Board Game Arena e Asmodee: cosa ne pensiamo

Se avete aperto questo articolo significa ci siamo evitati una pernacchia o “Sai quanto ce ne frega”. Magari vi state conservando il giudizio per la fine dell’articolo. Vogliamo prendere la palla al balzo, grazia all’annuncio di ieri, per parlare di Board Game Arena e Asmodee, sia insieme che separatamente. Tempo di lettura 9 minuti

È rimbalzata ieri sul web, come consuetudine, la notizia che Asmodee ha acquisito Board Game Arena. Alcuni utenti si sono preoccupati,  ovvero quelli che usano questa piattaforma per giocare ai giochi da tavolo. Altri, una buona parte a dire il vero, questa notizia non ha fatto né caldo né freddo. Sono persone che conoscono Board Game Arena ma non sanno che farsene, mentre altre ai cui non piace proprio e una parte che non sa cosa sia. C’è anche un gruppo nutrito di giocatori che vede all’ingresso di Asmodee, che ha già esperienza nel gioco da tavolo digitale, una possibilità di miglioramento del servizio offerto da Board Game Arena. Venderemo di fare conoscenza o, come dicono alcuni, profilare queste persone. Alle conclusioni un nostro piccolo punto di vista.

BGA-Logo-horizontal

Board Game Arena (BGA)

Le origini di BGA

Come tutte le storie di successo nasce dalla passione dei soci fondatori che si sono cimentati nell’impresa con mezzi amatoriali. Una sorta di non-professionalità e voglia di fare community ancora si intravede. La sopravvivenza del sito si basa sulle donazioni (ma anche sugli utenti Premium). Chi non ha soldi, o non vuole metterli, può accumulare crediti grazie servizi resi alla community, ad esempio con la traduzione dei testi nei giochi.

In cosa consiste

È una piattaforma per giochi da tavolo on line. È qui che Volpe Giocosa ha imparato a giocare a Puerto Rico. Quando ci avvicinammo al questo sito, Board Game Arena era già famosa nel settore. Andando a memoria ci sembra che la grafica non fosse così buona, ma adesso i giochi che frequentiamo hanno la grafica originale del reale gioco “in cartone”. Il sito vanta milioni di profili e la ragione è molto semplice. I giochi a disposizione sono più di 400, alcuni anche recenti, e questo numero è in rapida crescita.

Il business dietro BGA

La leva del successo è sicuramente data dal fatto che offre un servizio gratuito. Per iscriversi e giocare non si paga niente. Nessun canone o gettone. Esiste la possibilità di diventare utenti Premium. Ci sono dei vantaggi, anche se limitati. Per citarne alcuni, un utente Premium può usare uno specie di Skype per interagire con altri utenti. Alcuni giochi, e forse è il punto più importante, necessitano che almeno un giocatore al tavolo virtuale abbia quel tipo di account per potervi accedere. Gli utenti non paganti per accedere a questi tavoli attendono generalmente qualche minuto in più, sia per questa caratteristica sia come imposizione del sito, proprio per la loro caratteristica di non sganciare un euro.

Carnegie è un titolo in Kickstarter che è possibile provare su Board Game Arena nel formato Beta (significa di prova, ma funziona già benissimo in realtà)

Carnegie è un titolo in Kickstarter che è possibile provare su Board Game Arena nel formato Beta (significa di prova, ma funziona già benissimo in realtà)

Perché non amare Board Game Arena?

Per i giochi da tavolo serve un tavolo: la questione della socialità

Tutto sta nel capire cosa si cerca in un gioco da tavolo. In Volpe Giocosa si cerca l’opportunità di stare insieme e siamo d’accordo con chi dice che un gioco da tavolo, per prima cosa, necessita un tavolo. Siamo di quelli che affianchiamo ai giochi patatine e birra, probabilmente meritandoci un girone all’inferno. Fatto sta che Catan e 7 Wonders sono in condizioni pietose essendo i primi giochi che avevamo a scaffale, quando questo era un cassetto di un pensile in sala. Ecco, in Board Game Arena tutto questo accade.

