Dante Alighieri: Comedia – Inferno: per celebrare l’anniversario

Sicuramente i nostri intellettuali lettori sapranno bene come il 2021 sia l’anno di Dante.
Il Sommo Poeta, citato anche da Venditti, ci lasciava 700 anni fa in quel Ravenna.
E’ proprio da quelle parti, che Top Hat Games, celebra Dante con un gioco di carte: Dante Alighieri: Comedia – Inferno

Tempo di lettura 5 minuti

Avevamo già parlato di questo progetto.
E’ un titolo coraggioso. Nel senso che la maggior parte dei ragazzi e “giovani adulti”, quindi buona parte del panorama die giocatori, probabilmente odia tutto ciò ruota intorno a Dante.
Probabilmente la Divina Commedia è una dei libri più acquistati, ma, tranne quando fatto leggere a forza, è per lo più un sopramobile.
I ragazzi della Top Hat Games ci vestono un gioco di carte che in Special Limited Edition fu stampato in 700 copie.
Volpe Giocosa si piazza esattamente a metà con la 351.

Per chi va di fretta
  • Top Hat Games ha pubblicato un gioco di carte che celebra i 700 anni dalla scomparsa di Dante
  • E’ un gioco che si basa su un meccanismo di draft e di collezione di set di carte
  • Lo scopo è avere carte Incontro di più alto valore possibile, evitando doppioni
  • Ci sono Personaggi che danno abilità speciali
  • Le illustrazioni sono delle elaborazioni grafiche di quelle di Dorè

Dante Alighieri: Comedia – Inferno
di Federico Latini
Top Hat Games e Sir Chester Cobbletop

Da 3 a 6 giocatori. Età 10 Anni

Durata: 30 minuti


Illustrazioni davvero al top

Il più celebre illustratore della Divina Commedia è probabilmente Gustave Dorè.
In Comedia – Inferno si è deciso di riprendere le sue immagini, portarle a colori, e riproporle.
In questo modo l’editore va sul sicuro e le 110 Carte, con citazione dei Canti dell’Inferno, fanno una buona impressione.
Dal punto di vista della giocabilità, sono divise in Incontri e Personaggi, nei colori rosso e blu. Formeranno un unico mazzo.
Gli Incontri hanno valore da 1 a 11, il numero è in alto a sinistra, e per ogni valore esiste proprio quel numero di carte.
Esisterà in pratica solo una pover carta 1, ma ben 11 del massimo valore.

I Personaggi danteschi dell’Inferno

I Personaggi nel gioco sono 6. Se avessimo speso qualcosina in più, avremmo delle miniature di Orco Nero.
Anzi, dopo averle viste in fiera a Play 2021, sarebbe stata una scelta da ponderare.
Invece ci becchiamo dei Gettoni (token) in cartoncino che funzionano lo stesso.
Sono numerati da 1 a 6 e ognuno riporta un personaggio della Comedia – Inferno.
Oltre alla coppia Dante e Virgilio, ci sono Paolo e Francesca e le fiere, ad esempio.
Le carte Personaggio dove quelle Incontro hanno un numero, riportano invece il simbolo di uno di questi attor della Divina Commedia.

Le carte Incontro sono numerate fino a 11. L’immagine ci dà anche l’occasione di apprezzare la grafica

Una meccanica di gioco che ha vinto dei primi

Federico Latini propose un gioco con questa meccanica tempo fa, portando a casa il Nerd Play Award 2015.
Proviamo qui a spiegare la logica generale del gioco, che già di per sé ha diverse astuzie di design.
Lo scopo di Comedia – Inferno è quello di collezionare davanti a sé quanti più Incontri col più alto valore possibile.
Infatti, a fine partita, ovvero finite le carte, si sommeranno tutti i punteggi.
Il problema che si sommano solo le carte “uniche”: se di un valore si ha più di una carta, tutte quante prendono valore 0.
Prima chicca: attenzione ad essere avidi con le carte di valore 11! Per quanto detto ce ne sono ben 11 nel gioco e avere un doppione potrebbe diventare troppo semplice.

