Giochi a tema Dune: passato, presente e futuro

Blogger un po’ strutturati sortirebbero con “Oggi inauguriamo una nuova rubrica“.
Siccome sappiamo che non siamo costanti, diciamo solo che oggi vi vogliamo parlare dei giochi a tema Dune.
Parleremo anche di altre ambientazioni? Boh. Intanto oggi vi portiamo nell’universo di Frank Herbert.

Tempo di lettura 7 minuti

Abbiamo infatti fatto una ricerca sul nostro portale di riferimento, Board Game Geek, e abbiamo visto ci sono diversi giochi a questo tema.
Alcuni di questi sono famosi e arcinoti al pubblico di giocatori, altri sono in formato prototipale o Print and Play.
Partiremo dall’inizio, spiegando dove nasce l’ambientazione dei giochi a tema Dune per discutere sulle conclusioni nel nostro sietch.

Il capolovaro di Frank Herbert: Dune

In principio conoscemmo Dune per il videogioco, anche lui primo di una lunga serie.
Una sorta di avventura grafica del 1992, ora scaricabile gratuitamente.
Riuscimmo poi a procurarci una copia del libro, lo stesso che ora vediamo su Amazon.
Un racconto diviso in più parti, del “peso” del Signore degli Anelli, fu letto in una manciata di serate.

Lista di giochi a tema Dune

Lista di giochi a tema Dune

La spezia deve scorrere

Dovrebbe esistere una scienza dell’infelicità. La gente ha bisogno di tempi difficili e di oppressione per sviluppare i propri muscoli psichici

Il romanzo è ambientato in un lontano futuro. L’umanità è organizzata su diversi pianeti con un sistema feudale che vede a capo l’Imperatore, supportato dalle Grandi Case.
Un pianeta di questo universo è Arrakis, noto come Dune.
Questo pianeta è un feudo della Casata Harkonnen, ma è stato previsto che adesso sia passata agli Atreides, famiglia della quale Paul, il protagonista, fa parte.
Dune è ricoperta da un deserto inospitale, con temperature elevatissime e spazzato da tempeste di sabbia.
Per lo più queste sabbie sono abitate da vermi giganteschi.
E’ però l’unico pianeta dell’Impero, proprio dovuto alla particolarità del suo ecosistema, dove è possibile trovare la Spezia.
Questa sostanza è un po’ la vera protagonista di tutto il racconto.
E’ costosissima, ma consente particolari capacità.
Piccole quantità di Spezia, infatti, permettono di estendere di centinaia di anni la vita umana e può ampliare le capacità della mente umana, fino alla preveggenza.
E’ a tutti gli effetti una droga e crea dipendenza.
A nessuno importa niente delle vicende che accadano sul pianeta, né della popolazione autoctona dei Fremen.
L’importante è solo che la Spezia sia disponibile nell’Impero.

Il ruolo dei vermi di Dune si evolve durante la serie (credit: reddit.com)

Il ruolo dei vermi di Dune si evolve durante la serie (credit: reddit.com)

Una serie molto lunga con adattamenti cinematografici

Sebbene in Italia non siamo sicuri il ciclo di Dune sia uscito da una nicchia di estimatori, all’estero, specie in America, è molto noto.
Herbert dopo il primo romanzo crea un seguito di libri, seguito poi dal figlio.
Sebbene il primo tomo, frutto di uno studio che l’autore aveva condotto sul deserto per altre ragioni, era un’opera “fresca”, alcuni libri successivi sembrano un po’ forzati.
Eppure non solo del primo libro esistono delle trasposizioni cinematografiche.
Il film più famoso è quello del 1984 di David Linch, che vede anche la partecipazione del cantante Sting.
La miniserie del 2000 invece ha Giancarlo Giannino come Imperatore.
Grande è l’attesa per il nuovo film, atteso per il 2021.

