Baroque: avere a che fare con l’Imperatore e i Principi

Baroque: War & Politics in the Holy Roman Empire è un titolo pubblicato da Aleph Game Studio.Abbiamo già parlato di questa casa editrice per quanto riguarda una loro prossima uscitaBelle Époque.
Mentre questo gioco ambientato fra ‘800-‘900 è un’opera da loro sviluppata, con Carraro come autore, Baroque è un’esperienza diversa.
L’autore è il poliedrico Richard H. Berg, di cui consigliamo la biografia su Wikipedia e su BGG.
Purtroppo l’autore, noto anche come The Pope of Wargaming (il Papa dei wargame), è recentemente scomparso.
Chi non ha tempo e vuole correre dal suo Imperatore, vada alle conclusioni.

pic4211923

Baroque: War & Politics in the Holy Roman Empire
Aleph Game Studio

Da 2 a 4 giocatori. Età 12+

Durata: da 2 a 4 ore (vedi sotto)
Prezzo: 65 eur


Cosa c’è nella scatola

La scatola di Baroque ha una copertina che si sfila come il coperchio di una scatola di fiammiferi. Si apre poi la scatola nera con un coperchio “a ribalta” che svela il contenuto.
Troviamo la mappa del Sacro Romano Impero, con il posto anche per posizionare le carte e tenere conto dell’ordine di turno e punti.
Ogni giocatore ha poi una plancia per gestire la sua Nazione, con alcune informazioni di aiuto per gestire la partita.
Sono presenti anche un centinaio di carte, di diversa tipologia, che torneranno utili nel corso del gioco.
Due fustelle permettono di avere a disposizione un numero abbondante di pedine, mentre il dado si usa solo all’inizio per preparare il tavolo e poco altro.
I materiali sono abbastanza semplici, dove anche le plance sono stampate su carta plastificata.
Torneremo su questo punto, parlando dell’editore.

Il Sacro Romano Impero

Il Sacro Romano Impero

Il gioco

Ambientazione

I wargame sono giochi ciccioni. Ne abbiamo già parlato con Belle Époque.
Baroque da questo punto di vista è un classico.
Proiettati nel 1650 dovrete gestire il vostro Stato, all’interno del Sacro Romano Impero (SRI).
Prenderemo così  le redini di uno Stato Maggiore, cercando di avere influenza su quelli Minori. Ogni Stato è caratterizzato da sue peculiarità come, ad esempio, essere una Diocesi o avere un Porto Marittimo.
Importante anche il controllo degli Elettori, ovvero di quelli Stati che contribuiscono all‘elezione dell’Imperatore.
Infatti SRI era una monarchia elettiva, dove l’Imperatore era eletto un po’ come avviene per il Papa, senza apparire irriverenti.
Gli Stati membri erano sostanzialmente in lotta fra loro, per avere l’egemonia, ma tutti insieme, come una federazione, fronteggiavano Olanda, Ottomani e altre minacce straniere.

Meccanica e tempistica

Per portare a termine una partita servono poco meno di 3 ore, ma se si sceglie la versione Lunga non è difficile arrivare alle 10 ore.  Se è la prima volta che vi avvicinate a un gioco di questo tipo, probabilmente si tratta di moltiplicare il tempo per 2.
Nella preparazione iniziale vengono affidate al giocatore la dotazione del suo Stato, esercito e fiorini compresi.
La Sequenza di Gioco richiede che all’inizio si ripristino i mazzi di carte e si raccolgano i fiorini dalle rendite.
Il cuore invece del gioco è la fase Azioni, mentre alla fine del turno c’è un altro punto gestionale. Mantenere gli eserciti costa e la situazione degli Stati Controllati può cambiare.

I matrimoni come arma politica

I matrimoni come strumento politico

Fase Azioni

E’ la fase principale, dove soldi accumulati e carte comprate entrano in scena.
Non scendiamo qua a spiegare la differenza tra Carte Opportunità e Carte Evento, che comunque il regolamento spiega bene.
E’ chiaro che ciascuna riporta un regola da applicare, legata al personaggio.
Si passa poi all’acquisto di Esercito e costruzione di Città e amenità di questo tipo. Le vostre armate poi si sposteranno per l’Impero, combattendo laddove c’è qualcuno che sbarra il passo.
Attraverso la supremazia militare o altre strade, si deve cercare di avere il controllo più alto possibile sugli altri Stati.

