Unlock! Heroic Adventures: fino alla tana del Bianconiglio

Unlock! Heroic Adventures è un capitolo della serie Unlock! prodotta da Asmodee Italia.




Abbiamo parlato di questa collana qualche post fa, in una panoramica delle escape room da tavolo presenti sul mercato italiano.
Dovreste quini già sapere che Unlock! Heroic Adventures, come tutte le Unlock!, contiene al suo interno tre missioni, o scenari, da risolvere in modo cooperativo. Il motivo dell’aggettivo eroico non lo abbiamo chiaro.
Chi vuole, può prendere partecipare con noi all’inseguimento del Bianconiglio alle conclusioni.

unlock-heroic-adventures

Unlock! Heroic Adventures
Asmodee Italia

Da 1 a 6 giocatori. Età 10+

Durata: 60-90 minuti
Costo: 27 eur


Due appunti sull’età minima e sul numero di giocatori.
Dieci anni per giocare sono sufficienti se anche qualche giocatore più anziano è attorno al tavolo. Non tutti gli indovinelli possono forse essere risolti in autonomia da un pubblico così giovane.
Comunque il sistema di aiuti, in fondo, possono comunque venire in aiuto.
Pensiamo poi che in 2 giocatori, diciamo massimo 3, questo Unlock! Heroic Adventures possa dare il meglio di sé.
In quattro è già più difficile trovare qualcosa per tenere impegnati tutti.
Sotto questo punto di vista siamo d’accordo con BGG.

Come si presenta l'app in funzione

Come si presenta l’app in funzione

Materiale minimal che trae forza nell’App.

All’interno della scatola 21 x 27 cm, un inserto di plastica ha quattro alloggi per altrettanti mazzi di carte.
Tre sono le missioni effettive, mentre un quarto mazzettino di 10 carte è per uno scenario introduttivo, detto tutorial.
Sopra questa struttura in plastica c’è un foglio piegato in più parti e un librettino.
Il regolamento è di 8 pagine.
Capite che le dimensioni della scatola sono quindi ingiustificate e un altro “impacchettamento” (packaging)  avrebbe preso meno posto a scaffale.
Tuttavia le dimensioni consentono di rappresentare già dal coperchio le avventure che andremmo ad affrontare.

La cura delle carte

Le carte sono di adeguata fattura, soprattutto per un gioco che si gioca una volta sola.
Non c’è quindi possibilità di usura.
Le dimensioni 11 x 6 cm sono sufficienti per leggere i dettagli e le porzioni di testo riportate.
Sono tutte numerate e non disposte in ordine consecutivo, sebbene c’è un sistema per riportare il tutto alla configurazione iniziale.
La numerazione, come si dice,  non è “densa”: fra un numero e l’altro ci possono essere dei salti.
Se il numero dei giocatori intorno al tavolo fossero effettivamente 6, allora condividere il materiale potrebbe essere più complesso.
La grafica è nello stile della missione affrontata e in crescendo nelle tre missioni, toccando forse l’apice nel terzo scenario.

La app è il vero motore del gioco

Se in Escape Room la app poteva non essere scaricata, proponendo alla fine solo effetti sonori, qui invece è proprio il perno dell’intera esperienza ludica.
Si scarica dai classici store per Android e Apple. Richiede abbastanza memoria libera per essere installata, anche perché una singola app gestisce tutta la serie e non si necessita più di una connessione dati una volta scaricata.

Riassunto dei principali meccanismi

Riassunto dei principali meccanismi

Ottima idea quella del tutorial

Le escape room sono esperienze giocabili una volta sola. Significa che se non avete ben chiara la meccanica e pasticciate all’inizio, non avrete una seconda possibilità.
Qualcosa del genere ci accadde in Exit- La Baita Abbondata, ad esempio. Grazie alle nostre osservazioni dovrebbe andarvi liscia adesso.
Tornando ad Unlock! Heroic Adventures, il tutorial all’interno vi mette di fronte a tutte le meccaniche che troverete durante la risoluzione degli scenari.
Come il regolamento riporta a pagina 2, potreste giocarla senza neppure completare il regolamento.
E’ quello che vi consigliamo. Le pagine successive del libretto ritorneranno sull’esperienza del tutorial per indicarvi cosa troverete nelle vere missioni.

