Magna Roma: al via il Kickstarter al servizio dell’Imperatore

E’ partito da poche ore il Kickstarter promosso da Archona Games.
Ci riferiamo a Magna Roma, un gioco di piazzamento tessere che ci porterà all’epoca dell‘Impero Romano.
Abbiamo avuto la fortuna di provarlo in anteprima, cosa che abbiamo fatto in modo approfondito.


Tempo di lettura 6 minuti

Questo editore lo conosciamo da un po’. Abbiamo ad esempio già proposto un loro gioco, Small Railroad Empires.
Di tutt’altra pasta questo Archona Games, dove bisogna costruire la propria città romana sotto forma di tessere.
Prendiamo tutti gli strumenti degni di un aediles e procediamo con questo articolo fino alle conclusioni.

magna_roma

Il materiale all’interno della scatola

Una premessa

In queste righe vi parliamo della copia che ci è pervenuta per questo articolo.
I materiali non sono quelli definitivi (vedremo nel corso dell’articolo le possibilità offerte dal KS).
Tuttavia la logica di Magna Roma che vi raccontiamo è simile al 90% a quella trovata nel regolamento draft.

Un mare di tessere

Sicuramente appena aperta la confezione di Magna Roma, l’occhio cade sul mare di tessere all’interno.
Sono le Tessere Quartiere.
Sono quadrate, già di buon spessore e resistenza nel nostro prototipo.
Sono queste, come vedremo, che serviranno per costruire la propria città.
Mentre il nostro mosaico di tessere prende forma, potremmo avanzare su quattro tracciati.
Tre di questi sono comuni: uno Militare, uno del Mercato e uno del Tempio.
Il quarto invece è personale, detto Tracciato del Quartiere.
Il punteggio finale sarà dato dalla somma dei risultati ottenuti su questi tracciati.

Tabellone di punti, anche vetrina per i Monumenti.

Tabellone del punteggio, anche vetrina per i Monumenti (in futuro ogni Monumento avrà il proprio costo, indipendentemente dalla sua posizione nella vetrina)

Roma e i suoi monumenti

La cultura romana è arrivata ai nostri giorni per diverse ragioni.
Una di queste è il numero enorme di monumenti che ancora oggi possiamo visitare in tutto il bacino del Mediterraneo ed oltre.
Magna Roma permette anche a noi di migliorare le nostre città con dei Monumenti.
Sono acquistabili con delle Monete da una vetrina comune.
Nella versione di prova ogni Monumento ha un costo diverso a seconda della posizione sulla vetrina.
Tuttavia sappiamo che in futuro il costo del Monumento potrà essere impresso sulla tessera stessa.
Ora abbiamo gli elementi necessari per addentrarci nella meccanica di gioco.

Ogni tessera permette di essere combianta con unìaltra per attivare un'azione

Ogni tessera permette di essere combinata con un’altra per attivare un’azione. Alcune hanno delle stelline che permettono di avanzare sul proprio Tracciato dei Quartieri di quel colore. Abbiamo notato un buon bilanciamento.

Accoppiare quartieri in modo da attivare effetti diversi

Prima di spiegare sommariamente come funziona Magna Roma, bisogna chiarire come sono fatte le tessere Quartiere.
Ognuno parte con a davanti a sé una tessera che identifica il proprio colore.
Le altre sono divise in Quartieri Amministrativi, Culturali o Residenziali, ognuno con un proprio colore.
Ogni tessera all’interno può avere un certo numero di stelline e sui lati alcuni simboli.
Le stelline permettono di avanzare sul tracciato del colore della tessera Quartiere sull’omonimo tracciato personale.

