Counter Attack: dal calciomercato alla strategia in campo

Il gioco da calcio è amato da molte persone in Italia, soprattutto quando non c’è da sudare. Intendiamo dire che, come già detto per l’atto titoli con lo stesso tema, ogni tifoso è anche un po’ allenatore.
Counter Attack vi darà la possibilità di mettere alla prova le vostre abilità.



Abbiamo visto altri titoli sul tema calcistico.
ItAlea ci ha proposto un valido e rapido gioco con squadre di diversa abilità, mentre Foo Table si orientava su una meticolosa simulazione della fisica del pallone.
Vediamo ora cosa ci propongono i ragazzi di Counter Attack e ci vediamo negli spogliatoi per le conclusioni dopo il triplice fischio.

counter_attack

Counter Attack
Autoproduzione

Due giocatori. Età 14+

Durata: 90 minuti
Costo : circa 38 eur


Buoni materiali, superiori a quelli della media delle autoproduzioni

Dei giochi finora visti sul tema del pallone, Counter Attack è quello più maturo a livello di componenti.
C’è piaciuta l’organizzazione scientifica, con un grande tabellone pieghevole che rappresenta un campo da calcio esagonale.
Buona impressione anche per la scatolina che contiene le carte dei giocatori.
Ci sono poi un sacco di segnalini, gialli e rossi con i fischietti e un cerotto, che è chiaro cosa indichi.
Due le squadre presenti, una rossa e una nera. Pedine piuttosto pesanti, che non volano via facilmente, già “montate”, col loro numerino che le identifica.

Carina la scatolina per contenere le carte

Carina la scatolina per contenere le carte

Calciatori ricchi di caratteristiche

Le carte dei giocatori sono davvero tante.
Ognuna riporta le abilità dei calciatori nelle varie azioni possibilità, come il tiro, il passaggio o il colpo di testa.
Non c’è una vera divisione dei ruoli, tranne per i portieri, ma saranno i giocatori a dovere capire come meglio posizionare il loro uomo all’interno del campo di gioco.
Interessante l’idea di introdurre anche l’arbitro, con una carta che lo caratterizza.

Ogni cosa trova i l suo posto nella scatola.

Ogni cosa trova i l suo posto nella scatola

Molto materiale a corredo

Come dicevamo tanto il materiale a corredo. C’è una clessidra contro la paralisi d’analisi (giocatori che non si decidono) e un righello da wargame che che indica le distanze fra i calciatori, in particolare fra chi detiene la palla e il punto dove deve essere calciata.
È essenziale per capire che tipo di calcio deve dare il giocatore (e.s. un passaggio normale o un cross) e applicare abilità e malus del caso.

Volpe Giocosa, un terzino vecchia scuola

Volpe Giocosa, un terzino vecchia scuola

Schierare in campo la propria squadra

Su ogni lato lungo del tabellone ci sono 11 numeri, ovvero i numeri dei calciatori in campo in squadra.
Ad inizio partita c’è una sorta di calciomercato.
In realtà nessuna asta (ma perché no?), ma una scelta alternata finché ognuno non ha la propria squadra, riserve incluse.
Si scelgono a quel punto gli 11 titolari e si schierano sul campo le pedine numerate secondo lo schema preferito, che sia il 4-4-2 o il 5-5-5.

Tutto pronto al Volpe Giocosa Stadium

Tutto pronto al Volpe Giocosa Stadium. Anzi no, manca il pallone

Una meccanica semplicissima

La meccanica del gioco è veramente semplice.
Diamo qui qualche indicazione di base, lasciandovi la possibilità di leggere il regolamento, in italiano, sul sito.
È importante capire la regola detta 4-5-2. Significa che il manager in attacco muove 4 giocatori, per un numero di caselle dipendenti dalla sua velocità (pace), mentre il difensore ne muove 5.
Tocca di nuovo al giocatore in attacco con due movimenti bonus, ma di distanza ridotta.

Il righello misura la distanza fra la palla e il punto dove deve essere inviata

Il righello misura la distanza fra la palla e il punto dove deve essere inviata. Se passasse attraverso aree di influenza avversarie, ci potrebbero essere problemi di intercettazione

Il concetto di area di influenza

Prima di scendere nei dettagli bisogna capire che ogni calciatore ha un area di influenza.
Sono ad esempio gli esagoni attorno a lui e, in minor misura, quelli a distanza uno.
Se ad esempio un difensore entra nell’area di influenza del portatore di palla si crea un contrasto.
Entrambi i giocatori tirano un dado e il giocatore in attacco lo somma al bonus di dribbling del suo calciatore mentre il difensore fa lo stesso sommandolo al valore di contrasto (tackle) del suo calciatore.
Il giocatore col valore più alto porta a casa la palla.
Un concetto simile è alla base di tutti i confronti del gioco: il rapporto tiro dell’attaccante e la parata del portiere o i confronti sui colpi di testa per le palle alte.
Insomma, la logica è: dado + abilità + malus da distanza dall’azione (area di influenza).