Il sistema degli abbinamenti è una delle chiavi principali del gioco

Il sistema degli abbinamenti è una delle chiavi principali del gioco

Una meccanica più articolata rispetto ad altre escape room

Rispetto ad altre escape room da tavolo, vedi Fuga dal Manicomio, Unlock! Heroic Adventures offre una meccanica diversificata a cui bisogna prestare un po’ d’attenzione.
Niente di trascendentale sopratutto dopo il nostro aiuto.
A proposito di aiuti, la app tramite l’icona della lampadina vi fornirà aiuti su qualche carte, una volta inserito il numero.
La stessa app tiene il conto alla rovescia del tempo e vi dà un punteggio alla fine.

La sommatoria delle carte

La meccanica principale è “la somma delle carte”. Generalmente la somma viene effettuata fra due oggetti.
La regola d’oro, come riporta il regolamento, è che una carta rossa, o comunque un numero di quel colore, si somma sempre con una blu.
Se il gatto sull’albero è una carta blu con il numero 11 e la scala una carta rossa con il numero 23, dovremmo cercare nel mazzo la carta 34. Se non la trovate, avete sbagliato abbinamento.
E’ un sistema che spinge a fare abbinamenti alla carlona. Tuttavia, anche se non spesso, trovate sì una carta, ma che vi affibbia una penalità da segnare nell’app.

Come “evocare” l’app: carte Codice e carte Congegno

Altre carte hanno un’interazione forte con la app.
Le carte gialle, Codici, hanno bisogno di un codice di quattro cifre per essere risolte. Nell’app, mentre scorre il cronometro, trovate un’icona con un lucchetto. Aprendola, si apre il tastierino per inserire il codice.
Ma è la gestione dei Congegni l’effetto wow della scatola, che però non vi sveliamo per non togliervi gran parte della sorpresa.
Questa funzionalità, attivabile con l’icona dell’ingranaggio e inserendo il numero della carta verde, attiva una funzionalità diversa per ogni carta.
E’ difficile generalizzare, ma possiamo dire che, almeno noi creduloni, ha stupito.

unlock5banner

I tre scenari

Unlock! Heroic Adventures ha tre missioni, così come le altre scatole della serie.
Saremo spoiler free, ovvero non vi riveleremo niente di cosa c’è all’interno di ciascuna missione.
Ci limiteremo a raccontare le nostre sensazioni. Gli scenari sono:

  • Insert Coin
  • Sherlock Holmes – Il Filo Rosso del Delitto
  • All’inseguimento del Bianconiglio

insertcoin_heroic

Insert Coin

  • Livello difficoltà: ★☆☆
  • Autore dello scenario: Mathieu Casnin
  • Illustratore: Laurent Bazart

Chissà se tutti i nostri lettori sanno che questa era la scritta che campeggiava sui cabinati in attesa di una monetina per iniziare una partita.
Sia dalla grafica che da questo dettaglio capite bene che ci troviamo a che fare con videogiochi pixellosi Anni 80-90.
E’ stata la prima avventura che abbiamo giocato.
Il tutorial ci aveva ben preparato, ma c’è qualcosina fuori dalle righe che non ci aspettavamo.
La difficoltà introdotta da questi casi “inaspettati” è stata davvero poco in confronto all’alternativa di un’esperienza dove tutto era noto.
Noi, che siamo scarsissimi, lo abbiamo finito davvero in circa un’ora con qualche aiuto.

sherlock_heroic

Sherlock Holmes – Il Filo Rosso del Delitto

  • Livello difficoltà: ★★☆
  • Autore dello scenario: Dave Neale
  • Illustratore: Arnaud Demaegd

Il rosso è un colore che ritorna in Sherlock Holmes, come in Uno Studio in Rosso.
Le carte sono scritte con caratteri, come nella prima avventura, che rimandano all’Ottocento così come tutto il comparto grafico.
Si esce poi dal binomio app-carte, con l’introduzione di un foglio ripiegato.
Secondo si va un po’ fuori tema, mescolando investigazione ed escape room.
Il risultato non è spiacevole, ma a volte sembra che si strizzi un po’ troppo l’occhio al cugino Consulente Investigativo.