Oyyo tessere in circolo sono a disposizione di dei gicoatori. Alla fine del proprio turno il giocatore sceglie quelal del turno successivo, che deve essere entro due tessere di disatzna riseptto a quelal che si trova e non deve essere già prenotata

Otto tessere in circolo sono a disposizione di dei giocatori. Alla fine del proprio turno il giocatore sceglie quella del turno successivo, che deve essere entro due tessere di distanza rispetto a quella dove si trova e non deve essere già prenotata

Semi-simboli che si combinano per consentire azioni

La chiave del gioco sono i simboli rappresentati sui bordi delle Tessere Quartiere.
In realtà sono semi-simboli: due tessere appaiate forniranno un simbolo finale.
Per intenderci sono 3 semi-simboli che permettono di ottenere 6 simboli interi differenti.
Ogni coppia ottenuta consente un effetto differente.
Per lo più permette di avanzare su uno dei Tracciati comuni che abbiamo indicato, se non direttamente nel Tabellone Segnapunti.
Alcune combinazioni, invece, permettono di arruolare meeple Popolazione oppure ottenere Monete.
Un inciso: se la combinazione è ottenuta con Quartieri dello stesso colore, ovvero dello stesso tipo, si ottiene un’azione più efficace.

Qui

Qui una partita a due giocatori (i tracciati sono in corso di bilanciamento e abbiamo usato anche quelli nuovi, in anteprima). Il giocatore blu è stato astuto a occupare delle Provincie che gli hanno poi permesso di fare un sacco di punti

Progredire in diversi ambiti

In un turno di Magna Roma, un giocatore dovrà prendere una tessera Quartiere da una “ruota” comune.
Dovrà quindi posizionarla davanti a sé insieme a quelle già giocate.
La logica di posizionamento è quella descritta in precedenza.
Una seconda azione, opzionale, è quella di usare un Favore degli Dei, comandare una Spedizione Militare oppure erigere un Monumento.
Il Favore degli Dei si ottiene avanzando nel percorso del Tempio. Quando si raggiungono certi livelli si ottiene un gettone.
Giocandone uno su un Quartiere già posizionato ne riattiva gli effetti.
Allo stesso modo progredire nel tracciato Militare permette poi, come azione secondaria, di spendere punti militari per posizionare un segnalino su una carta Provincia.
All’inizio del gioco ne sono sorteggiate 3 e ciascuna consente di fare punti a fine partita secondo criteri diversi.
Infine, come detto ci sono i Monumenti.
Una volta acquistati attivano il loro sistema di punteggio se su di loro c’è tanta Popolazione quanto richiesto.
Il gioco procede in questo modo fintanto che tutti i giocatori non hanno formano una griglia 5×5 di tessere Quartiere.

Le miniature sono ormai una costante delle campagne Kickstarter. Non ne fa a meno neppure Magna Roma che così soddisfa anche i giocatori più esigenti

Un vero viaggio nell’Impero Romano

Il gioco può sembrare astratto a molti.
Noi Volpe Giocosa siamo stati invece portati dentro una città romana.
Ad esempio, per noi i simboli che si formano sono collegabili all’effetto che propongono.
La combinazione che consente di prendere Monete dalla riserva ha proprio una forma circolare, come un denaro.
Allo stesso modo si avanza sul tracciato militare se si combinano Scudi.
Lo stesso vale per le tessere Quartiere, ognuna con uno sfondo diverso.
Alla fine avremmo un bel colpo d’occhio, quando avremmo terminato la nostra città.

Ogni tessera posiziobayacon stelline permette di avanzare nel proprio Tracciato dei Quartieri. Qui mstriamo sia quello delgicoatore Blu che di quello Giallo

Ogni tessera posizionatanata con stelline permette di avanzare nel proprio Tracciato dei Quartieri. Qui mostriamo sia quello del giocatore Blu che di quello Giallo

Bassa interazione fra i giocatori

L’opportunità di interazione fra i giocatori non è molto elevata.
Il loro punto di contatto è la scelta delle tessere Quartiere dalla ruota comune e contendersi i Monumenti dalla vetrina.
Per il resto ognuno organizza come meglio crede la sua griglia-città.
Questa sua particolarità crediamo faccia di Magna Roma anche un buon gioco in solitario.
Non abbiamo avuto modo di provarlo in questo senso, ma alla pagina del Kickstarter vediamo che è ora offerta questa possibilità.