Tentativi di creare contatti infruttuosi

Molto probabilmente giocherete con anonime persone che difficilmente ritroverete (anche per problemi di lingua o nickname improbabili). Inutile la chat per socializzare: si gioca e punto. Forse è diverso per gli utenti Premium, che hanno l’uso del microfono e magari organizzano partite con gli amici. Molti utenti, a giocare in questo modo, preferiscono un videogioco standard. Qui il comparto videoludico, approfittando dell’evoluzione delle connessioni Internet, ha fatto passi da gigante proponendo titoli davvero coinvolgenti e socializzanti.

Completamente asettico

Nelle recensioni si spendono molte parole riguardo ai componenti. Molte campagne Kickstarter “vincono” a mani basse solo per la loro tonnellata di miniature. Un segnalino di legno fa salire le quotazioni di una scatola, mentre uno di plastica a volte fa storcere il naso. In BGA tutto questo non c’è. Anche i vagoni 3D di Colt Express sono piatti. Non si scappa.

Asmodee ha già un comparto che segue il gioco da tavolo digitale

Asmodee ha già un comparto che segue il gioco da tavolo digitale

Punti a favore della piattaforma online

Si risparmia

I giochi costano. Alcuni li hanno definiti ‘beni di lusso”, probabilmente per il semplice fatto che non si mangiano. Sarebbe in realtà da aprire un discorso sulle categorie merceologiche, ma sarebbe un’altra questione. Board Game Arena mette a disposizione una valanga di titoli, alcuni anche difficilmente reperibili ed altri, ultimamente, ancora su Kickstarter. Altri invece hanno un costo della scatola elevato, al di là della battuta sul “bene di lusso”, che magari non tutti vogliono o possono sostenere.

Possibilità di organizzare tornei

Anche Volpe Giocosa ha partecipato a tornei, con risultati dubbi ma tanto divertimento.
Ovviamente vanno presi dal verso giusto, senza eccessivo agonismo se non goliardico.
Board Game Arena permette di organizzarli con facilità, dove il sistema svizzero è fra i più usati.
Se poi andate all’ultimo paragrafo, leggete come si possano creare tornei anche in diverso modo.

C’è sempre qualcuno che gioca con noi

Nessuno che socializzi in realtà, lo abbiamo detto. Ma se ti attacchi alle 3 di notte e vuoi giocare a un gioco complesso che dura 3 ore (cinghiale), Board Game Arena ti trova un tavolo. Come dicevamo, magari è una persona all’altro capo del mondo che parla solo sanscrito, ma va beh.

Alcuni giochi risultano più semplici da giocare e più rapidi

Ci sono giochi dove ci sono delle parti di gestione. Sono ad esempio i tempi morti a fine turno dove bisogna mescolare le carte, preparare le risorse e cose del genere. Board Game Arena lo fa per voi. Se torniamo al punto precedente questo aspetto asettico può essere proprio quello che molti rimproverano al sito. Fatto sta che si risparmia tempo. Pendendo come esempio 7 Wonders Duel, la piramide si costruisce da sola e per ogni carta si può avere il costo per acquistarla, per noi o per il nostro avversario.

Un buon modo di testare i giochi

Carnegie, un Kickstarter che sta andando a palla di fuoco di cannone, è già su Board Game Arena. Non è una novità che i promotori di campagne di crowdfunding si rivolgano a risorse digitali per fare conoscere i loro giochi. Tabletop Simulator, per fare un esempio, è ormai uno standard. Fate però attenzione che questo è solo un visualizzatore-manipolatore grafico 3D. Chi ha a che fare con software CAD (AutoCAD, CATIA, ProEngineer ma anche programmi di grafica) avrà capito il senso di questa frase. Significa che se giocate correttamente o prendete i dadi e li lanciate contro le pedine trattandoli come birilli, a lui frega poco. Su BGA lo sviluppatore incorpora anche le meccaniche e le regole: solo le mosse legali sono possibili. Se il gioco è codificato bene vi offre tutte le possibilità e se fate una mossa non possibile, ve lo impedisce e vi spiega il perché. Probabilmente, per le ragioni di cui sopra, parliamo di costi di sviluppo differenti. BGA, da quanto leggiamo sul loro sito, demanda questo all’editore facendo solo un controllo qualità alla fine. logo_asmodee

