Hens: tante galline diverse da mettere in ordine

“Little Rocket Games lancia un Kickstarter per Hens
“Ah.. sarà un gioco sui vichinghi”
In due righe siamo riusciti a trasmettervi la nostra ignoranza. Nessun vichingo all’orizzonte, ma galline di diversa razza.

Tempo di lettura 3 minuti

A trarci in inganno, oltre all’ora tarda, sarà stato il poco fortunato gioco di Rosenberg noto come Hengist (bollino rosso su BGG).
Il gioco dei ragazzi di Bracciano è decisamente più bucolico, parlando dell’organizzazione di un pollaio con galline di diversa razza e valore.
Un gioco di carte dove Little Rocket Games ha messo dentro tutta la squadra.
Che cosa ne sarà uscito?

Un gioco di carte con ottima grafica

Hens è un gioco di carte che avete l’opportunità di provare su Tabletopia dopo aver letto il regolamento.
In realtà è talmente semplice che le animazioni della pagina sono sufficienti a capire la logica.
Come dicevamo molto carine le illustrazioni, prese in carico da Marco Salogni.
Troviamo rappresentate delle galline di diverse razze, dalla più nota padovana a qualcosa di più esotico.
Ogni carta ha poi rappresentato un valore negli angoli in alto, delle uova in calce e alcune delle coccarde.
Ogni giocatore ha poi un gettone Gallo: altrimenti che pollaio sarebbe?

Due possibilità di pollaio, ma comunque ordinati

Come creare un pollaio ordinato

Inutile scendere nel dettaglio dal momento che il gioco, come dicevamo, è molto intuitivo.
Ogni giocatore dovrà creare un pollaio con le carte, formando una griglia 4×3 o 3×4.
Le galline non possono essere disposte a capocchia.
E’ buona cosa che le ovipari della stessa razza stiano insieme, a formare “isole”.
Si può spezzare questa regola solo se la carta Gallina che si posa ha un valore superiore rispetto alle confinanti.
Se in qualunque momento si crea una situazione dove non siamo in grado di calare una carta correttamente, la si pone di dorso.
Capite che non è certo un merito.

Molto di più rispetto a questo

In realtà questa è solo la meccanica base.
Il sistema di punteggio premia diversi fattori, fra cui quelli indicati da una carta obiettivo sorteggiata ad inizio partita.
Posizionare poi il token Gallo su un’isola di galline, eleggerà quella zona a fine partita per il calcolo del punteggio.

Little Rocket Games mette in campo tutto il team

Grande l’impegno della squadra di Bracciano, capitanata dal leader Giampaolo Razzino nelle vesti di designer.
Fra gli sviluppatori del gioco anche Zemilio, conosciuto per quel gioco essenziale che è Rune, e il cui eco si ritrova anche in Hens.
Come dicevamo la grafica è di Marco Salogni, di cui tempo fa avevamo proposto un Kickstarter.
La produzione e revisione è affidata ad Alessandra Canini, che anche la portavoce di Little Rocket Games.
Sembra ci sia stato un playtesting sistematico, coordinato da Alfonso Romano.
Insomma, è stata messa in campo l’artiglieria pesante!

In conclusione

>> Link al Kickstarter
>> Link al regolamento
>> Link a Tabletopia

Terza proposta Kickstarter da parte di Little Rocket Games con Hens.
Inutile dire che, mentre scriviamo, il crowdfunding ha abbattuto già i 3000€ richiesti, aprendo di fatto la corsa ai stretch goal.
Il gioco proposto conferma la linea dei giochi di carte della casa editrice (ricordate Dream, Tic Toc, ad esempio).
Tuttavia Hens ci sembra un gioco più evoluto rispetto a quello citati. Sfrutta, forse, esperienza di Rune e una naturale crescita nel design da parte del team.
Del resto il costo di una copia è 15€ con 5€ di spedizione per la prima copia e 3€ per le successive.
Consegna molto stretta: Aprile 2022 per il PNP (così potete subito giocare).
A Dicembre 2022 tutto confezionato invece.
Come diceva Pizzul: “Tutto molto bello”.

Se volete acquistare alcuni dei giochi citati, vi consigliamo di rivolgervi a Get Your Fun.
Arrivarci attraverso questi link a te non costa nulla, anzi, ed inoltre aiuterai a sostenere Volpe Giocosa.

26 Gennaio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code