Glass Road: attraverso la via del vetro

Il padre di Glass Road è quel Uwe Rosenberg che tanto abbiamo apprezzato per Agricola. E’ un titolo che poi ha messo anche le radici in La Festa per Odino, l’opera finale (?) dello stesso autore tedesco. Qui siamo in Bavaria, sulla via del vetro.

 

 

scatolaGlass Road
Cranio Creations

Da 1 a 4 giocatori. Età 12+
Durata di una partita: 75 minuti
Prezzo: circa 22.50 eur, scontato del 50% sul sito di Cranio Creations

 

 

 

 

La ruota che gira

Glass Road si presenta come una scatola pesante, per un gioco che non è un peso massimo, ma un gestionale di media complessità. Le componenti principali sono le singole ruote, che ciascun giocatore ha davanti a se per segnare il numero di risorse che possiede. Con un astuto sistema di “ruote giranti”, le materie prime a disposizione si combineranno per formare più nobili materiali, quali vetro e mattoni.

Una catena di combinazioni

Completa l’ “attovagliamento” una serie di tessere edificio a disposizione dei giocatori. Questi le acquisteranno per poterle mettere nel proprio terreno. Ciascun giocatore infatti dispone di una plancia dove all’inizio saranno disponibili tessere bosco, lago, cava di sabbia e foresta. Queste tessere col tempo lasceranno spazio agli edifici e alcune di loro daranno bonus con alcuni di loro. A cosa servono gli edifici? Ce ne sono di diverse tipologie. Senza perderci nei dettagli, diciamo che possono essere legate per micidiali catene produttive e comunque forniscono punti.

pic1901380_md

Un gioco di carte?

Siamo a metà recensione e ancora non abbiamo parlato di un elemento fondamentale di Glass Road: le carte. Ciascun giocatore ne ha un set, uguale per tutti. Ciascuna carta rappresenta una professione che permette un ‘azione particolare (come, ad esempio, l’acquisto di un edificio). In ciascun round, ciascun partecipante sceglie le 5 carte che vuole giocare. Quando le gioca, se nessun avversario ha in mano la stessa carta, allora può compiere entrambe le azioni riportate, altrimenti solo una. L’avversario che ha la stessa carta la gioca immediatamente e compie anch’egli un’azione. E’ quindi importante cercare di intuire cosa gli avversari faranno. Va da sé che in un round ogni giocatore giocherà dalle 3 alle 5 carte.

pic1818805_md

In conclusione

Gioco più leggero dei suoi fratelli, Glass Road è un titolo divertente una volta che si è imparato a gestire la ruota delle materie. Se cercate sul web, troverete che è affetto da un bug (difetto), ovvero da una combo di edifici che può virtualmente produrre risorse infinite, o qualcosa del genere. Data il ragguardevole numero di tessere, il fatto di creare queste combo è abbastanza raro. Pensate quindi a divertirvi con questo titolo, creando le vostre officine e cercando di indovinare quale lavoratore piazzerà il vostro avversario.
Ringraziamo Cranio Creations per la copia.

I commenti sono chiusi.