Le regole non sono pochissime, ma uno specchietto fronte-retro riassume tutto

Le regole non sono pochissime, ma uno specchietto fronte-retro riassume tutto

Alcuni elementi inediti in un gioco di calcio

Ci sono alcuni elementi di novità rispetto ad altri titoli a tema calcistico.
Il più divertente è sicuramente ricorrere all’arbitro per le controversie.
Anche qui il lancio di un dado potrà nel caso attivare l’abilità dell’arbitro, risolvendo la diatriba.
C’è poi uno sistema di cartellini gialli e rossi ed infortuni nei contrasti, che danno malus sulle abilità se non sostituiti.

Una clessidra mette pressione a giocatori troppo lenti. Ci sono segnalini per avevrtimenti arbitrali oninfortuni

Una clessidra mette pressione a giocatori troppo lenti. Ci sono segnalini per avvertimenti arbitrali o infortuni

Il regolamento e materiale on-line

Il regolamento è molto chiaro. È sostanzialmente diviso in quattro capitoli.
Nel primo si fa una panoramica del materiale e delle abilità dei calciatori, poi ci si organizza per una partita per poi inserire elementi più simulativi e più opzioni, una volta presa confidenza con Counter Attack.
L’ultima parte spiega come organizzare tornei, con squadre personali, infortuni che si protraggono lungo la stagione ed anche un calciomercato. Interessanti anche le varianti.

Un esempio

Un esempio: il croato Barisic con la palla è contrastato da Stewart. Barisic somma 6 al valore di driblling pe ottenere 11. Lo scozzese risponde con un 4 e un contrasto (Tackling) 3: totale 7. Barisic conserva il controllo di palla

Materiale disponibile online

Sul sito si trova un sacco di materiale liberamente scaricabile, oltre al già citato regolamento.
Potete creare i vostri giocatori grazie a un programma online, con cui poi stamperete un pdf da ritagliare.
Qui è spiegato tutto e qui si vola direttamente al programma. Potete usare questo sistema, davvero semplicissimo, per ricreare i calciatori che preferite o la vostra squadra del campetto.
Potrebbe essere all’inizio un problema organizzare in modo bilanciato le proprie fila, oppure si potrebbero creare situazioni banali.
Il sito del gioco offre degli scenari, ovvero degli schieramenti pre-impostati.
Nella stessa pagina, se volete, c’è anche la possibilità di scaricare un manualetto per le partite in solitario. Ci sono anche quei delle formazioni già fatte con delle indicazioni sullo stile di gioco.
Se qualcosa del regolamento non fosse chiaro, una pagina con alcuni video potrebbe aiutarvi.

wp-1608407618712.jpg

In conclusione

Andando a memoria Counter Attack è il terzo titolo a tema calcistico di cui scriviamo.
Come complessità si colloca a metà di 4-3-3 e Foo Table.
Se la mettiamo sul piano del materiale, l’aspetto di Counter Attack è sicuramente il più professionale e il più curato.
L’attenzione alla grafica e ai particolari è sicuramente curata.
Il gioco è simulativo, anche se non come Foo Table, si perde a volte in dettagli molto spinti (vedi ad esempio la gestione del colpo di testa).
Questi dettagli alla fine piaceranno però agli appassionati di calcio.
Affinché il Giocatore Inesperto entri subito in partita, deve avere chiare solo le due meccaniche base: il 4-5-2 per i movimenti e dado + abilità + area di influenza per le palle contese e le sfide come contrasti o tiri in porta.
Di volta in volta si possono aggiungere regole più dettagliate per migliorare l’aspetto simulativo.

Secondo noi questo giovane ghanese

Secondo noi questo giovane ghanese è un buon terzino: è veloce e pronto a creare difficoltà ai portatori di palla. Certo, palla al piede ha qualche problema

Amanti del calcio ovviamente

I giochi a tema sportivo di successo si contano sulle dita di una mano.
Alcuni di questi sono giochi storici, altri sono quelli che si considerano appartenere alla categoria dei giochi moderni.
Non che questi giochi abbiano “problemi” o siano “brutti”, ma spesso è difficile trovare l’editore che li pubblichi. Insomma, il giocatore medio è pantofolaio e di giochi di sport non ne vuole sapere. Almeno così ci è parso.
Se però cercate un gioco di calcio, Counter Attack è sicuramente da tenere in considerazione.

L'arbitro Bertoni saprà evitare che si scaldino gli animi?

L’arbitro Bertoni saprà evitare che si scaldino gli animi?

Un paragone con altri giochi calcistici

E’ ovvio fare un paragone con i titoli già visti.
La complessità, come dicevamo, si colloca fra i due titoli già citati da Volpe Giocosa.
Se 4-3-3 ha bisogno di poche nozioni calcistiche, Counter Attack ci chiede uno sforzo maggiore, anche perché c’è una fase di calciomercato iniziale.
Il regolamento tuttavia prende per mano anche chi non è fan di 90° Minuto, indicando per ogni zona del campo le caratteristiche principali.
Inoltre è un gioco altamente personalizzabile, grazie alla risorse online, anche se forse, partite da 90 minuti ne rendono più complessa la “torneabilità” rispetto a 4-3-3.
Foo Table rimane di un’altra categoria, essendo un gioco più complesso, dove solo il rimbalzo del pallone contro un palo richiede una risoluzione simulativa.
Del resto il realismo si paga.

I commenti sono chiusi.