Detective: un moderno gioco di investigazione

Non lo nascondiamo: è un titolo che aspettavamo da tempo. Stiamo parlando di Detective, di Ignacy Trzewiczek, che vanta al suo attivo blasonati giochi. In quest’articolo vedremmo se questa scatola saprà essere all’altezza delle aspettative. Avevamo già parlato di Sherlock Holmes: Consulente Investigativo. Se vi è piaciuto quello, allora già state sulla strada buona. Qui però si porta tutto nel XXI secolo, grazie al database Antares.

 

Detective_box_ITA-2


Detective

Editrice Giochi

Da 1 a 5 giocatori. Età 16+
Durata di una partita: fino  3 ore
Prezzo: 50 eur circa

 

 

 

Portare il gioco di investigazione a un livello successivo

Antares Database è un po’ l’invenzione di Detective: un sito internet asservito al gioco, dove leggere di volta in volta indizi sul caso in corso. In qualche modo funziona come il Libro delle Storie di This War of Mine, ma fa molto più CSI.
Il sistema di confronto dei codici inseriti, permette al computer di confrontarli fra loro per capire se c’è una correlazione. Detto così sembra complicato, ma è molto semplice una volta avuto il tablet in mano.
Solo Antares la novità? No, esiste anche il meccanismo di “Infrangere la quarta parete”, ovvero il gioco a tratti invita a cercare su Internet parole per meglio capire la trama.
Più che un gioco di investigazione, quasi un gioco di ruolo, dove vi immergete fino al collo nel ruolo di detective.

Regole semplici

A scatola ancora sigillata eravamo un po’ spaventati dalla possibile complessità del titolo. La paura era data dal dovere interagire col sito internet Antares Database. Il regolamento risulta invece snello: tutto quello che c’è da fare è seguire le carte lungo il percorso e affidarsi alle loro istruzioni. Il sistema delle abilità speciali di ciascun membro della squadra complica un po’ le cose, ma aumenta la libertà di scelta dei giocatori. E’ in definitiva un card driven.

Detective-Game-Content-small

Esperienza sul campo

Non è qui la sede di spiegare il regolamento (scaricabile qui), né tantomeno di fare spoiler. Con esperienza sul primo caso, possiamo dire che ci sembrano  ben congegnati, con diversi percorsi logici per arrivare alla conclusione. Le diverse attività (uso del database, ricerche su wikipedia, registrazione delle piste e prendere appunti) fanno in modo che sia possibile assegnare dei ruoli informali ai giocatori. Questa possibilità è consigliata, in modo da limitare il fenomeno del giocatore alpha.

In definitiva

Detective è un gioco molto profondo, non proprio digestivo. Siamo di fronte all’ultima generazione in termini di giochi investigativi. Il sito internet Antares Database è il motore del gioco, che non confonde mai, ma è asservito al gioco. Le ricerche poi su internet danno quel tocco di realismo in più. Le soluzioni ai casi non sono mai banali e gli indizi devono essere “lavorati”, non essendo mai troppo espliciti o banali. Le domande finali a risposta multipla permettono di finire un caso e di rigiocarlo anche se non soddisfatti del punteggio. Ok, non sarà la stessa cosa, ma i casi sono talmente sfaccettati che sarete tentati di farlo. Gioco da antologia.

I commenti sono chiusi.