alice_heroic

All’inseguimento del Bianconiglio

  • Livello difficoltà: ★★★
  • Autore dello scenario: Thomas Cauet e Vincent Goyat
  • Illustratore: Mahulda Jelly

Se siete dei fan della Disney, avrete capito che siamo nel regno di Alice nel Paese delle Meraviglie, il film d’animazione tratto dal celebre libro.
In realtà, forse per questione di diritti, non trovate la grafica Disney all’interno del gioco.
Come dicevamo parlando della fattura delle carte, è probabilmente il gioco con il mazzo con la migliore grafica.
Anche l’avventura è quella che abbiamo preferito, per livello di enigmi proposti e per il legame tra loro.

Materiale scaricabile

Senza l’app non si va da nessuna parte. Scaricatela da Play Store o App Store. Potrebbero esserci più di un app con lo stesso nome. Scaricate quella di JD Editions.
Asmodee Italia nella pagina di questa scatola mette a disposizione il regolamento.
Scaricatelo senza paura.
Temenza invece dovete avere nel gestire questi file che riportano le soluzioni passo passo di ciascun scenario
In effetti, se siete in difficoltà, gli aiuti dell app vi possono togliere dalle peste fino a darvi la soluzione.
E’ però un po’ sbrigativa. Se proprio non avete capito, i pdf che vi abbiamo messo a disposizione vi spiegano il ragionamento dietro ogni enigma.
Ecco la lista:

Purtroppo sono solo in inglese, ma facilmente comprensibili.

box_retro_heroic

In conclusione

Unlock! Heroic Adventures è la prima scatola della serie Unlock! di Asmodee Italia che abbiamo giocato.
Le tre missioni proposte sono di differente difficoltà. Consigliamo di partire dalla più facile fino ad arrivare alla tana del Bianconiglio.
In questo modo, considerando l’apprendimento durante il gioco, ogni scenario vi impegnerà allo stesso modo.
E’ poi difficile assegnare un livello di difficoltà oggettivo, dal momento che ogni enigma fa leva su tipi di intelligenze diverse. Ogni gruppo può averne più sviluppata un tipo, rispetto ad un altro.
Tornando sul “tema” degli enigmi,solitamente nelle escape room si basano su basi logico-matematiche.
Questa scatola invece ci è parso insistere sì sulla logica, ma anche su aspetti visivi e di comprensione del testo.
L’app poi, soprattutto nella gestione dei Congegni, permette agli autori di sbizzarrirsi davvero.
Se vogliono posso davvero lasciarci a bocca aperta.
Sul tavolo poi avrete molte carte contemporaneamente, alcune non utili nell’immediato.
Questo aspetto secondo noi è un plus in questa categoria di giochi.
Anche la componente narrativa è superiore alla media.

Alcune considerazioni

Bisogna però tenere conto di alcuni aspetti.
In un modo o nell’altro bisogna correre tutto il mazzo per cercare la carte che ci servono.
Questo comporta che, volenti o nolenti, verremmo a conoscenza dei numeri delle carte disponibili.
All’inizio il mazzo è così cospicuo da non essere un problema, un po’ meno alla fine.
Smazzate i mazzi solo quando serve.
All’inizio, sempre per il numero di carte in gioco, ci vuole un po’ a trovare quelle necessarie (il mazzo non è ordinato).
Dividete le carte in parti fra i giocatori anche per evitare periodi morti (downtime).

Una serie da seguire se amanti del genere

Se amate le escape room, Unlock! Heroic Adventures fa per voi. Non abbiamo trovato errori editoriali o niente che comprometta il fluire del gioco.
Certo, vi deve piacere interagire con la tecnologia, tramite l’app, in una maniera piuttosto stretta che non abbiamo visto in altri casi.
E’ un po’ una delle differenze fra il moderno Detective e il tradizionalista Sherlock Holmes Consulente Investigativo.
Non si può dire quale “formato” sia meglio, senza scendere nel gusto personale.

boardgame-discount-logo-1558938655

Se anche voi vorrete dare una mano a Sherlock Holmes, a Alice oppure interfacciarvi con i videogiochi, BoardGame Discount è pronta con una scatola per voi.

I commenti sono chiusi.