Play Modena: 2-3 Aprile 2016

A Modena, dal 2 al 3 Aprile, si terrà l’ottava edizione del Play. Appuntamento davvero importante nel mondo del gioco, visto che è interamente centrato su questo tema.
L’avvenimento si terrà presso il complesso di Modena Fiere, con oltre 22000 mq coperti di esposizione. Altri eventi sono invece organizzati nel centro storico di Modena.

catan

play-modena.it

Come dicevamo la manifestazione Play si svolge nel quartiere fieristico di Modena. Inizierà Sabato 2 Aprile, con apertura alle ore 9:00 e chiusura alle ore 20:00.
Riaprirà il giorno seguente, Domenica 9, alla stessa ora, ma chiuderà prima, alle 19.00.
L’autobus della linea 9 collega la stazione ferroviaria al complesso fieristico.

L’abbonamento per due giorni costa 22 Eur, mentre un singolo giorno 14 Eur. Sono possibili riduzioni e convenzioni per particolari categorie, fra le quali bambini e ragazzi.
Sul portale di Modenafiere e Vivaticket è possibile acquistare i biglietti del Play in prevendita.

A questo link trovate l’elenco degli espositori. Interessanti le novità a tema socio-culturale come “Muri, Frontiere e Migrazioni” e l’utilizzo del nuovo padiglione F; da non perdere il BG Storico, sezione dedicata ai giochi da tavolo di tema storico. Sarà anche allestito un Dungeon visitabile per gli amanti del genere fantasy e dei giochi di ruolo, interessante novità del 2016. Al padiglione B trovate Casa Europa, area dedicata a case editrici europee.

giochi

play-modena.it

Fra le aree espositive da tenere sicuramente in considerazione, ricordiamo l’Area Autoproduzione. Questo è un punto di incontro che il Play mette a disposizione per gli autori, che si divertono a ideare, realizzare e talvolta produrre i propri giochi. Particolare attenzione anche ai giochi astratti.

Si consiglia comunque di consultare il programma in modo da pianificare bene la propria visita e non perdersi, magari, proprio gli eventi a cui eravate maggiormente interessati.

Lodevole l’interessamento verso le scuole, sottolineando l’importanza del mondo del gioco nel percorso formativo dei ragazzi.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code