Domination: l’edizione italiana sarà curata da Pendragon

Pendragon localizzerà in Italia Domination, un progetto Kickstarter (KS) promosso da Phalanx.

Questo gioco è un wargame, una tipologia di giochi di cui torneremo a parlare nei prossimi giorni.
Qui vi diciamo solo che è ambientato nella Seconda Guerra Mondiale e i giocatori tireranno le fila di una delle Nazioni durante questo conflitto.
In Domination lo scopo è chiaramente quello di sopraffare l’avversario, che consentono di acquisire punti vittoria.
Interessante poi la possibilità offerta di avere una versione base ad un costo contenuto.
Generalmente i wargame salgono un po’ di prezzo. A volte ciò è dovuto dalla tiratura limitata, mentre altre volte dagli orpelli che gli appassionati richiedono. Il fruitore di questa categoria è generalmente un feticista delle miniature, ma vedremo che Phalanx accontenterà anche questo zoccolo duro.
Chi vuole può spostarsi col suo carro armato alle conclusioni.

Gioco nella classica scatola quadrata

Gioco nella classica scatola quadrata

Il contenuto della scatola: due esempi

Contenuto base

Una classica scatola quadrata da 30 cm ci propone materiale non in misura esagerata. Gli anni della Seconda Guerra Mondiale, ma anche antecedenti, videro diverse scoperte scientifiche e tecnologiche, applicate poi all’ambito militare. Il gioco ripropone questo fenomeno attraverso plance dedicate per ciascun giocatore, con un albero tecnologico.
Completa la dotazione un mazzo di carte che guidano il gioco e una tonnellata di segnalini in cartoncino. L’80% rappresentano mezzi militari, suddivisi per nazione, il resto servono per tenere traccia di varie cose. Tutto si muove su un tabellone di cartone da 56 cm.
Per chi partecipa al Kickstarter, quindi non a chi lo comprerà dopo in negozio, in omaggio carte extra e i modellini delle V2.

Versione “Colonel”

Se vi interessate di wargame, allora vorrete anche le miniature. In genere non ci dilunghiamo sulle varie versioni a che i progetti KS propongono. In questo caso era però obbligo dirvi che raddoppiando il contributo, portate a casa la versione con i modellini. I 50 e rotti segnalini mezzo militare, sono sostituiti da altrettante miniature.
Carri armati e navi di diversa nazionalità saranno quindi a vostra disposizione. Mancano aerei e sottomarini. Espansione già pianificata?

Vista del tabellone dal ma nuale

Vista del tabellone dal manuale

Com’è strutturato Domination

Ambientazione

Domination sembra progettato per 4 giocatori per 90 minuti di partita. Comunque, il regolamento si aggiusta anche a 2 o 3 giocatori.
Difatti le Potenze a disposizione sono Giappone, Germania, Unione Sovietica e Regno Unito. Ciascuna Nazione ha un lato della plancia dedicato. La divisione è quella classica fra Asse e Alleati.

Le carte regolano la meccanica

Sostanzialmente è un gioco guidato dalle carte (card driven). Queste hanno dei punti che permettono l’acquisto dei mezzi militari. Possono anche essere usati per lo sviluppo tecnologico. Gli Alleati li possono usare anche per il Lend-Lease. Infine le carte possono mettere a disposizione un evento.

Se siete pigri, alla pagina del Kickstarter un'animazione spiega il regolamento

Se siete pigri, alla pagina del Kickstarter un’animazione spiega il regolamento

La mappa

Il tabellone di Domination è fatto di quadrati e tracciati. I primi sono connessi tra loro e rappresentano il territorio dove battagliare.  E’ importante che le unità sul campo siano collegate con la propria nazione per potere muovere o attaccare. Del resto i combattimenti sono il cuore del gioco.

Versione in Italiano e Francese a seconda del numero dei finanziatori

Versione in Italiano e Francese a seconda del numero dei finanziatori

Tecnologia

E’ un aspetto interessante. Per chi avesse visto il videogioco Hearts of Iron, l’albero della tecnologia funziona nello stesso modo.
In pratica ogni progresso permette di sbloccarne un altro dopo il suo completamento, a meno che non richieda che un’altra tecnologia sia anch’essa disponibile. I rami dell’albero, proprio come nel videogioco, sono divisi a seconda del campo, navale, terrestre, elettronico o missilistico.
Buona la meccanica per cui la carta è nascosta sotto la plancia e rivelata il turno successivo per avanzare in una tecnologia.

Il punteggio

I punti vittoria sono basati su differenti criteri. L’occupazione di posizioni chiave sulla mappa, carte influenza o progressi tecnologici guidano la classifica.
Ogni fazione ha un punteggio diverso per dichiarare vittoria, ottenuto come somma dei contributi delle Nazioni appartenenti.
Il gioco parte nel 1939 e finisce nel 1945, a meno che non si determinino condizioni di vittoria che interrompono il gioco. Per ognuno dei 7 turni inizia una Potenza differente.

Considerate sempre le spese di spedizione prima di finanziare un progetto

Considerate sempre le spese di spedizione prima di finanziare un progetto

Link utili

Per chi volesse provare a giocarlo on-line, esiste una versione per Tabletop Simulator.
Qui invece il regolamento in versione beta. Attenzione che sono una 40 di Mb per 26 pagine.

In conclusione

L’aspetto economicopreve

Domination è un progetto Kickstarter promosso da Phalanx, che porta sulle nostre tavole un wargame ambientato nella Seconda Guerra Mondiale.
Per avere la copia base sono sufficienti 28£, sterline inglesi, che corrispondono oggi a circa 30€.
Se volete abbellire la copia con miniature si raddoppia: 63€. Si risparmieranno comunque circa 14€ rispetto alla versione che andrà in negozio.
Con 83€ invece si aggiunge anche il tappetino (playmate) da 67 cm che sostituisce il tabellone da 56 cm.
Per i più esigenti, a 97€ anche il portacarte in legno colorato.
La copia base è comunque personalizzabile aggiunge singolarmente le migliore che si preferiscono.
Tutto arriva a casa l’anno prossimo.

Il ruolo di Pendragon Game Studio

Pendragon Game Studio adotta per Domination la stessa politica usata per Rocketmen e Successors. Se almeno 150 italiani supporteranno il progetto, lo localizzeranno in Italia.
Sembra ormai una strategia consolidata con il partner Phalanx che non possiamo che plaudere. Rocketmen, infatti, è un titolo molto atteso in Volpe Giocosa per svariati motivi.
Prima sarà portato nelle case dei finanziatori del Kickstarter, per poi proseguire con la consueta distribuzione.
Questa strategia, che con successo ha permesso di avere copie in italiano dei suddetti giochi, speriamo sia ancora una volta di successo.

I commenti sono chiusi.