Un fotogramma del film del 2021 (credit: cinematown.it)

Un fotogramma del film del 2021 (credit: cinematown.it)

I giochi da tavolo a tema Dune

Il dormiente deve svegliarsi

Come da introduzione, abbiamo fatto una piccola ricerca su BGG per i giochi a questo tema.
La nota community ne riporta 23.
Non abbiamo qui l’occasione per mostrarveli tutti, ma ci riferiremo a 4 titoli.
I primi due sono giochi in scatola che già trovate, o troverete a breve, nei negozi:

Gli altri due hanno una forma più semplice:

pic4815198

Dune

  • di Bill Eberle, Jack Kittredge e Peter Olotka
  • Da 2 a 6 Giocatori
  • Durata: ì120 minuti. Età 14+
  • Lingua:Italiano

Fino a poco tempo fa solo in inglese, adesso Cosmic Games lo traduce in italiano.
Pareri non entusiasmanti su la Tana dei Goblin, lo si vede su diversi canali youtube alle spalle dell’esperto di turno.
Abbiamo riportato che ci riferiamo alla versione del 2019, dal momento che ne esiste una del 1979.
All’epoca, ma forse anche oggi, fu un titolo che introdusse meccaniche innovative e che si può giocare anche se non si conosce o ama Herbert.
All’epoca infatti battaglie regolate non alla Risiko era una novità.
Onestamente aspettiamo di avere sotto mano la copia italiana per fare una recensione del gioco.

La versione del 1979

La versione del 1979

Una rapida occhiata a come si gioca

Sei le fazioni, ognuna composta da sei personaggi chiave.
Senza rivelare niente sulla storia (no spoiler), le “squadre” sono congelate ad un certo punto del libro.
Ad ogni modo spieghiamo qui la base del gioco, lasciando ad altre circostanze una panoramica sulla modalità avanzata.
Ognuno dei 10 turni è organizzato in 9 fasi.
In ciascun turno si aggiorna l’ecosistema di Dune, con la tempesta di sabbia che si muove e nuovi giacimenti di Spezia che vengono a galla.
C’è la possibilità di farsi dare dall’associazione mercantile della spezia (CHOAM) se si è poveri.
Se si vuole, si possono riportare in vita truppe e leader, dopodiché si procede con le battaglie e la raccolta della Spezia.
Non è infatti quest’ultimo un elemento secondario, in quanto la Spezia è la moneta del gioco che serve sia per la “resurrezione” già citata nonché per puntare alle aste per le carte Tradimento.
Le carte sono un elemento importante del gioco, con una meccanica del “traditore” davvero intrigante.
Se avete letto il libro, ci sono molti connessioni con i termini del libro.

Un gioco corposo

Il manuale di Dune è corposo. Bastano però poche pagine per poter iniziare a giocare, mentre la modalità avanzata richiede un po’ di attenzione.
Più che altro ogni fazione è caratterizzata con abilità a lei dedicate e una parte corposa del regolamento riporta una sinossi del mondo di Dune.

pic5666597

Dune: Imperium

  • di Paul Dennen
  • Da 1 a 4 Giocatori
  • Durata: 60-120 minuti. Età 14+
  • Lingua: Italiano (Aprile 2021)

Asmodee porterà in Italia questo gioco in primavera, ma abbiamo già raccolto indicazioni di alcuni giocatori stranieri.
E’ un gioco ex-novo, diversamente da Dune del 2019.
Anche la complessità è inferiore a quella del celebre titolo ispirato alla saga di Herbert.
L’unico affanno è prendere dimestichezza con le carte e le numerose opportunità offerte.
Come il celebre parente c’è un mazzo da costruire (deck building) e in più offre lavoratori da piazzare.
Il collegamento fra le due meccaniche è dato dall’invio dei propri Agenti.
Rispetto ad altri titoli con il tema Dune, questo gioco offre la possibilità di giocare sia in solitario sia in due giocatori.
In entrambi i casi, però, si tratta di regolamenti dedicati.
Per gli amanti dell’ambientazione, sembra che questa versione sia meno evocativa di altre.
La grafica si rifà al film in uscita. Probabilmente ci sarà più familiare dopo avere visto quest’opera.
C’è da dire che l’ampia gamma di possibilità che offre oggi il mercato legata ai materiali, non è qui sfruttata.
I meeple ci sembrano abbastanza impersonali, così come gli immancabili cubetti.

pic2427360

Dune: The Dice Game

Lo scopo dell’autore è chiaro fin dall’introduzione: fornire un gioco che abbia una complessità inferiore a Dune, ma meno triviale di Dune Express.
Il gioco di Günther offre una mappa azimutale di Dune, divisa in regioni, con alcuni luoghi chiave.
L’obiettivo è proprio il controllo di queste zone e ogni giocatore controlla una fazione della serie.
L’universo di Dune è governato da intrighi, alleanze e doppiogiochisti.
La meccanica delle alleanze, e in particolare quella che regola le trattative, ripropone questo aspetto.
E’ il Kanly (si veda questo glossario su Dune), il codice che regola le guerre fra casate, il motore del gioco.
Questo meccanismo comprende intrighi, assassini e azioni che riguardano le carte.
Ci sono poi elementi da wargame, con movimenti truppe e combattimenti.
Il clima di Dune è simulato anche nelle tremende tempeste di sabbia.
Ogni giocatore ha poi una plancia personale, del casato, dove per l’appunto raccoglie e gestisce in dadi.
L’autore pone anche attenzione nel caratterizzare ciascuna fazione così come Herbert riporta nel libro.
Anche le azioni sono personalizzate seguendo questa logica.

