Hellapagos: cooperare fino a un certo punto

A chi non piacerebbe starsene su un’isola tropicale in panciolle? Sì, ma su Hellapagos non c’è nessun resort a cinque stelle. Conviene trovare un modo per andarsene.




Questo è un po’ lo sfondo di Hellapagos, un gioco di Ghenos Games di recente pubblicazione.
Si tratta di un gioco per lo più di carte, ma con un tabellone per tenere traccia di alcune informazioni.
Un party game quasi collaborativo, che può essere molto crudele.
Alle conclusioni vediamo se siamo tornati a casa.

GHE138_1

Hellapagos
Ghenos Games

Da 3 a 12 giocatori. Età 10+

Durata: 20 minuti
Costo: 20 eur


Poco materiale ma di alta qualità

Hellapagos si presenta in una scatola morigerata, 20 x 15 x 7 cm.
In questo modo trova spazio in qualsiasi scaffale e lo potete portare facilmente con voi.
All’interno la scatola è disegnata come se si aprisse una cassa di legno.
Guardate il fondo: il contenuto che è rimasto appiccicato è improbabile.
Il tabellone è pieghevole in 3 parti e diventa 40 x 19 cm.
Le dimensioni sono corrette se pensiamo che il suo scopo è solo quello di tenere traccia del Cibo e Acqua a disposizione, grazie anche a meeple sagomati a forma di pesce e goccia.
Questo è il Tracciato Sopravvivenza.
C’è anche un tracciato che tiene conto dei vostri progressi per creare una Zattera e due spazi per le carte, appunto le Zattere e carte Meteo.

Sue scatoline per contenere carte di dimensione diversa

Sue scatoline per contenere carte di dimensione diversa

Carte sempre ordinate

Nella nostra sezione download avete visto che per un periodo eravamo in fissa con le scatoline made in Volpe Giocosa per le carte (tuckbox).
In Hellapagos ha provveduto l’editore a fornirci di due scatoline, di differenti dimensioni così come le carte, per  tenere in ordine i mazzi.
Quelle più piccole sono per l’appunto le Zattere e il Meteo, mentre quelle più grandi sono le carte Relitto.
Carino il portacarte Carte Relitto. E’ tridimensionale, con le istruzioni per montarlo.
Rappresenta la nave che ci ha portato, naufragando, su Hellapagos ed ha uno squarcio da qui estrarre le risorse.

Come gestire il sacchetto in caso di ricerca di Legna per la Zattera. Il numero di Palline da estrarre lo sceglie il giocatore

Come gestire il sacchetto in caso di ricerca di Legna per la Zattera. Il numero di Palline da estrarre lo sceglie il giocatore

Un sacchetto, ormai un must have per molti giocatori

Nella confezione troviamo anche un sacchetto di iuta dove inserire sei Palline di legno all’interno.
Cinque sono bianche e riportano uno o due simboli di Pesce, mentre quella nera tre.
Un po’ come per il portacarte Carte Relitto è un elemento superfluo, non inutile.
Nel senso che un dado avrebbe forse fatto lo stesso scopo.
Tuttavia uno degli aspetti di Hellapagos che ci ha colpito  è proprio la cura dei materiali per un prezzo contenuto.
Nessun effetto wow, ma tutto è ordinato e ragionato.

Il tabellone. Il numero sulla carta Meteo (quella con la palma) indica di quanto avanza il segnalino goccia se un giocatore sceglie come azione di cercare Acqua

Il tabellone. Il numero sulla carta Meteo (quella con la palma) indica di quanto avanza il segnalino goccia se un giocatore sceglie come azione di cercare Acqua

Organizzarsi per tornare a casa

Come dicevamo ad inizio articolo, la nostra nave è naufragata ad Hellapagos, un’isola tropicale disabitata.
In ogni turno mostreremo che tempo fa sull’isola. Sarà proprio il tempo, con l’arrivo di un Uragano a determinare  la fine del gioco.
In realtà i giocatori avrebbero potuto salvarsi prima, costruendo tante Zattere quanti sono.
Potrebbero anche essere morti prima, se Cibo o Acqua finiscono.

A sinistra la carte del Primo Giocatore di turno (utile per gl spareggi alle votazioni). La carta Uragano quando esce dal mazzo Meteo indica l'ultimo turno

A sinistra la carte del Primo Giocatore di turno (utile per gl spareggi alle votazioni). La carta Uragano quando esce dal mazzo Meteo indica l’ultimo turno

Acqua, Cibo o lavorare alla Zattera?

