che ci dice subito le condizione di fine gioco: il primo arrivo alla città finale. La sua lettura e veloce e con esempi che facilitano la comprensione.
Ogni giocatore è quindi dotato del suo veicolo, ovvero di un equipe di nazionalità differente, di 5 assistenti meeple e una certa quantità di denaro. Viene scelta la partenza e l’arrivo e…si parte!

La plancia giocatore indica le condizioni di salute del veicolo, il carburante disponibile e quanto denaro riceve per turno il giocatore, tramite una logica di posizionamento meeple. Gli stessi assistenti permettono, secondo il loro posizionamento, di ottenere da loro una mano in modo diverso.
Magari le abilità le leggete da soli nel regolamento…

Sembra che l'equipaggio si sia arenato nel deserto

Sembra che l’equipaggio francese si sia arenato nel deserto

Le fasi del turno

Passiamo alle 4 fasi costituenti un turno:

Bivacco
Si ottengono delle carte risorse da un’insieme disponibile a tutti. Ogni giocatore può tenere quante carte le sue attuali condizioni del veicolo permettano.

Pianificazione
Ogni giocatore segretamente arrangia i suoi assistenti-meeple sulla sua plancia.

Convoglio
Compra carburante, gioca carte e gioca parte dei tuoi meeple.
Trovate nel regolamento dettagli sulle abilità delle carte.

Mantenimento
Ci si riorganizza per il prossimo turno

La competizione sembra agguerrita

La competizione sembra agguerrita

Le tessere sulla mappa: la chiave del gioco

Il succo del gioco sono, secondo noi, le tessere che si pescano dal sacchetto a mano a mano. C’è un modo per evitarlo, ma avventurarsi senza presa di coscienza, espone il vostro veicolo a insidie e guasti (ippopotami, incendi e disgrazie varie).

I belgi si sono impantanati: brutta storia

I belgi si sono impantanati: brutta storia

Condizioni di vittoria

Siamo nell’era dei gentlemen: non basta arrivare primi per vincere.
Un sistema di punteggio, “i punti prestigio”, oltre all’ordine di arrivo, premia anche il denaro residuo e le condizioni del veicolo.

Platypus Game

Platypus Game

L’opinione su The Great Race

The Great Race ci è sembrato un titolo interessante appena visto sul portale Kickstarter.
Come detto è molto ambizioso e propone in circa un’ora un esperienza “immersiva” fino a 4 giocatori (5 con l’add-on) che abbiano almeno 10 anni.
Forse la versione base è già sufficiente per avere una buona esperienza di gioco.

Se vi avessimo “tirato dentro”, vi consigliamo di leggere su Wikipedia il raid Pechino-Parigi del 1907.
E’ disponibile gratuitamente anche il libro scritto del giornalista che era a bordo del veicolo italiano: La metà del mondo vista da un’automobile.

2 commenti

  1. Grazie mille per la tua opinione e per il tuo articolo e ci vediamo presto sulle strade della Grande Corsa (The Great Race !)

    • Grazie a te e François per il materiale fornitoci.
      Sembra The Great Race sia un grande titolo: siamo sicuri sarà un successo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code