Concordia: colonizza l’Impero

Dopo aver vissuto il periodo delle grandi esplorazioni con Navegador, Mac Gerdts ci porta in un viaggio attraverso gli antichi splendori dell’Impero Romano con Concordia.

concodia1

 

Concordia
Cranio Creations

Da 2 a 5 giocatori. Età 12+
Durata di una partita: 30 minuti a giocatore
Prezzo: 50 eur circa

 

 

Scopo del gioco

Vestiremo i panni di nobili famiglie con lo scopo di accrescere la nostra fama e il nostro benessere, colonizzando le province dell’impero e sfruttando le rotte commerciali, come? Ottenendo più punti vittoria degli altri.

 

Titolo profondamente strategico

Concordia rientra a pieno titolo tra i German Games: Gerdst ha saputo mescolare meccaniche di produzione risorse ed espansione territoriale fino ad ottenere un gioco profondo, in termini di strategia che richiede non una banale scelta tra le azioni da compiere e in che ordine. Va riconosciuta la semplicità del regolamento: si spiega in pochissimo tempo e consente di avvicinare anche i giocatori più inesperti pur essendo un gioco complesso e ricco di variabili.

Per raggiungere gloria e prestigio, ogni giocatore ha in suo possesso 7 carte ed un magazzino (plancia personale) per i propri beni, con una portata limitata (all’inizio possiamo aver solo 1 unità di un qualsiasi bene per spazio).

Ogni famiglia partendo da Roma deve costruire nuovi insediamenti nelle province, a questo scopo utilizziamo la carta dell’architetto per muovere i nostri coloni.

Una volta che ci siamo insediati utilizziamo la carta del Prefetto per guadagnare risorse: mattoni, cibo, utensili, vino, tessuto. Le risorse possono essere vendute, attraverso la carta del Mercante; questo ci consente non solo di comprare nuove carte (attraverso la carta Senatore), di costruire insediamenti e di piazzare più coloni (Per ogni colono che riusciamo a piazzare sulla mappa guadagneremo uno spazio in più nel magazzino) ma anche di liberare spazio in magazzino per ottenere nuove risorse.

Carte e azioni

Ed ora cerchiamo di rispondere alla domanda che molti di voi si staranno ponendo: dove è finita la famosa rotella di Gerdst? Ebbene in Concordia, questo elemento è stato sostituito interamente dalle carte, le azioni si scelgono con le carte ma mentre con la rotella tutti i giocatori potevano scegliere tra la stessa gamma di azioni, in concordia è il giocatore a definire il suo mazzo tramite le carte che decide di acquistare e quando acquistarle.

Ad ogni carta, oltre che un’azione è associata una divinità romana che ricompensa i giocatori con PV: in base al numero di insediamenti, al numero di province colonizzate, al numero di merci prodotte o al numero di coloni sul tabellone: per esempio al Tribuno è associato Marte che per ogni colono sul tabellone assegna 2 PV.

concordia-gioco

Materiali

Un altro aspetto che ci è piaciuto molto di questo giovo sono i materiali, di ottima fattura, belle le illustrazioni e un elegante tabellone a due facce (Italia ed Europa) in cui espandere il nostro impero.

Conclusioni

Concordia un titolo che abbiamo trovato molto interessante e torneremo sicuramente a giocare, magari raffinando meglio la nostra strategia.

E voi che strategia utilizzate per costruire insediamenti e produrre e quindi arrivare alla vittoria? Preferite competere per le carte in vendita? Preferite investire subito negli insediamenti prima che diventino troppo cari o preferite insediarvi dopo aver analizzato quali sono le città più produttive?

I commenti sono chiusi.