La serie XX72 : solitari gratuiti

Oggi vi vorremmo parlare della serie XX72 di Mike Heim.

Solitamente iniziamo l’articolo inquadrando titolo ed editore. In questo caso non c’è nessun editore da menzionare.
La serie XX72 è un infatti una collana di giochi liberamente scaricabile da Internet, generalmente in formato PDF, e da stampare.
Sono infatti giochi Print & Play (PnP) la cui lista è periodicamente aggiornata con nuove uscite.

1572: The Lost Expedition. Forse il gioco più famoso della serie

1572: The Lost Expedition. Forse il gioco più famoso della serie

Notizie sull’autore

Come dicevamo l’autore è Mike Heim, che ha avuto la gentilezza di concederci un’intervista.
Come molti autori che abbiamo conosciuto, la sua curiosità e creatività entra in gioco già da bambino.
Negli anni 80, con degli amici, creò una modalità cooperativa per Fortress America, creando un’intelligenza artificiale che guidasse le mosse delle forze americane.
Il primo gioco pubblicato è stato Cryptic, nel Febbraio del 2016, per un concorso su microgiochi. Sono poi seguiti molti altri giochi nel formato PnP.
A breve un editore pubblicherà Bird Song e a seguire potrebbero essere pubblicati molti PnP di Mike.

Come è nata la serie XX72

Un suo amore per i giochi di sopravvenienza lo hanno spinto alla creazione della serie XX72. Così nacque il primo capitolo, 1572, dopo avere giocato B17 Bomber e Source of Nile.
Dal successo di questo titolo, nacque 1672 l’anno successivo per un altro concorso, e così via.
Si è così creata una serie di giochi che può facilmente raggiungere tutti e che, anche con risorse modeste, può essere messa sul tavolo.
Interessante l’esperienza di creare una versione legacy di 1572. Legacy significa che la storia continua e le partite precedenti influiscono sulla successiva.
In questo caso, chiunque nel mondo ha una copia, può “ricevere lo stato” da un giocatore precedente e dare il suo contributo, prima di passare al giocatore successivo.
Il gioco è attualmente in vendita.

1972 - The Lost Phantom. Il primo gioco a cui abbiamo giocato della serie XX72

1972 – The Lost Phantom. Il primo gioco a cui abbiamo giocato della serie XX72

Cosa hanno in comune i giochi la famiglia XX72

Il sistema di classificazione

Questo sistema di classificazione, ovvero quello di usare una data con alcune cifre fisse, è usata anche in altri tipi di giochi.
Ci riferiamo alla serie 18XX, giochi a tema ferroviario, con tutto quello che vi ruota attorno a livello economico e non solo, ambientati per l’appunto nel 1800.
La serie XX72 fissa invece le due cifre finali, così che le ambientazioni sono più varie coprendo, potenzialmente, qualsiasi periodo storico.

Giochi in solitario

Sono tutti giochi in solitario e, come dicevamo, di libera distribuzione. In Volpe Giocosa ne siamo venuti a conoscenza con più dettagli durante il lockdown, proprio per queste sue caratteristiche.
In questo periodo, infatti, molti appassionati hanno giocato a 1572: The Lost Expedition (La Spedizione Perduta, da non confondere con il titolo edito da poco da Supernova Studio Games).
A noi ha dato modo di cercare informazioni su tutta la serie e lo abbiamo provato anche in modalità cooperativa.

Una meccanica comune

Come dicevamo, il gioco è distribuito in PDF e non necessita una stampante a colori per poterlo realizzare.
La prima pagina è quella “consumabile”, ovvero ne serve una partita, a meno di accorgimenti.
E’ questa pagina che fornisce la mappa di gioco, una griglia di caselle esagonali.
Questi giochi si possono definire roll ‘n’ map games (lancia i dadi e “mappa”), ovvero si tratta di lanciare i dadi e riempire le caselle con tipi di terreno a seconda del numero uscito.
Vedremo come i dadi sono il motore principale di questo gioco, dal momento che gestiscono anche l’uscita degli eventi.
Alla fine del turno è richiesto che il giocatore stili una specie di diario di quello che è avvenuto, in modo che alla fine della partita abbia scritto una storia.