Come si vince?

Sostanzialmente si ottiene punti controllando gli Stati Minori e tirando i fili dell’Imperatore.
In base alla classifica dei “controllori” imperiali, si ottengono punti vittoria e favori da spendere durante il gioco.
Se comunque un giocatore controlla a un certo punto tutti gli Stati Principali Elettori, il gioco termina in suo favore.

Plancia dell'Austria

Plancia dell’Austria

Il regolamento e altro materiale scaricabile

Baroque, come spiegato nel paragrafo precedente, è abbastanza lineare. Tuttavia i wargame, seguendo del resto i gusti dei loto fruitori, sono molto articolati. Ogni Stato infatti ha caratteristiche diverse degli altri, o regoline dedicate. Anche gli Eventi sono tanti ed alcuni si applicano in modo diverso.
Questo aspetto ha molti lati positivi (es: aumento della longevità, molte scelte differenti a disposizione…), ma ovviamente richiede un po’ di allenamento.
Baroque non fa eccezione e l’abbondante uso di testo ingolfa una po’ la storia (o la caratterizza?)
Il regolamento è live, nel senso che può subire costanti modifiche. L’ultima versione, oltre che nella scatola, è resa disponibile da Aleph Game Studio.
Volpe Giocosa propone un foglio riassuntivo che può essere d’aiuto.

Raimondo...un personaggio molto caro ai wargamer

Raimondo…un personaggio molto caro ai wargamer

L’editore

Abbiamo avuto modo di confrontarci con Aleph Game Studio. E’ una realtà giovane, che al momento produce pezzi con bassa tiratura, con conseguente innalzamento dei costi.
Ammette errori di gioventù, ma con, dobbiamo dirlo, estrema onesta intellettuale è disposta a riparare.
Forti dell’esperienza acquisita nello sviluppo di Belle Époque, stanno pensando a una versione di Baroque più snella.
Anche la qualità del materiale sarà migliorata, per avere quasi una versione deluxe.
Servirà qualche anno, ma la casa editrice è disposta a fornire il materiale di miglioramento (upgrade pack) a tutti quanti abbiano acquistato il gioco a titolo gratuito.
Un gesto di professionalità che apprezziamo.

Due esempi di carte

Due esempi di carte

Le conclusioni

Baroque è un gioco di Aleph Game Studio ambientato nell’epoca…del Barocco?
Dovremmo gestire uno Stato del Sacro Romano Impero e vedercela con tutti gli altri Stati membri e con minacce esterne. La gestione è misto fra il militare e politica, dove l’uso delle carte scandisce gli avvenimenti.
Il confronto con quello che dovrà essere Belle Époque è lampante, dove la seconda opera promette di essere più “moderna”. Comunque anche Baroque sarà rivisto in tal senso, forti dell’esperienza acquisita. Un po’ di testo sarà eliminato (forse puntando a una versione indipendente dalla lingua ?) e il regolamento rivisitato.
Il gioco comunque è già divertente così e dopo una partita, mediterete sui vostri errori. Vi verrà voglia di rigiocare, magari un altro giorno però, viste le durate.
Se qualcuno ha giocato a Europa Universalis per computer, rivedrà molte dinamiche di quella serie.
Il sistema di controllo dell’Imperatore, con un tocco di gestione del potere temporale della Chiesa, crea un’ambientazione realistica.

Dal punto di vista dei miglioramento, il passaggio in componentistiche in cartone e meno testo nelle carte, per ora solo in inglese, renderebbero il gioco più fruibile e robusto.
Tuttavia Aleph Game Studio si sta muovendo in questo senso in maniera gratuita per gli acquirenti. Dimostra di meritare così la fiducia che il pubblico le ha accordato.

I commenti sono chiusi.