Tic Toc: state con Capitan Uncino o Peter Pan?

Tic Toc è un gioco uscito da poco per Little Rocket Games.




E’ una casa editrice che abbiamo conosciuto quest’anno e la cui cifra stilistica ci è subito piaciuta.
Parliamo di giochi di carte come Plumbs & Play, ma anche di giochi in scatola grande come Black Bones.
Adesso ci è arrivato un biglietto per l’Isola che Non C’è.
Se volete seguiteci in questo viaggio, altrimenti ci vediamo dopo la seconda stella a destra alle conclusioni.

TIC-TOC-3D


Tic Toc
Little Rocket Games

Da 2 a 4 giocatori. Età 6+

Durata: 10 minuti
Costo: 12 eur


Non ha la grafica Disney, ma cosa significa?

Tic Toc si presenta in una scatolina 12.5 x 8 cm che si apre come quella dei fiammiferi.
Considerando le dimensioni, a noi ricorda quella dei miniciccioli.
Ad ogni modo, all’interno trovare un mazzo di 64 carte e dure regolamenti pieghevoli, in inglese ed italiano.
Le carte sono di piccole dimensioni, 8 x 5 cm.
Stiamo parlando quindi di un gioco tascabile, che per questo ha diversi vantaggi.

Tic Toc è il protagonista del gioco. Tre di loro permettono di vincere il gioco, ma è una condizione più rara di quella del main streaming. Ce ne sono solo 4 nel mazzo

Tic Toc è il protagonista del gioco. Tre di loro permettono di vincere la partita, ma è una condizione più rara di quella base. Ce ne sono solo 4 nel mazzo

Una grafica di pregio

La storia di Peter Pan è legata a doppio filo al cartone animato della Disney e in epoca più recente al film con Robin Williams.
La grafica, come si vede dalla copertina, non richiama i disegni proposti dalla casa di produzione americana.
Questo può essere dovuto per due motivi.
Il primo, è quello di dare una propria personalizzazione al gioco.
La seconda ha probabilmente un risvolto economico.
Pagare i diritti a chi di dovere avrebbe innalzato il costo della scatola.
Per aggiungere cosa poi?
La grafica di Salogni è molto carina, confermando il tratto già visto in Black Bones (che sia un amante dei pirati?)
E la meccanica? Una cosa alla volta…

Le carte contenute nella scatoletta come quella dei fiammiferi

Le carte contenute nella scatoletta come quella dei fiammiferi

Un gioco semplice alla portata di tutti

Tic Toc è un gioco davvero semplice e immediato.
Il regolamento, un foglietto fronte e retro, lo conferma.
Non abbiamo previsto un paragrafo dedicato all’ambientazione, ma ci auguriamo che tutti sappiamo che Tic Toc è il coccodrillo che menomò Capitan Uncino.
La storia vede due fazioni contrapposte: Capitan Uncino e la Ciurma di Pirati contro Peter Pan e i Bimbi Sperduti.
In una partita di Tic Toc, ogni giocatore dovrà cercare di disporre davanti a sé una delle squadre, con 6 elementi e il loro “capo squadra“.
Non potranno cercare di costruire due squadre contemporaneamente.
Se hanno iniziato con i Pirati, ma vogliono passare ai Bimbi Sperduti, scartano tutto e ricominciano.
Peccato che le carte scartate possono essere prese dagli avversari.

Peter Pan e i Bimbi Sperduti

Peter Pan e i Bimbi Sperduti

Carte Speciali

Il gioco è lineare, come da paragrafo precedente.
Ci sono poi carte speciali. Campanellino, ad esempio, permette di ripescare un’altra carta dagli scarti.
Spugna, “pendaglio da forca” direbbe Bennato, è un potete strumento per mettere in fuga Peter Pan o i suoi Bimbi Sperduti.
C’è anche Tic Toc che ha il doppio effetto speciale. Ne bastano tre in mano per decretare la vittoria del giocatore.

Capitan Uncino e la Ciurma dei Pirati

Capitan Uncino e la Ciurma dei Pirati

In conclusione

Tic Toc è un rapido gioco di carte di Little Rocket Games.
Le dimensioni sono contenute e permettono di farlo giocare in ogni occasione.
Se vostro figlio o nipote fa i capricci nella sala d’attesa di uno studio medico, giocate con lui a Tic Toc anziché mettergli in mano il tablet.
Sì, perché questo gioco è adatto a #volpinegiocose ma anche ad adulti in relax.
Il costo è davvero contenuto, quasi irrisorio, e l’editore non ha ceduto al canto delle sirene di procacciare i diritti del cartoon Disney.
Del resto la grafica di Salogni non fa rimpiangere per niente quella Disney.
Tic Toc con il bavagliolo con l’unico del Capitano è davvero esilarante.
Un inciso: noi abbiamo sempre parteggiato per Capitan Uncino e dopo l’interpretazione di Dustin Hoffman ancora di più.

Le carte Speciali

Le carte Speciali

A chi è dedicato

Tic Toc è un gioco che può essere giocato da tutti.
Sicuramente è un gioco da giocare in famiglia (family) anche come gioco della buonanotte, spegnendo la TV.
Magari non mettete le carte speciali all’inizio, ma quello spetta a voi adulti.
Come diceva la Pedagogista Ludica, a volte dovete fare delle modifiche alle regole per andare incontro al bambino.
Tuttavia anche i più grandi, davanti a un caffè o in pausa pranzo (arriva un articolo in questo senso), possono giocarci e divertirsi.
Se vi è piaciuto Dream – Sogni e Incubi, anche Tic Toc merita un posto nella vostra collezione.
C’è un aspetto di casualità? Beh, sì.. E’ un gioco di carte. E’ per forza un male?

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.