Asmodee è un gigante dell’editoria

Il panorama italiano vanta diverse case editrici, pe fortuna. Sono per lo più circoscrivibili a piccola-media impresa. Le loro dimensioni non inficiano la qualità dei loro prodotti. Anzi, parliamo spesso di aziende fondate da giocatori o comunque dirette da persone con la passione per questo hobby. Questa loro inclinazione si riversa sicuramente nel catalogo e servizio offerto. Nulla da recriminare neppure a Asmodee Italia, che appartiene alla galassia Asmodee. Il fatturato complessivo di Asmodee è dell’ordine delle centinaia di milioni di euro. Seppure nata in Francia, nel corso degli anni hanno acquisito diverse società straniere, fra cui l’italiana Asterion Press. Generalmente tutto funziona, anche se qualche giocatore pone domande su una loro acquisita: Fantasy Flight Games. Comunque, senza addentrarci troppo sulla questione, vi rimandiamo a una pagina del loro sito corporate che illustra la loro organizzazione.

Asmodee Italia

Asmodee Italia è l’evoluzione di Asterion Press, diciamo. Se vediamo il loro sito solo per Marzo è prevista la pubblicazione o ristampa di 21 titoli. Questo avviene senza il ricorso al crowdfunding, ad esempio. Parliamo insomma di un catalogo di 101 pagine.

Le ultime novità a Febbraio 2021 su BGA

Le ultime novità a Febbraio 2021 su BGA

Aspettative e timori degli utenti

Cosa è successo

Come dicevamo, l’idea alla base di Board Game Arena è romantica. Parte dal basso, da giocatori-programmatori che avevano voglia di fare community. L’anno scorso, complice la pandemia e i suoi lockdown, gli utenti sono schizzati alle stelle. Sarebbero da vedere i conti, ma si sa che il mercato spesso premia aspettative e potenzialità. Il gigante d’oltralpe ha fiutato l’affare e ha inglobato BGA. Promette che tutto rimarrà uguale nel comunicato, a partire dal suo organo direttivo. Sarà così?

Asmodee ha sostenuto un costo economico

L’acquisizione di Board Game Arena sarà costata. Ora noi non siamo esperti né di economia né del settore. Faremo quindi considerazioni anche puerili. Un modo per rientrare delle spese è potrebbe essere quello di alzare i costi degli abbonamenti, aumentare il parco dei giochi Premium e limitare le funzionalità gratuite. Siamo di fronte allo scenario forse più cinico e, forse, autolesionista. Gli autori che condividono i diritti su questa piattaforma non garantiscono l’esclusiva. Significa che domani può nascere BGA 2.0 altrove. In effetti esistono già alternative a BGA, magari meno blasonate, ma che già conoscete. D’altra parte la casa editrice francese ha già un comparto a pagamento, Asmodee Digital, che offre la versione in app dei propri giochi.. Anzi, una promozione è attualmente in atto.

Le uscite che abbiamo tracciato di Asmodee. Ovviamente a Marzo sono di più perché più imminente

Le uscite che abbiamo tracciato di Asmodee. Ovviamente a Marzo sono di più perché più imminente

Giochi mono marca

Supponiamo che lo scopo dell’acquisizione non sia strizzare Board Game Arena come un dentifricio. Per un editore portare i suoi giochi su questa piattaforma potrebbe essere ancora solo un modo per farsi conoscere, con qualche entrata dagli utenti a pagamento. La stessa Asmodee ha già promesso di aggiungere al sito suoi giochi a catalogo. La domanda fatidica è: continuerà Board Game Arena ha ospitare giochi di altre case editrici o da loro localizzate? Pensiamo e ci auspichiamo di sì. Le ragioni sono le stesse che ci fanno dubitare di una conversione totale a pagamento del servizio. Se divenisse Asmodee Game Arena, probabilmente nascerebbe un sito che colmerebbe il vuoto che si è creato.

Board Game Arena soffre un po’ la mancanza di risorse

Così sembra a molti. Abbiamo ad esempio scaricato l’app per Android, ma alla fine è solo un link alla versione browser. Anche altri aspetti grafici sono un po’ rudimentali, come alcune funzionalità o qualche impallamento di troppo. I ragazzi di Asmodee possono, con poche risorse lato loro, dare un po’ una sistemata alle cose che non vanno e aumentate la qualità della sevizio.

