Asta al Victorian Monkey: e tre!

Ogni qualvolta si presenta l’occasione, l’asta al Victorian Monkey è sempre un appuntamento da non perdere. Sarà perchè Leonardo e Sidney sono chiaramente una coppia rodata a questo tipo di appuntamenti, sarà che l’asta è un avvenimento che raccoglie buona parte della compagnia di giro romana, ma anche questa volta la vostra Volpe Giocosa non poteva certo mancare.

Victorian Monkey: nuova sede

Avevamo già tessuto le lodi del Victorian Monkey: la simpatia dello staff, la ludoteca ben fornita e un buon menù. Era però questa la nostra prima visita alla nuova sede. Stiamo parlando di uno spazio davvero ampio, diviso su più stanze che garantiscono maggiore “privacy” al giocatore più esigente. Interessante anche il giardino, che permette di uscire rimanendo dentro (questa è bella!). Se siete a Roma, cari giocatori inesperti, fateci un salto.

L’asta

E’ un girone difficile. Ormai ci si conosce tutti e grosso modo, fin dalla descrizione, si riesce a capire a che prezzo arriverà il pezzo e in quale porto approderà. Vediamo così sfilare titoli come Vanuatu, Kepler-3042, Istanbul, ma anche diverse espansioni di Zombicide e diversi war game.
In questa asta spietata, Volpe Giocosa si accaparra solo un titolo, in extremis, più per non tornare a mani vuote che non per reale interesse.

Equipaggiamento della vostra Volpe Giocosa

Volpe Giocosa si presenta al Victorian Monkey con diversi titoli,. Con alcuni di questi si tratta di una separazione che avviene  a malincuore, ma la ludoteca aveva bisogno di un ricambio. E’ il caso do Agorà, preso in una precedente edizione dell’asta, e My Village, anch’esso proveniente cellofanato dal Victorian Monkey. Comunque niente paura, Agorà è tornato a casa, mentre My Village in extremis ha un nuovo padrone. Era un titolo che richiedeva tempo per essere digerito, ed ora non era il caso.
Automania era un gioco interessante, ma che aveva poche occasioni di essere intavolato: venduto.
Rimane con noi Boomtown. E’ un titolo bistrattato solo perchè in lingua tedesca con poco uso di testo nel gioco. In realtà, come da recensione, è un giochino divertente.
Ci lascia anche Coney Island, un altro titolo che ci aveva lasciato perplessi.

E adesso?

Con il bilancio di Volpe Giocosa si chiude l’asta al Victorian Monkey. In quest’articolo trovate foto prese dal sito Facebook del ludopub, dove trovate anche la diretta dell’evento. Come avete visto Volpe Giocosa ha più venduto che acquistato, non effettuando un vero ricambio. In realtà è tutto calcolato…

I commenti sono chiusi.