In ogni turno il giocatore ha un’azione da spendere.
Se cercano Acqua, avanzeranno il meeple goccia nel Tracciato Sopravvivenza in base al meteo. Se piove, infatti, è presumibile ci sia più disponibilità di acqua.
Per il Cibo si pesca dal sacchetto di iuta una Pallina e si avanza nel solito tracciato, col segnalino pesce, in base al numero di pesci sulla Pallina.
Più complessa la storia di Zattera. Si decide quante Palline pescare e si avanza sul tracciato Zattera del numero di Palline bianche pescate.
Finito un giro avere creato una Zattera.
Se ne pescate una nera, avete avuto un incidente e, in buona sostanza, non avanzate sul percorso e perdete un turno.

Le Palline e il sacco di iuta dove metterla

Le Palline e il sacco di iuta dove metterla

Le risorse nella Carta Relitto

Per completezza aggiungiamo che potete pescare in alternativa una carta Relitto.
Ci può essere un po’ di tutto. Acqua, cibo, ma anche una pistola e proiettili (vedrete poi a cosa servono).

Carino il sabot delle carte Relitto, tipo quelli usati nel casinò

Carino il sabot delle carte Relitto, tipo quelli usati nel casinò

Un gioco cooperativo…fino a che non c’è più cibo!

Questo è lo slogan che si trova sul coperchio della scatola e che ci ha incuriosito.
In una riga sintetizza completamente Hellapagos.
Ad ogni turno ogni giocatore consuma un’unità di Acqua e Cibo, facendo regredire il meeple sul Tracciato Sopravvivenza.
Se non ci sono risorse per tutti, si fa una votazione. Per farla breve si punta il dito contro la persona che vogliamo fare stare senza Acqua o Cibo. Il più votato sarà eliminato dal gioco.
Può però accadere che nella sua mano il giocatore abbia una bottiglia d’acqua o un sandwich che lo possono mettere in salvo.
Avrebbe potuto condividerlo prima con la comunità…
Potrebbero anche salvarsi se un altro giocatore offre Acqua o Cibo al più votato.
Ma gli conviene farlo?

wp-1607946229383.jpg

In conclusione

Hellapagos è un gioco di Ghenos Games che ci chiede di tornare a casa da un’isola tropicale inospitale.
Lo scopo è costruire una Zattera per ogni giocatore. In realtà non è proprio così.
L’importante è che voi siate su una Zattera, magari vincendo una votazione all’arrivo dell’Uragano.
Nel tempo necessario a organizzare il viaggio perso casa, dovrete far fronte alle necessità impellenti.
Le riserve sono tracciate sul tabellone e se non bastassero per tutti, anche in questo caso una votazione deciderà chi ha diritto a prendere quello che gli serve dalle scorte.
In realtà ogni giocatore può fare una scorta personale di quello che trova all’interno del relitto e non condividerlo con gli altri.
Dipende tutto dal vostro altruismo o, se volete, dalla vostra strategia.

Alcune risorse. Alcune danno un vantaggio singolo, altre durano finché è in vita il personaggio. Altre sono del tutto inutili. Sono comunque tutte buffe estemperano un po' un eventuale clima ostile

Alcune risorse. Alcune danno un vantaggio singolo, altre durano finché è in vita il personaggio. Altre sono del tutto inutili.
Sono comunque tutte buffe e stemperano un po’ un eventuale clima ostile

Un gioco adatto anche a Natale?

Se siete amanti dei Talent Show, nemmeno a dirlo: dovete avere Hellapagos.
Il gioco è molto semplice ed è davvero basilare nel regolamento. Questo ne fa un ottimo gioco per le feste (party game) e quale festa migliore del Natale?
Ecco perché, DPCM permettendo, è un gioco che proponiamo appunto per queste festività.
Il costo contenuto, anche a fronte della qualità del materiale, fa sì che sia acquistabile anche a chi non ha una passione per i giochi da tavolo e quindi aprirà la scatola poche volte.
Non condividiamo per niente il voto su BGG.
Come avrete capito è un gioco valido al quale giocherete partite a raffica, anche vista la durata contenuta.
Insomma, non vi vorrete vendicare di chi non via ha dato una bottiglia di minerale mentre stavate morendo di sete? Magari sparandogli!
Ok, Hellapagos ha un’interazione molto forte che potrebbe andare a “colpire” quelle persone che non riescono a distinguere tra persona e giocatore.
Nel caso dovreste evitarlo o cogliere l’occasione di Hellapagos per farli maturare da questo punto di vista.

getyourfan

Se volete tradire i vostri compagni, oppure morire sull’isola se non ci sarà una zattera per tutti è una scelta vostra. Passate da Get Your Fun per averne la possibilità.
Tra l’altro ci sono molti modi di risparmiare, come spiegato a questo link.

I commenti sono chiusi.