7 Wonders Duel ripropone la grafica del gioco

7 Wonders Duel ripropone la grafica del gioco “in cartone”. Si può decidere di farsi indicare il costo effettivo di ciascuna carta in monete, così da non avere tempi morti per i calcoli

In conclusione

E’ notizia di ieri, quindi un secolo fa per il web, che Asmodee ha acquisito Board Game Arena. Abbiamo colto quindi la palla al balzo per presentarvi queste due realtà. Ci siamo resi conto che spesso parliamo di diversi editori italiani, ma ci eravamo un po’ persi proprio Asmodee. C’è da dire che non necessita presentazioni. Tornando a bomba, questa operazione ha fatto molto parlare sul web. E’ emersa una fetta consistente di giocatori che non conosce Board Game Arena, ma non la usa o semplicemente la snobba. Alcuni ne ignoravano l’esistenza.

Pro e contro di Board Game Arena per noi

A molti non piace giocare su BGA per la mancanza di socialità rispetto a un gioco reale. Verissimo. Non sostituisce nemmeno da lontano una domenica pomeriggio o una serata tra amici. Certo, nelle condizioni di pandemia del 2020, è stato un valido compagno insieme ai giochi in solitario. Infatti sono balzati con percentuali a tre cifre gli incrementi degli utenti della piattaforma, così da attirare l’attenzione di Asmodee. A onor del vero preferiamo una partita a Le Città Perdute o Draftosaurus su BGA che non una a qualche gioco pay for win per smartphone. Insomma, anche senza pandemia, fa compagnia nei viaggi in treno o mentre bolle l’acqua della pasta. Se passiamo a giochi più complessi, che superano le tre ore, allora Board Game Arena ci permette di avere qualcuno con cui giocare a qualcosa che difficilmente avremmo la possibilità di intavolare. In quest’ottica a noi farebbe anche piacere un uso professionale, come quello fatto per sponsorizzare Carnegie, preferibile ad altri soluzioni digitali. Comunque continueremo in ogni caso a comprare scatole in cartone.

Che giochi ci guadagnano e quali no

Andando nel dettaglio, probabilmente ogni tipo di gioco da tavolo ha una resa diversa nel suo omologo digitale. Se siamo di fronte ad un gioco ricco di miniature, elementi 3D ed interazione diretta, allora BGA ha poco da fare. Un gioco astratto, anche un german dove bisogna fare molta gestione automatica fra un turno e l’altro (bookkeeping), Board Game Arena vi sa essere d’aiuto. Zero tempo di setup e gestione delle macchinosità al computer, riducono i tempi di gioco. Al contrario per giochi brevi, dove tutti insieme a un tavolo si fa in quattro e quattr’otto, si dilatano. Anche perché generalmente un giocatore si concentra sul gioco solo quando un cicalino lo avverte essere il suo turno.

Il futuro del connubio tra Asmodee e Board Game Arena

Molti, non sappiamo se per diffidenza verso la casa francese o per dare adito a complottismo, vedono nell’operazione commerciale lo scopo di monopolizzare la piattaforma online. O peggio ancora di farla chiudere. Ci sembra improbabile. Sembrano un po’ le preoccupazioni di quando Facebook comprò Whatsapp. Per quanto se ne dica, il servizio è ancora all’incirca quello di prima e gratuito. Se poi qualcuno farà il furbo, probabilmente sarà il mercato stesso a punirlo. getyourfan Al di là del gioco on line, che permette più di riempire il tempo che non trascorrere reale tempo di qualità, noi continuiamo a cercare scatole di cartone. Onestamente alcuni giochi li abbiamo presi su Get Your Fun proprio dopo averli provati on line. Che possa essere così anche per voi?

Tornei organizzati da Board Italian Gamers

Abbiamo visto come su Board Game Arena sia possibile organizzare tornei online.
Sempre tramite Get Your Fun  è possibile iscriversi a tornei organizzati da Board Italian Gamers
Quest’associazione difatti organizza da anni tornei online su varie piattaforma, tra cui Board Game Arena (come del resto fanno anche altre realtà).
Per chi non la conoscesse, parliamo di un’associazione torneistica nazionale, completamente rivolta al servizio dei giocatori.
Organizzano, quando la pandemia non perversa, tornei e finali nazionali, collaborando con diverse realtà locali.
Come abbiamo visto, si dedicano anche a dare vita a tornei online (in tempi covid sono 2-3  a settimana).
Ogni anno riescano a coinvolgere oltre 600 giocatori nelle loro iniziative.

I commenti sono chiusi.