Alla fine un bel colpo d'occhio, ma in realtà una pessima strategia

Alla fine un bel colpo d’occhio, ma in realtà una pessima strategia

Cosa offre il Kickstarter

Passiamo ora alla parte strettamente connessa al progetto Kickstarter.
Partito poche ore fa, al momento che scriviamo questo pezzo, ha raccolto 11.000€ dei 26.000€ dei richiesti.
Il primo pledge, leggetevi la guida al crowdfunding se non vi è chiaro, è di 78 AU$ (circa 50€).
Pe questa cifra vi viene fornita una confezione standard con tutti gli stretch goal sbloccati.
Per 104AU$ (circa 68€), il proponente vi aggiunge le immancabili miniature.
Non le abbiamo toccate con mano, ma le foto alla pagina del progetto Kickstarter sembrano mostrare un alto livello di dettagli.
A 157AU$ (circa 103€) viene offerta anche un’espansione (Dominus Expansion) e monete in metallo.
Consultate la pagina del Kickstarter per capire cosa è esclusivo per chi partecipa alla raccolta.
L’obelisco, ad esempio, fa parte di questo corredo di premi.
Il gioco arriverà nelle vostre case a Maggio 2022.
Le spese di spedizione variano da 18$ a 26$ (15€ – 22€), a seconda del peso di quello che avete scelto.

Un'immagine di Magna Roma a pieno regime, anche con i Monumenti-miniatura per i più esigenti

Un’immagine di Magna Roma a pieno regime, anche con i Monumenti-miniatura per i più esigenti

In conclusione

Magna Roma è l’ultimo Kickstarter promosso da Archona Games.
Un gioco per 1-4 giocatori, a partire dai 12 anni.
Un partita dura fino a 90 minuti. Possiamo dire che per noi girava a 20 minuti a giocatore, dopo un paio di partite.

Davvero nell’Antica Roma

Ci sarebbe un gioco di parole su Magna Roma, che il pubblico internazionale non capirebbe.
Facendo i seri, parliamo di un piazzamento tessere ambientato nell’Antica Roma.
Per certi versi ci ha ricordato Rome & Roll. In entrambi i giochi si fa punti in diverso modo, ovvero diversificando la propria “carriera” in diversi ambiti.
Il panorama ludico può vantare diversi piazzamenti tessere. Qui la trovata è proprio la combinazione che si ottiene affiancando due tessere, ovvero combinando un simbolo.
Generalmente permettono un avanzamento su un tracciato che consente di guadagnare punti per attivare azioni secondarie opzionali.

Vi vogliamo segnalare questo video del Boardgamer di Montagna che spiega in meno di un quarto d’ora come affrontare una partita a Magna Roma

 

Prendere confidenza con i simboli

Il gioco è in realtà molto lineare e, se può sembrare contorto, abbiamo fatto confusione noi.
Richiede un po’ di dimestichezza con i simboli, ma l’autore, in concerto con il grafico, sparpaglia i simboli ovunque in modo da ricordare sempre a quale simbolo è associato un risultato.
Se poi aveste problemi di memoria, un foglio riassuntivo viene in vostro aiuto.
Attenzione invece nl piazzamento tessere: costruire una griglia 5×5, dove la prima tessera non è detto sia in una posizione particolare, può essere complesso.
Potreste anche trovarvi a dover slittare la vostra città sul tavolo, con evidenti rischi tipo terremoto di Pompei.

getyourfan

Sapete che Get Your Fun coordina anche gruppi di acquisto Kickstarter.
Verificate se anche questa volta lo fanno: potrebbe essere.

I commenti sono chiusi.