1672 - The Lost Crew. Il naufragio è un tema ricorrente

1672 – The Lost Crew. Il naufragio è un tema ricorrente

L’ambientazione

Come dicevamo, l’ambientazione è varia, a seconda del secolo in cui è ambientato il gioco in particolare.
Ad ogni modo, c’è sempre un gruppo di persone od una sola, che si sono “persi”, o comunque devono compiere un viaggio da una parte all’altra della mappa esagonale, spesso inospitale.
Il terreno che incontrano influisce sulla capacità di movimento e su altri aspetti.
Eventi casuali e controlli con lanci di dadi influiranno sulle caratteristiche del gruppo o del singolo (es: salute), a volte in modo positivo, ma spesso no. Spesso c’è anche un gruppo di inseguitori che rincorre il gruppo.
Il crollo di questi punteggi può porre fine al gioco anzi tempo decretando la sconfitta del giocatore.

Che materiale serve per giocare

Sicuramente il pdf va stampato, anche se alcuni fan hanno creato delle modalità per giocare su pc.
Servono, come dicevamo parlando della meccanica, una prima pagina stampata per ogni partita, va bene anche in bianco e nero.
Se vedete che il gioco vi prende, potete plastificarla o metterla in una busta trasparente e usare pennarelli per lavagne.
E’ richiesto anche un certo numero di dadi, che varia da gioco a gioco.
Sono comuni dadi a 6 facce, facilmente reperibili oppure da prendere in “prestito” da altri giochi (avete in mente Sagrada?).
Può essere che il regolamento richieda un dado colorato, ma è un eventualità aggirabile.

La lista di giochi

Vi proponiamo qua la lista dei giochi della serie XX72 attualmente disponibili e quelli in lavorazione.
Ogni gioco ha una complessità differente uno dall’altra. Tuttavia essendo la meccanica di base simili per tutti, alla fine presa confidenza col motore di gioco si può giocare a qualsiasi titolo con la stessa facilità.
La lista è fornita in ordine cronologico di rilascio.

1572 – The Lost Expedition (2016)

Un'immagine molto carina di Lost Expedition. Ci si può divertire con i colori, ma basta meno

Un’immagine molto carina di Lost Expedition. Ci si può divertire con i colori, ma basta meno

Sei esploratori, fra cui il giocatore, hanno avuto una brutta esperienza nella ricerca della fantastica città di El Dorado nella foresta vergine.
Non resta loro che incamminarsi verso la costa, uscendo dal fitto della giungla, per mettersi in salvo.
E’ forse il titolo più noto della serie.

1672 – The Lost Crew (2016)

Come vedete il materiale necessario è davvero poco

Come vedete il materiale necessario è davvero poco

Dopo un naufragio, il giocatore e quattro sfortunati compagni di viaggio, si ritrovano su un’isola del Sud Pacifico dopo aver fatto naufragio.
Usando materiali di recupero, provenienti anche dal loro relitto, hanno costruito una zattera di fortuna per raggiungere il mondo civilizzato.
Non conoscono bene quelle acque e sembra che ci sia pieno di isolotti abitanti da cannibali.

1972 – The Lost Phantom (2017)

Piccole opere d'arte dai fan

Piccole opere d’arte dai fan

L’aereo del giocatore, un aereo modello Phantom che sorvolava il Vietnam durante il conflitto, è stato abbattuto. Il pilota è salvo, ma deve intraprendere una marcia verso Est per mettersi in salvo.
La giungla è insidiosa e l’esercito nemico sulle sue tracce.

1872 – The Lost Crows (2019)

Anche qui un fan si è divertito a colorare la mappa

Anche qui un fan si è divertito a colorare la mappa

Siamo nelle vaste pianure americane. Crow è il nome di una tribù americana, che può essere tradotto in corvo, senza nessun carattere offensivo.
Il gioco quindi si può traduttore come Corvi Perduti, non vuoi trascinare la tua tribù in una cruenta e inutile guerra.
Li dovrai guidare attraverso il Montana oltre la frontiera con il Canada, prima che la cavalleria vi raggiunga.

