Dragon Pets: alleva i tuoi piccoli draghetti

Complice una fortunata serie televisiva, i draghi sono attualmente di moda. I cuccioli, beh…quelli hanno sempre risvegliato un po’ di coccolosità. Sembra quindi che gli ingredienti per un bel gioco ci siano tutti in Dragon Pets, edito e fornitoci cortesemente dalla Pendragon Game Studio.

pic3240048_md

Dragon Pets
Pendragon Game Studio

Da 2  a 4 giocatori. Età 8+
Durata di una partita: 30 min circa
Prezzo: 25 eur circa

 

 

Un gioco semplice adatto a tutta la famiglia

Dragon Pets si piazza nello scaffale fra i giochi adatti a tutta la famiglia. Ha un regolamento che si capisce fin dalla prima lettura e lo svolgimento è di durata contenuta.
I draghi, si sa, possono essere di varie specie (colori), ma tutti i piccoli draghi necessitano di una mamma e un papà. Scopo dei giocatori sarà quello di raccogliere questi draghi da una griglia di carte posta sul tavolo, per creare la proficua progenie. I draghi accoppiati portano soldi (punti), mentre quelli spaiati portano malus.

pic3740438_md

Incroci di carte

L’incrocio di carte ricorda un po’ Topiary e Targi, ma poi il gioco è completamente diverso. Non vi insegniamo qui come si gioca, visto che la Pendragon offre il download gratuito del regolamento. La novità che ci piace è l’uso dei dadi per “muoversi” sulla griglia. Per ogni fila infatti c’è un dado che indica di quanti spazi ci si può muovere lungo quella linea per piazzare il proprio cacciatore. Quando poi un giocatore si gioca l’azione del “raccogli cacciatori“, tutti prendono i draghi dove è posizionato il proprio meeple.

DragonPets_cards_front-4

8 pagine di regolamento per un mare di tattica e strategia

Dragon Pets ha una delle caratteristiche ci piacciono in un titolo: dopo 10 minuti puoi già giocare, ma mentre giochi c’è poco da sbadigliare. Già, perché le azioni comunque si pagano in monete. Aggiungiamo che quando portate i cacciatori a casa vengono a casa anche quelli degli altri. I cacciatori, poi, li dovete piazzare per forza, anche se il drago che catturerete non vi servirà. Tuttavia, può essere un buon modo per scartare un dado, che altrimenti sarebbe più utile all’avversario.

In estrema sintesi

Siamo di fronte a un giochino semplice, che si adatta a tutti, ma non per questo da sottovalutare. Senza spremersi le meningi per l’ennesimo cavillo, potete concentrare sul piazzare i vostri cacciatori, speculare sui piccoli draghetti e investire le somme in azioni. Vedrete che dopo una partita, vorrete fare subito la rivincita.

I commenti sono chiusi.