Uno zoom sulle carte incontro

Un esempio di uso dei Gettoni

Ogni gettone che si ha davanti a sé, all’inizio sono distribuiti a caso, dà dei poteri speciali.
Chi ha Dante decide il primo giocatore, chi ha Virgilio il senso di rotazione del turno.
Banalità? No.
Il primo giocatore infatti prende tante carte quanti sono i giocatori più una, mentre il secondo giocatore, deciso da Virgilio, ne prende una in meno.
Si prosegue così per tutto il tavolo fintanto che l’ultimo giocatore, seduto affianco al primo, ne avrà solo due.

 

Un upgrade permette di avere queste miniature al posto dei Gettoni in cartoncino (credits: Top Hat Games)

 

Un meccanismo di draft…diabolico

Accade che Comedia – Inferno sfrutta il meccanismo del draft visto in 7 Wonders: si sceglie una carta, la si gioca, e si passano le rimanenti a colui che ci segue nel turno.
A meno che non rimanga con una carta sola in mano: in quel caso la scarta.
Scusate la pedanteria, ma se ci siamo spiegati bene avrete intuito che l’ultimo giocatore non ha carte da passare al primo.
In questo modo il primo giocatore avrà sì una scelta fra un ampio ventaglio di carte, ma ne giocherà solo una quel turno.
Infatti anche se rimane a mani vuote, il turno va avanti fintanto che nessun giocatore ha carte in mano.

I Personaggi servono per calcolare le maggioranze a fine turno, in modo da riassegnare i Gettoni

Riassegnare i Gettoni

A fine turno avremo davanti a noi, nella nostra Collezione, un certo numero di carte Incontri insieme ai Personaggi.
I Gettoni di Dante, Virgilio e la Lupa sono assegnati a coloro che hanno più carte Personaggio di quel tipo, gli altri seguono criteri diversi.
Sebbene non diano punti, anzi siano un intralcio ad eventuali spareggi a fine partita, sono molto strategici.
Oltre per l’ordine di turno, anche perché alcune permettono di liberarsi di doppioni o frugare fra gli scarti per cercare l’incontro che vi manca, magari.

Questi sono i Cerchi: introducono regole speciali per ogni turno

Un’esperienza con diversi livelli di profondità

Il gioco descritto in estrema sintesi è quello base.
Comedia – Inferno ha una serie di varianti da inserire non appena si ha più pratica.
Ci sono ad esempio 13 Cerchi, da mescolare o da tenere impilati nell’ordine in cui Dante li visitò.
Ogni carta, da svelare ad inizio turno, introduce una regola aggiuntiva per quel turno di gioco.
Le Virtù funzionano in modo simile.

Le Virtù, rispetto ai Cerchi, rappresentano un ulteriore step

In conclusione

Top Hota Games ci propone Dante Alighieri: Comedia – Inferno per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta.
E’ un editore di cui vi abbiamo già parlato, introducendo anche Fall of The King, che speriamo di presentarvi quanto prima.
Il gioco di carte di Latini si vede ha avuto un buon rodaggio, come il premio attribuitogli conferma.
La versione base del gioco è forse estremamente semplice, ma Cerchi e Virtù permettono di livellare l’esperienza ludica secondo le necessità del gruppo di gioco.
La percezione del mondo dantesco non è insita nel gameplay, se è la domanda che vi state facendo.
Le citazioni della cantica dell’Inferno possono incuriosire il lettore, mentre le immagini derivate dal Dorè sono davvero estremamente curate.
In questo senso potremmo darvi delle anticipazioni, indicandovi che Dante, oltre al poeta e personaggio di spicco della politica del suo tempo, fu anche militare.
Top Hat Games ce lo presenterà sotto questo punto di vista, tramite il loro Ventura Battle System, una meccanica di cui si parlò fin dai primi incontri con questo editore.
Inoltre Dante non visitò soltanto l’Inferno.

Volpe Giocosa è un partner di Get Your Fun. Iscrivendovi e acquistando con il nostro link supporterete Volpe Giocosa, senza nessun costo da parte vostra.
Anzi, potete usufruire dei vantaggi elencati sul sito del nostro partner.

14 Ottobre 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code