1472 – The Lost Samurai (2020)

pic5626298

Come in 1672, c’è in mezzo un naufragio che porterà il giocatore su un’isola. Questa volta dovrà diventare un samurai e dovrà raccogliere indizi circa il malvagio Shugodai, cosicché possa deporlo prima che instauri il suo regno.

1772 – The Lost Shipment (da pubblicare)

Un altro naufragio. Questa volta la regione di approdo è la Georgia, sud degli Stati Uniti.
Gli schiavi a bordo della nave adesso hanno una probabilità di salvarsi, raggiungendo la Florida Spagnola, prima che i coloni li raggiungano. Il viaggio fra le paludi potrebbe essere davvero ostico.

1372 – The Lost Relic (da pubblicare)

Tutt’altra tematica per la Reliquia Perduta, dove una reliquia di Tommaso d’Aquino è nascosta nei Pirenei da almeno 100 anni.
Il giocatore dovrà recuperarla, attraverso anche tempeste di neve, prima che altre fazioni la trovino.
Il soggetto è venuto in mente nell’ambito del progetto 1572 Legacy, da un gruppo di giocatori italiani.

Materiale scaricabile

I giochi

Col consenso dell’autore proponiamo qui i giochi da stampare.
Abbiamo prelevato i files da BGG, dove il suffisso indica il nickname dell’utente che lo ha caricato.
Su BGG trovate sempre aggiornamenti. Vi consigliamo, in caso di dubbio, di confrontare più versioni, per evitare errori dovuti a problemi editoriali.
Anche le precedenti immagini provengono da BGG.

Un'immagine di Dice Avenger. Graficamente si poteva fare meglio

Un’immagine di Dice Avenger. Graficamente si poteva fare meglio

Un software per “controllare” i dadi

Probabilmente molti storceranno naso perché il gioco è basato sull’uso di dadi.
In realtà, dal momento che parliamo di un gioco di sopravvivenza, il fatto che siano presenti elementi casuali è probabilmente dovuto.
Cogliamo l’occasione per mettere a disposizione Dice Avenger: un eseguibile in Windows per calcolare la probabilità di uscita di un numero di dadi a quante facce volete.

In conclusione

Facilità di realizzazione e gioco

La serie XX72 raccoglie giochi di sopravvivenza di Mike Heim.
Molti PnP hanno bisogno di una certa abilità manuale, ad esempio per ritagliare e incollare le carte.
Qui invece chiunque in 10 minuti può iniziare a giocare, stampando solamente i files con una stampante in bianco e nero. Poi, come tutti i giochi di questo tipo, ci si può dilettare a piacere con colori e grafica,
Alcuni regolamenti hanno più dettagli di altri, ma presa confidenza con la logica, sono tutti equamente complessi.
Magari nelle prime partite commetterete qualche errore, ma pazienza.
Portare a termine la missione è mediamente difficile e a volte, quando le cose vanno male, il gioco potrebbe “avvitarsi” e condurvi alla sconfitta in modo inesorabile.

Ambientazione e punto di ingresso alla serie

Le ambientazioni sono percepite, anche grazie alla scrittura del diario e ai riferimenti a storie vere.
Come spesso diciamo, l’ambientazione arriva al giocatore se questi, quando si siede al tavolo, è pronto a farsi rapire dal gioco.
Per quanto riguarda il diario, laddove possibile, prendete solo appunti e scrivete il vostro racconto a partita conclusa, se si va.
Noi siamo entrati nella serie partendo da 1972. Vi parleremo del gioco nel dettaglio, ma lo abbiamo trovato un punto di ingresso adeguato alla serie.
Poi chiaramente ogni giocatore può prediligere una o l’altra ambientazione.

One Comment

  1. Great article!
    1572 Legacy is a published game and you can read more about it here
    https://www.thegamecrafter.com/games/1572-legacy

I commenti sono chiusi.