Alcune carte di Battle for Arrakis (credit: BGG)

Alcune carte di Battle for Arrakis (credit: BGG)

The battle for Arrakis

  • di Matthias Kortleven
  • Da 2 Giocatori
  • Durata: 30-60 minuti. Età 12+
  • Lingua: Inglese
  • Files

Oltre al videogioco citato nell’introduzione, tempo dopo uscì Dune 2. In questo gioco c’era poca simulazione ed era un gioco simile al più famoso Commmand & Conquer.
Si costruivano edifici, che a loro volta sfornavano unità militari che andavano a menare quelle avversarie.
Il pianeta era conteso da più di una fazione, infatti erano previsti anche gli Ordos, di cui non si trova traccia nei libri.
Il gioco di Kortleven propone solo gli Harkonnen e gli Atreides.
Si tratta di un gioco di carte, con la grafica e il nome dei mezzi ereditato dal sopracitato gioco.
Ogni unità ha un costo, una potenza e della abilità speciali.
Questi mezzi servono per controllare dei settori. Raggiunto infatti il valore di Potenza per quella carta ci si aggiudicano i punti vittoria segnati.
Anche qui battaglie fra unità attaccanti e difendenti, con meccaniche abbastanza semplici.
Interessante il sistema per cui l’autore propone 3 livelli di complessità del gioco.
Per ogni livello, in realtà il secondo e il terzo sono prototipali, si introducono nuovi effetti, come le fortificazioni e gli effetti ambientali. Staremo a vedere gli sviluppi.

La Serie oro sul ciclo Dune

La Serie oro sul ciclo Dune

In conclusione

La litania contro la paura: un pezzo che molti fan sanno a memoria

Dune è un universo che ha ispirato diversi registi. George Lucas ha affermato non ci sarebbe stato Star Wars senza Dune.
Nella saga di Herbert troviamo il Bene Gesserit difatti, mentre nei film campione di incassi ci sono i cavalieri Yedi. Anche Luke Skywalker ricorda un po’ il Paul Muad’Dib.
Anche i giochi da tavolo si sono prestati a una trasposizione, con ben 23 titoli censiti da Board Game Geek.
Giochi vecchi, nuovi, progettati da designer esperti oppure da semplici fan di Dune.

La nostra selezione

Il gioco più famoso in quest’ambito è Dune del 1979, con una ripubblicazione nel 2019.
Cosmic Games sì è occupato della traduzione italiana.
Invece la localizzazione di Dune: Imperium è prevista per Aprile 2021 da parte di Asmodee.
Conosciamo poco questo gioco, ma ci rifaremo. Al momento non ci sembra così ambientato, ma forse dopo aver visto il film su Dune che uscirà quest’anno, ci ricrederemo.
Propiniamo anche due titoli in formato prototipale o Print & Play.
Se Dune è troppo lungo e complesso e Dune Express troppo “frivolo”, Dune: The Dice Game si basa sull’adagio virtus in media est. Pensiamo di tornare su questo titolo.
Ancora embrionale, diciamo a un terzo di quello che sarà il gioco finito, Battle for Arrakis.
Grafica e logica presa a prestito anche dal videogioco Dune 2 per questo gioco di carte a 2 giocatori. Anche questo non male.
C’è anche una reinterpretazione del Monopoly, non solo nella grafica, ma anche nella meccanica.
Non ci va però litigare anche per S.Valentino.

Dune - Il gioco da tavolo

EDIZIONE ITALIANA Originariamente pubblicato nel 1979 e basato sul romanzo di Dune, il 'gioco di lotta per il potere tra civi...

49,99 €

Come al solito Get Your Fun è sul pezzo: Dune 2019, di Cosmic Games, è già disponibile.
Ovviamente monitorate il sito per Dune: Imperium.

Dune - Imperium

Dune: Imperium è un gioco che attinge a elementi e personaggi dell'eredità di Dune, sia il nuovo film di Legendary Pictures...

49,99 €

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code